Connect with us

Martano

Martano: cittadinanza onoraria a Ocalan

Ma l’opposizione non ci sta: “Il Pkk ha causato la morte di 30mila persone e per la comunità internazionale il suo leader è un terrorista”

Pubblicato

il

Giovedì 16 febbraio 2017 la Città di Martano conferirà la cittadinanza onoraria ad Abdullah Öcalan, leader di un movimento democratico che da diversi decenni lotta per il riconoscimento della libertà e dell’indipendenza nazionale di oltre 40 milioni di curdi sparsi tra Turchia, Siria, Iraq e Iran. Nel corso della sua vita, Öcalan si è impegnato per favorire il passaggio del conflitto tra i curdi e le altre nazionalità verso forme di lotta non violenta, con l’obiettivo di una pace giusta e duratura”.


Così sul proprio sito ufficiale l’UIKI, l’Ufficio di informazione del Kurdistan in Italia.


martano_manifestoEd in effetti l’amministrazione comunale di Martano ha deciso di conferire la cittadinanza onoraria a Ocalan (leader del Partito dei lavoratori del Kurdistan, condannato all’ergastolo nel 1999 e tuttora in carcere in Turchia) ed ha già convocato il Consiglio comunale monotematico per giovedì 16 febbraio (domani 15 febbraio ricorre l’anniversario della cattura di Ocalan, avvenuta nel 1999 a Nairobi).


Non tutti però sono d’accordo con la decisione del sindaco Fabio Tarantino e dell’amministrazione né tanto meno con l’Uiki.


L’opposizione capeggiata da Antonio Carra infatti ha già provveduto a firmare un manifesto affisso in paese  che definisce tale decisione “tirannica”, sottolineando il “mancato coinvolgimento dei rappresentanti politici e della cittadinanza in una decisione così importante”. E aggiungendo: “Detto che non saremmo contrari ad esprimere solidarietà al popolo curdo, ad attivisti e intellettuali che si sono battuti pacificamente per la causa, vorremmo ricordare che la comunità internazionale considera Ocalan un terrorista a capo di un partito che ha cuasato la morte di 30mila persone”.

Il primo cittadino dal canto suo ha replicato dicendo che “nessuna decisione è stata presa e dell’argomento se ne discuterà giovedì 16 febbraio nel consiglio comunale aperto”.

Secondo Tarantino, poi, in questo momento la cittadinanza onoraria ad Ocalan assumerebbe un doppio significato: “la condanna del modus operandi del governo turco e il riconoscimento di una delle tante vittime di questo orrendo regime”.

In Italia hanno già conferito la cittadinanza al leader del Pkk, Napoli, Palermo, Reggio Emilia, Palagonia e Riace.


Attualità

Casarano, le fake news e la legge della dinamica

Alla notizia della smentita, taluno, dopo averla pubblicata (direttore di una testata locale on line), forte della sua inerzia…

Pubblicato

il


Dopo esser rimbalzata in TV, la notizia della violazione di alcuni isolamenti fiduciari a Casarano (da parte di persone intente a far spesa in un supermercato) è tornata a far discutere.





Ne avevamo parlato lo scorso 6 aprile: in un articolo riprendevamo un episodio che, come già riportato, risaliva a qualche giorno prima e di cui in paese si era già ampiamente diffusa voce. Citando i colleghi di una testata locale, che pubblicavano la testimonianza diretta di un loro lettore, riepilogavamo l’accaduto.





Ieri, poi, a distanza di giorni, il caso veniva ripreso in TV dalla nostra testata online, ilgallo.it, durante la trasmissione Uno Mattina, su RaiUno.


L’eco mediatica attorno all’episodio si moltiplicava e in serata arrivava il comunicato del sindaco Ottavio De Nuzzo, che scrive: “Non corrisponde a verità la notizia secondo cui in un supermercato di Casarano, qualche giorno fa, erano presenti persone positive al Covid-19 intente a fare la spesa, delle quali una sarebbe stata riconosciuta dal proprio medico curante che a sua volta avrebbe chiamato i Carabinieri. La notizia, riportata nei giorni scorsi da alcune testate web locali, questa mattina è rimbalzata sulla Rai, dove in una trasmissione televisiva Gianni Ippoliti ne ha dato lettura e commento. Ho acquisito informazioni sull’episodio da varie fonti tra cui anche la locale Stazione dei Carabinieri e la notizia risulta priva di fondamento“.


