Connect with us

Specchia

Specchia: Pagliara e Rizzo tirano la volata

Per ora due candidati. Biasco, sindaco uscente, non si ricandida, al suo posto l’assessore al Bilancio Rocco Pagliara. Unico rivale, al momento, l’esponente di Specchia Attiva

Pubblicato

il

A circa venti giorni dalla presentazione agli uffici comunali dei candidati sindaco e delle liste dei consiglieri, a Specchia sono poche le certezze e tanti i punti interrogativi. Grazie all’approvazione della “Legge Delrio”, saranno 12 i consiglieri da eleggere, dei quali 8 della lista del Sindaco eletto, che sarà supportato da 4 Assessori ed in ogni lista dovrà essere assicurata la rappresentanza di entrambi i sessi.


elezioni Tra i candidati Sindaci non ci sarà quello uscente, Antonio Biasco, il cui posto sarà preso dal “suo” assessore al Bilancio, Rocco Pagliara, che rappresenterà, così, la lista “Una Specchia”, fortemente composta e suffragata dai tesserati del Partito Democratico locale, che ha visto le recenti dimissioni del segretario, Giuseppe Ciardo. A tutt’oggi, Pagliara dovrà confrontarsi solo con Luca Rizzo, candidato sindaco di “Specchia Attiva”, lista nata all’interno dell’Associazione politica socioculturale “Belloveramente”, presieduta dallo stesso Rizzo e opposizione non istituzionale negli ultimi 5 anni. Molte incertezze in altre associazioni. “Specchia futura”, coordinata da Antonio Lia, per l’Art.10 della “Legge Severino” sulla “incandidabilità” alle cariche elettive negli enti locali”, non potrà candidare colui che è stato Sindaco di Specchia per oltre trent’anni (Antonio Lia è stato condannato con sentenza definitiva per una annosa vicenda amministrativa) e che da mesi ha avviato una personale campagna elettorale. Al suo posto, le voci indicano come candidato Sindaco, un ex Assessore di una Giunta Comunale guidata dallo stesso Lia. Continuano, intanto, gli incontri e le riunioni, senza arrivare a scelte definitive, tra coloro che si riconoscono nell’area centrista, dell’UDC – Unione di Centro locale, che ha registrato le dimissioni del segretario, Alvaro Andrea Zippo, e che, negli ultimi cinque anni, ha ricoperto il ruolo di opposizione istituzionale, pur non avendo nessun consigliere tra i banchi consiliari. Con qualche comizio, molte riunioni e poche certezze, anche tra gli iscritti del sodalizio “Progetto Specchia – La voce del popolo”, guidato da Vincenzo Scarcia, prosegue la preparazione per presentarsi con un proprio candidato Sindaco e relativa lista. A Specchia, sono tutti convinti che il 25 maggio non ci saranno cinque candidati Sindaco, perché a pochi giorni dalle elezioni, le probabili liste che si oppongono all’attuale Amministrazione, troveranno dei punti in comune di ogni programma elettorale, che porteranno a condividere un candidato Sindaco e relativa lista, in modo tale, che gli elettori si ritroveranno sulla scheda due o tre nomi tra i quali scegliere colui che guiderà Specchia fino al 2019.

Attualità

Ricorda: «Non è amore se ti fa male»

Giornata Internazionale contro la violenza sulle Donne (25 novembre): l’installazione presso la Casa di Noemi e l’eredità della sedicenne di Specchia la cui giovane vita fu spezzata dalla brutalità di chi invece doveva amarla e proteggerla

Pubblicato

il

– Non è amore se ti fa male.


– non è amore se ti controlla.


– non è amore se ti fa paura di essere ciò che sei.


– non è amore, se ti picchia.


– non è amore se ti umilia.


– non è amore se ti proibisce di indossare i vestiti che ti piace.


– non e ‘amore se dubiti della tua capacita’ intellettuale.


– non è amore se non rispetta la tua volontà.


– non è amore se fai sesso.


– non è amore se dubiti costantemente della tua parola.


– non è amore se non si confida con te.


– non è amore se ti impedisce di studiare o di lavorare.


– non è amore se ti tradisce.


– non e ‘ amore, se ti chiama stupida e pazza.


– non è amore se piangi più di quanto sorridi.


– non è amore, se colpisce i tuoi figli.


– non è amore, se colpisce i tuoi animali.


– non è amore se mente costantemente.

– non è amore se ti diminuisce, se ti confronta, se ti fa sentire piccola.


