Connect with us

Copertino

Tre positivi sabato più uno nella notte: 8 casi coronavirus in provincia

Pubblicato

il

Giunge notizia nella tarda serata di un terzo e di un quarto caso di positività al coronavirus in Salento registrati nella giornata di sabato e nella seguente nottata. Dato che porta ad 8 il totale, aggiornando in poche ore i numeri ufficiali forniti dalla Regione alle ore 20.

Il presidente Michele Emiliano, sulla base delle informazioni del direttore del dipartimento Promozione della Salute Vito Montanaro, ha comunicato infatti che nella giornata del 7 marzo sono stati effettuati 92 test in tutta la regione per l’infezione da Covid-19. Di questi: 77 sono risultati negativi e 15 positivi. 

I casi positivi registrati sabato sono così suddivisi: 1 provincia di Bari; 1 provincia Bat, 3 provincia di Brindisi, 3 in provincia di Lecce, 7 in provincia di Foggia (tra questi c’è il caso deceduto proprio sabato). 

Con questo aggiornamento salgono a 39 i contagi registrati in Puglia per l’infezione da Covid-19.

Tre in un giorno

Il terzo caso di giornata in provincia di Lecce sarebbe un uomo di 61 anni di Copertino.

Si somma agli altri 2 di sabato: l’avvocato di Melendugno ricoverato a Galatina e la donna 86enne di Copertino, trasferita dal reparto di Medicina Generale del “San Giuseppe” al “Fazzi” di Lecce.

In precedenza, erano risultati positivi una coppia di Aradeo, un anestesista dell’ospedale di Copertino ed una 90enne, anche lei di Copertino. Per un totale di 7 in provincia di Lecce.

Ottavo caso nella notte

Intanto, dopo il comunicato ufficiale del governatore Emiliano, nella notte è stata segnalata la presenza di un ottavo caso di positività. Su cui però non ci sono ancora ulteriori dati.

Copertino

Rientrano dal Brasile: padre, madre e figlio positivi al Covid

Pubblicato

il

Mentre i bollettini quotidiani del Covid-19 in Puglia contano sempre meno morti e più guariti, un campanello d’allarme si riaccende sugli spostamenti internazionali.

In serata una famiglia di Copertino è risultata positiva al Covid. Padre, madre e figlio, di ritorno dal Brasile dove si erano recati per motivi familiari, sottoposti al tampone di rito al rientro in Italia, hanno dato esito positivo.

In attesa di altri riscontri, l’Asl rassicura: la situazione sarebbe sotto controllo. Le condizioni dei 3 non sarebbero gravi. Sono ricoverati presso il nosocomio di Copertino.

Continua a Leggere

Copertino

Scoperto giro di riciclaggio e ricettazione auto di lusso

Nei guai otto individui, tra cui un salentino, per riciclaggio e ricettazione auto col metodo della “falsa nazionalizzazione”

Pubblicato

il

Scoperto giro di riciclaggio e ricettazione di autovetture di alto valore commerciale reimmatricolate in Italia con documenti esteri contraffatti.

Anche un salentino, un uomo di Copertino è finito agli arresti domiciliari.

In mattinata il personale della squadra di polizia giudiziaria di Taranto, in collaborazione con il Compartimento polizia stradale per la Puglia, per la Campania e la Polstrada di Lecce, ha eseguito l’ordinanza di custodia cautelare per otto cittadini residenti nelle provincie di Taranto, Lecce, Bari e Napoli.

I dettagli dell’operazione saranno resi noti nella conferenza stampa che si terrà in mattinata odierna presso la Sezione di polizia stradale di Taranto.

Continua a Leggere

Copertino

Riaccompagnato in ospedale dopo dimissioni, muore lungo il percorso

Pubblicato

il

Aperta una inchiesta sulla morte di un uomo di 59 anni deceduto in mattinata durante il trasporto in ospedale.

La vittima era stata ricoverata e dimessa pochi giorni fa presso l’ospedale di Gallipoli. Dopo le dimissioni il rientro a casa, a Nardò, e un peggioramento col passare delle ore.

Stamattina poi la richiesta di un ambulanza e il viaggio verso l’ospedale di Copertino. Il trasporto però non è stato operato dal 118 ma da un amico che ha condotto il 59enne verso il nosocomio a bordo della sua vettura.

A pochi passi dall’ospedale però il decesso. All’arrivo in pronto soccorso i medici non hanno potuto far altro che constatare il decesso.

Date le strane circostanze del decesso, il sostituto procuratore Giorgio Villa ha disposto il sequestro della salma. Da chiarire le cause del decesso. Dati i giorni intensi appena trascorsi, la Procura vuole capire se possano essere associate anche all’intervento patito o, eventualmente, alla terapia seguita nei giorni successivi.

Continua a Leggere
Pubblicità

Più Letti

Copyright © 2019 Gieffeplus