La legge della dinamica

E fin qui il fatto e la cronaca. E’ risaputo ‘ad ogni azione corrisponde una reazione‘, è la terza legge della dinamica. Ed è legittima anche se fuori tempo, la reazione del Sindaco di Casarano che, divenuto suo malgrado, attore non protagonista della vicenda ci ha tenuto, per eccesso di zelo, a ‘chiudere la stalla‘ dopo che.. i buoi erano scappati (la notizia circolava in città da giorni, ed ancora oggi la maggior parte dei casaranesi racconta l’accaduto).


Dopo la quiete, l’inerzia ed il primo principio della dinamica.


Alla notizia della smentita, taluno, dopo averla pubblicata (direttore di una testata locale on line), forte della sua inerzia, si convince di essere il primo, l’inamovibile, l’unico che può gestire, senza remore, quale sia o debba essere il modo di sviscerare una notizia e quale debba essere il compito di un giornalista (e di un giornale), nell’era pandemica e non. 


Ma, si sa, ‘come una freccia dall’arco scocca, vola veloce di bocca in bocca‘, per dirla col poeta.


E così quel passante pronto a scommettere che la sua inerzia sia scevra da ogni movimento, anche qualora dovesse intervenire un’altra forza a modificarne la quiete, giudica, sentenzia e scrive che ‘il compito del giornalista è quello di verificare le notizia (…); questa è la grande sfida. La disintermediazione avanza, ma una notizia diventa tale quando è verificata da un giornalismo affidabile e preparato’.


Perdonatemi (perché so che non potrete vedermi), ma l’applauso è partito spontaneo e sono in piedi: la calce di certi sepolcri imbiancati è la prova provata dell’inerzia di cui sopra. La saccenza, il tono pedante da maestro, certi sermoni compiaciuti di sacerdoti del sapere, la critica salace di quanti pensano di poter ‘gestire’ la vita altrui (forse perché non riescono gestite la propria), catturano (da sempre), anche se non scalfiscono, la mia attenzione e la mia critica.


Perdonate lo sfogo, non vorrei ascrivermi anch’io a tale confraternita, preferisco galleggiare nella mia scarsa consapevolezza, cullarmi e fare affidamento all’esperienza di vita di 35 anni di ‘mestiere’, felice di aver saputo offrire alla mia terra (insieme a tutta la redazione), dopo 25 anni di onorato servizio (ad maiora), milioni di copie distribuite, un prodotto della gente per la gente, quell’informazione gratis per tutti, che tutti conoscono come ‘il Gallo’.


Luigi Zito




Continua a Leggere

Campi Salentina

Da domani entrata in funzione di tutti gli HUB vaccinali: ecco i 10 in provincia

Col supporto della Protezione Civile (che mobiliterà circa 400 volontari) riprendono le somministrazioni a partire dalla fascia tra i 79 ed i 70 anni

Pubblicato

il


È fissata per domani, lunedì 12 aprile, l’entrata in funzione della totalità degli HUB vaccinali individuati dalla Regione Puglia, veri e propri centri nevralgici che nei prossimi mesi costituiranno i punti di riferimento strategici per l’attuazione della massiccia campagna di vaccinazione COVID-19 nel territorio provinciale.
Distribuiti in modo capillare nei distretti sanitari, i Punti vaccinali saranno attivi 7 giorni su 7 dalle 8:00 alle
20:00 ed eseguiranno le somministrazioni in conformità alle disposizioni dettate dal piano vaccinale regionale.