Il nome è abuso.


E tu meriti l’amore. Molto amore.


C’ è vita fuori da una relazione abusiva.


Fidati!


«Non è amore se ti fa male»: il testo, una vera e propria eredità lasciata a tutte le donne, è di Noemi Durini la sedicenne di Specchia la cui giovane vita fu spezzata dalla brutalità di chi invece doveva amarla e proteggerla.


Mercoledì 25 novembre ricorrerà la Giornata Internazionale contro la violenza sulle Donne e crediamo che le parole di Noemi siano le più appropriate per motivare chiunque dovesse trovarsi nella condizione di subire soprusi e violenza a dire basta a trovare la forza per interrompere ciò che altro non è che un gioco perverso, una ingiustificabile quanto pericolosa manifestazione di proprietà dell’uomo sulla donna.


Esistono donne fragilissime ed esistono abusi sottilissimi quanto pericolosi! Fortificare sé stesse nella propria autostima significa togliere potere a quegli “ominicchi” nella citazione di Sciascia, quell’uomo di poco valore, sprovvisto di coglioni (mi sia concesso il francesismo), perché tal è colui che approfitta di chi è indebolito dall’amore vero o presunto che sia. Così è colui che osa portare violenza contro una donna, che ne abusa, che la umilia. È solo un vigliacco e purtroppo anche un mostro.


In concomitanza con la Giornata Internazionale contro la violenza sulle Donne La Casa di Noemi, l’associazione di Specchia guidata da Imma Rizzo (la mamma di Noemi)  propone un’installazione artistica che è una testimonianza di inestimabile valore. L’installazione è stata realizzata in collaborazione con il Forum dei Giovani di Specchia.



Colore predominante il rosso che richiama il colore del sangue versato, e simboleggia l’amore che si trasforma in odio e violenza così come le scarpe sono un simbolo perché nella maggior parte dei casi è l’unica cosa che rimane della vittima.


Sulla vetrina della casa di Noemi anche l’invito a non subire in silenzio, a chiedere aiuto telefonando all’1522 (numero anti violenza e stalking) e un monito: “Ricordati che è vietato morire”.


Il modo migliore per ricordare Noemi e dare un segnale tangibile alle tante donne che in questo periodo sono costrette a convivere tutto il giorno con l’incubo.


La pandemia da coronavirus e le misure di restrizioni anticontagio adottate dai governi di tutto il mondo hanno significato, infatti, per molte donne già vittime di violenza domestica, un aggravamento del problema. Donne, spesso anche madri, che hanno dovuto affrontare una doppia paura e un doppio nemico: il Covid 19 fuori e il proprio compagno dentro casa. Una triste realtà che grida vendetta in un Paese civile.



Giuseppe Cerfeda


Continua a Leggere

Alessano

Nuovi consiglieri all’Unione di Terra di Leuca

Da Gagliano del Capo, delegati all’Unione dei Comuni, sono: Federica Sergi, Mario Profico, Antonio Bisanti e Antonio Ercolani. Giuseppina Maruccia, consigliera comunale di Castrignano del Capo, ha sostituito il dimissionario Fausto Marzano

Pubblicato

il

L’Unione dei Comuni “Terra di Leuca” comunica che, a seguito delle recenti elezioni amministrative che hanno portato al rinnovo dell’assise comunale di Gagliano del Capo, il consiglio dell’ente locale ha deliberato la presa d’atto e la validazione dei nuovi componenti del consiglio dell’Unione eletti dai consigli comunali di Gagliano del Capo e Castrignano del Capo, quest’ultimo per la surroga di un consigliere.


L’assemblea svoltasi in videoconferenza ha ufficializzato i nuovi componenti.


I nuovi consiglieri di Gagliano del Capo, delegati all’Unione dei Comuni, sono: Federica Sergi, Mario Profico, Antonio Bisanti e Antonio Ercolani.


Giuseppina Maruccia, consigliera comunale di Castrignano del Capo, ha sostituito il dimissionario Fausto Marzano e si aggiungerà ai colleghi dello stesso Comune: Annalisa Marino, Ippazio Leonardo Ferilli e Giulia Chiffi.


I consiglieri comunali delegati all’Unione dei Comuni degli altri Comuni sono:


Boris Amico, Anna Maria Torsello, Giuseppe Rizzo e Marcello Trenta per Alessano.


Vincenza De Francesco, Samantha Bleve, Sabrina Bisanti e Valeria Longo per Corsano.


