Connect with us

Casarano

Tre anni di violenze domestiche: dai domiciliari al carcere

Pubblicato

il

La Corte di Appello di Lecce, nella sezione unica penale, pone fine ad anni di vessazioni patite in ambiente domestico da una donna in quel di Casarano.


Con un provvedimento emesso nelle scorse ore, i giudici hanno disposto che il compagno della vittima, già ristretto agli arresti domiciliari per altra causa, vedesse aggravarsi la sua misura detentiva.


I carabinieri gli hanno notificato la decisione della Corte d’Appello che ha disposto il suo trasferimento in carcere, presso “Borgo San Nicola” a Lecce.

L’uomo è ritenuto responsabile di vessazioni, maltrattamenti e minacce commesse nei confronti della convivente da circa tre anni.


Le violenze sono venute a galla grazie ad una denuncia-querela della stessa vittima.


Casarano

Daspo urbano e sanzioni per parcheggiatori abusivi Gallipoli

Nei confronti di due giovani, uno di Casarano l’altro di Sannicola, sono stati adottati tre provvedimenti di allontanamento per 48 ore e contestuale divieto di ritorno a Gallipoli. Nelle sole ultime 48 ore i poliziotti avevano sorpreso tre parcheggiatori che, muniti di blocchetti di ricevute di pagamento, erano intenti a strappare le matrici e ad incassare anche fino a mille euro al giorno…

Pubblicato

il

Nell’ambito dei controlli ad alto impatto svolti su tutta Gallipoli da parte del Commissariato di Polizia, scattano le prime sanzioni anche nei confronti dei parcheggiatori abusivi che, a fronte di non meglio qualificate ricevute di pagamento, senza essere autorizzati, impongono ai vacanzieri il pagamento di 5 euro per ogni autovettura.

Nelle sole ultime 48 ore i poliziotti hanno sorpreso tre parcheggiatori che, muniti di blocchetti di ricevute di pagamento, erano intenti a strappare le matrici e ad incassare anche fino a mille euro al giorno.

Attività abusiva e lucrosa che ha ricevuto lo “stop” da parte degli agenti del Commissariato che hanno proceduto a sequestrare i proventi delle attività illecita, a sanzionare ai sensi del Codice della Strada i tre contravventori con una multa di circa 800euro.

Nei confronti di due giovani, uno di Casarano l’altro di Sannicola, sono stati adottati tre provvedimenti di allontanamento per 48 ore e contestuale divieto di ritorno a Gallipoli nell’ambito della nuova disciplina del cosiddetto daspo urbano che, in quanto misura di prevenzione,  punisce le condotte moleste nei luoghi pubblici.

Continua a Leggere

Alessano

Antonio Ciriolo nuovo presidente del Gal Capo di Leuca

Succede a Rinaldo Rizzo, nominato presidente onorario

Pubblicato

il

L’Assemblea dei soci del Gruppo di Azione Locale (GAL) “Capo di Leuca” Scarl, attualmente soggetto attuatore del Programma Leader (Misura 19 del PSR Puglia 2014 – 2020), ha eletto all’unanimità Antonio Ciriolo presidente del sodalizio. Succede, per scadenza di mandato, a Rinaldo Rizzo, nominato presidente onorario.

Nella stessa occasione, i rappresentanti della compagine sociale hanno confermato i componenti uscenti del Consiglio di Amministrazione: Giulio Sparascio (vice presidente), Gabriele Abaterusso, Fabrizio Arbace e Adamo Fracasso.

Rizzo ha salutato e ringraziato i soci e lo staff, in particolare modo il direttore, Giosuè Olla Atzeni, che lo ha coadiuvato nella guida del sodalizio dal 2016, soprattutto, per essere stato al suo fianco dal momento della costituzione del GAL “Capo S. Maria di Leuca” Srl, costituito nel 1991 come soggetto attuatore del Programma di Iniziativa Comunitaria Leader, per il quale Rizzo, nei trent’anni di attività, ha ricoperto il ruolo di presidente e vice presidente. Lo scorso novembre, lo stesso Antonio Ciriolo era stato eletto all’unanimità come presidente di quest’ultima società a capitale misto pubblico-privato, che ha come obiettivo principale la valorizzazione delle risorse di imprenditorialità, storia, cultura e natura presenti nella penisola salentina.

L’area d’intervento del GAL “Capo di Leuca” scarl, comprendente i seguenti Comuni: Alessano, Alliste, Casarano, Castrignano del Capo, Corsano, Gagliano del Capo, Matino, Melissano, Miggiano, Montesano Salentino, Morciano di Leuca, Patù, Presicce-Acquarica, Racale, Ruffano, Salve, Specchia, Taurisano, Taviano, Tiggiano, Tricase e Ugento.

Il Presidente uscente Rinaldo Rizzo, nel messaggio di saluto ai soci e allo staff ha dichiarato: «Dopo trent’anni di amministratore di questa società, la mia esperienza si ferma praticamente qui oggi. In questo lungo periodo, insieme a tutti i collaboratori, abbiamo cercato di cogliere i bisogni propri della ruralità del nostro territorio, proiettandoci sempre verso il futuro, cercando di affiancare e seguire costantemente gli operatori beneficiari, assecondandone le esigenze e le più diverse richieste. In questi anni di responsabilità, ho sempre interpretato il mio ruolo come servizio utile per contribuire alla crescita del Capo di Leuca, una crescita sempre sostenibile e in armonia con il territorio e le sue popolazioni. Abbiamo attuato numerosi programmi comunitari, dando la possibilità a molti cittadini di mettersi in gioco e tanti di essi rappresentano oggi realtà affermate ormai da anni. Abbiamo cercato di metterci sempre tutto l’impegno, con la massima serietà e la massima trasparenza. Credo che questi valori ci contraddistinguano da sempre e ci siano riconosciuti da tutti. Un grazie particolare vorrei rivolgerlo al Direttore, Dott. Giosuè Olla Atzeni, che insieme al sottoscritto ha iniziato questa avventura sin dall’origine, nel 1991, condividendo tutte le fasi che ci hanno portato fino ad oggi. Sono sicuro che coloro che mi succederanno, sapranno confermare il ruolo del GAL, facendolo continuare ad essere un riferimento importante di sviluppo per il territorio. Ancora grazie a tutti. Grazie davvero. Io, comunque, rimango sempre nei paraggi».

Continua a Leggere

Casarano

Arriva in ospedale con le costole rotte, ma si rifiuta di parlare

Al momento di doverne spiegare la causa, si è mostrato reticente di fronte alle richieste delle forze dell’ordine

Pubblicato

il

È finito in pronto soccorso attorno alle 23 di stanotte A.S., 56enne di Taurisano, dopo aver rimediato importanti fratture. Ma al momento di doverne spiegare la causa, si è mostrato reticente di fronte alle richieste delle forze dell’ordine.

L’uomo, già noto alla legge, è giunto dolorante all’ospedale del Sacro Cuore di Gesù di Gallipoli ed è stato ricevuto in codice arancione: la prognosi è stata di venti giorni per le fratture rimediate alla mano destra e a un paio di costole, evidentemente frutto di alcuni colpi molto violenti.

Nel nosocomio sono quindi sopraggiunti i carabinieri della compagnia di Casarano percorrendo la pista dell’aggressione, ma senza riuscire a ricostruire i fatti o a dare un volto al colpevole del pestaggio. La vittima avrebbe infatti rifiutato di collaborare, probabilmente mossa dal timore di ritorsioni.

 

Continua a Leggere
Pubblicità

Più Letti

Copyright © 2019 Gieffeplus