Via libera, dunque, dapprima alla fascia d’età 79-70 anni, che riceverà il vaccino già a partire dalla prossima settimana, per poi proseguire con le altre categorie di utenti, nel rispetto dei criteri e delle indicazioni che saranno di volta in volta forniti dalle Asl territoriali.
Dopo l’avvio negli scorsi giorni di alcuni dei Punti vaccinali, da domani la campagna di vaccinazione COVID-19 potrà valersi – nei vari distretti – degli Hub di
Campi Salentina, presso la Struttura Operativa Territoriale della Protezione Civile ubicata in Via Eduardo De
Filippo (zona artigianale);
Casarano, presso il Palazzetto dello Sport Complesso Euroitalia sulla S.P. per Collepasso-Casarano;
Gagliano del Capo, presso il PTA di Gagliano del Capo- ex Dialisi I piano in Via San Vincenzo,5;
Galatina, presso il Centro Polivalente Comunale di Viale Don Bosco;
Gallipoli, presso la Palestra del Liceo Scienze Umane “Q.Ennio” in Via Torino;
Lecce, con i tre punti del Centro Culturale/Teatro della Parrocchia San Massimiliano Kolbe in Via Pistoia, del Museo Sigismondo Castromediano di Viale Gallipoli e dell’ Aula “F.Baracca” della Caserma “Zappalà”- Scuola
di Cavalleria in Via G. Massaglia;
Maglie, presso l’EdificioComunale “Mercato delle Idee” di Via Leonardo da Vinci angolo-Via Trento (Muro
Leccese);
Martano, presso la RSSA comunale in Via Rita Levi Montalcini;
Nardò, presso la Struttura pressostatica per attività sportive adiacente il Palazzetto dello Sport di Via Giannone;
Poggiardo, presso il Centro di Aggregazione Giovanile di Spongano.




L’accesso agli HUB avverrà nelle modalità già indicate dalla Regione Puglia sui suoi canali ufficiali per l’adesione alla campagna vaccinale: per prendere visione della data programmata per il vaccino ed accettare
l’appuntamento si potrà, alternativamente, accedere alla piattaforma on-line lapugliativaccina.regione.puglia.it, o
telefonare al numero verde 800.71.39.31 (attivo dal lunedì al sabato dalle 8:00 alle 20:00) o, infine, recarsi nelle
farmacie accreditate al servizio FarmaCUP.
Fondamentali – all’interno dei Punti Vaccinali di popolazione – saranno le attività di assistenza alla popolazione
di competenza del servizio Protezione Civile, finalizzate al supporto del personale sanitario delle Asl impegnato
nella campagna di vaccinazione di massa. E a coordinare il servizio di assistenza all’utenza all’interno dei centri
vaccinali sarà – per l’intera durata della campagna vaccinale – il Coordinamento Provinciale del Volontariato di
Protezione Civile di Lecce, che garantirà la turnazione quotidiana dei Volontari di Protezione Civile per lo svolgimento delle attività di assistenza alla popolazione in ciascuno dei Punti vaccinali dei distretti provinciali.
Un dispiegamento massivo ed imponente di volontari e volontarie delle Organizzazioni della provincia di Lecce, che coinvolgerà centinaia di unità – oltre 400 secondo le attuali previsioni – e che proseguirà, senza
soluzione di continuità, per tutto il corso dei prossimi mesi e fino al termine della campagna. Una testimonianza ulteriore della concreta, quotidiana presenza del Volontariato di Protezione Civile accanto alla comunità, che va così a sommarsi all’attività che da oltre un anno i Volontari garantiscono ordinariamente nei rispettivi C.O.C. – non ultimo il supporto nei centri vaccinali comunali- per tutte le attività connesse all’emergenza sanitaria da
COVID-19.


Continua a Leggere

Cronaca

Salumiere contro rapinatore, armati di coltello: malvivente messo in fuga

Pubblicato

il


Tentata rapina ai danni di una salumeria di Martano nella serata di ieri.





Lo stesso titolare dell’attività, dopo essersi difeso da sé, ha chiamato i carabinieri. Ai militari della locale stazione ed a quelli del nucleo operativo radiomobile della Compagnia di Maglie, ha raccontato l’accaduto. Un uomo alto circa un metro e 70 e vestito con jeans verdi e maglione nero, travisato in volto da un passamontagna, gli si è parato dinanzi nel negozio. Brandendo un coltello ha preteso che gli fosse consegnato del denaro.




Con sangue freddo, il commerciante ha impugnato a sua volta un coltello e si è opposto alla richiesta ingaggiando una colluttazione. Forse stupito dalla reazione, il rapinatore è rimasto ferito ad una mano e si è dato alla fuga senza il becco di un quattrino.





I carabinieri sono ora sulle sue tracce, in tutti i sensi. Sul posto sono stati raccolti i rilievi ematici.


Continua a Leggere
Pubblicità

Più Letti

Copyright © 2019 Gieffeplus