Walter Colella, Erica Quaranta e Carmen Zichella per Morciano di Leuca.


Francesco De Nuccio, Mirco Rizzo e Maria Luisa Cucinelli per Patù.

Matteo Pepe, Antonio Cavallo, Walter De Blasi e Gino Luigi Villanova per Salve.


Giuseppe Annesi, Araldo Baglivo, Manuela Sanapo ed Emanuele Giangreco per Specchia.


Gianvito Rizzini (presidente del Consiglio dell’Unione dei Comuni “Terra di Leuca”), Francesco Melcarne ed Ernesto Bellante per Tiggiano.


Nei giorni precedenti al Consiglio dell’Unione, il presidente Gianvito Rizzini, presso il municipio di Gagliano del Capo, aveva incontrato i nuovi consiglieri dello stesso ente locale e la neoeletta consigliera delegata di Castrignano del Capo.


L’incontro aveva la finalità di renderli partecipi delle attività svolte, dei risultati conseguiti nei mesi scorsi e per informarli della situazione politica amministrativa dell’Unione.


Il presidente Rizzini, al termine dell’incontro, ha dichiarato: «Ritengo che la riunione sia stata abbastanza proficua sia per la condivisione del lavoro di riforma e di indirizzo politico che andremo ad attuare nelle prossime settimane e sia per l’energia che mi hanno trasmesso. La loro freschezza, preparazione e determinazione saranno fondamentali per proseguire il percorso che abbiamo tracciato come Consiglio».


Precedentemente a questo incontro, sempre Rizzini aveva incontrato: il nuovo segretario generale dell’Unione, Davide Bisanti, segretario del Comune di Morciano di Leuca, il neo sindaco di Gagliano del Capo, Gianfranco Melcarne e Biagio Raona, presidente della giunta dell’Unione dei Comuni “Terra di Leuca”.


Continua a Leggere

Attualità

No alla violenza. Un video per promuovere il dialogo

Ritrovare il dialogo tra l’uomo e la donna attraverso la riscoperta dell’armonia

Pubblicato

il

UN VIDEO PER  PRESENTARE  IL PROGETTO Rete d’Azione Femminile e Maschile


È appena uscito il video di pre-presentazione del progetto dal titolo Rete d’Azione Femminile e Maschile (per dire no alla violenza sulle donne), ideato e promosso da Lara Carrozzo.


Squinzano, è il quinto comune  ad accogliere il progetto che dall’inizio ha avuto grande successo di pubblico e di critica. Il programma progettuale si propone di creare una rete tra istituzioni e cittadini per  ascoltare, sostenere, aiutare, le tante donne e gli uomini che si trovano a rimanere soli in situazioni di violenza di ogni genere, a partire dall’ambito familiare.


In effetti la novità è proprio questa, Lara Carrozzo mette in luce una realtà: che esistono tante situazioni anche di uomini che subiscono violenza, per questo la rete deve essere sia maschile che femminile. L’ideatrice e promotrice del progetto, vuole creare delle comunità etiche e morali di collaborazione umana, ma anche reali, per venire incontro alle esigenze dettate da tali situazioni di abbandono sociale.


Inoltre, la proposta è quella di ritrovare il dialogo tra l’uomo e la donna, attraverso la riscoperta, non tanto della parità tra i sessi, ma piuttosto dell’armonia, della quale la Carrozzo ritiene più responsabile la donna, da sempre matrice di maternità e d’amore.

Gli strumenti per realizzare tale progetto sono quelli artistici: musica, teatro, cinema, che purificano la nostra anima, e quelli sociali: convegni a tema  e ascolto a 360°.


In questo video vedrete coinvolte sia le istituzioni che hanno concesso il Patrocinio del Comune di Squinzano: il sindaco Gianni Marra e l’assessora alla cultura Eleanna Bello, che i relatori: Lara Carrozzo, Don Salvatore Cipressa, Imma Rizzo (madre di Noemi Durini) e Presidente dell’ass. Casa di Noemi, e Serena Assenzio.


Il tutto arricchito dalle meravigliose opere pittoriche a tema di Oscar Verrico. Regia e montaggio a cura di Paolo Andriani, divulgazione notizia da parte di  Totem Giornale.


Di seguito il link di riferimento del canale YouTube per visionare il video:  https://youtu.be/7mAafiQS8-0  presente anche sulle pagina fb di Lara Carrozzo.


Continua a Leggere
Pubblicità

Più Letti

Copyright © 2019 Gieffeplus