Connect with us

Tricase

A Depressa si inaugura l’Oratorio

Pubblicato

il

Sarà un pomeriggio di grande festa quello di domenica 6 dicembre per la piccola ma fervente Depressa. Nella frazione tricasina verrà infatti inaugurato l’Oratorio Parrocchiale, opera fortemente voluta da don Flavio Ferraro, titolare della Parrocchia “Sant’Antonio di Padova”, e da tutta la comunità, che all’unanimità hanno voluto intitolarla (con regolare referendum nel marzo del 2008) all’indimenticabile Giovanni Paolo II, che definiva l’oratorio “l’istituzione complementare alla famiglia e alla scuola; l’espressione dell’amore della parrocchia per i suoi figli più giovani, più bisognosi d’affetto e di pedagogico interessamento”.


Ed in effetti don Flavio ci ha tenuto così tanto a ché l’opera venisse realizzata proprio “perché a Depressa mancava un luogo di aggregazione ed invece adesso quest’Oratorio rappresenterà il collegamento ideale tra i giovani e la Parrocchia, appunto secondo l’insegnamento dell’amato Karol Wojtyla”. Sorto in zona “Scorcia Santi”, l’Oratorio, la cui posa della prima pietra avvenne il 29 giugno del 2008, dispone di ben otto aule per la catechesi e di un grande salone dove svolgere convegni ed incontri in genere. Rispettate le spese di previsione, circa mezzo milione di euro (il 75% stanziato dalla Conferenza Episcopale Italiana ed il resto raccolto con le attività organizzate dalla Parrocchia, soprattutto con le sagre “della pasta fatta a casa”), è dunque giunto (in attesa poi dell’ultimo ed altrettanto importante tassello, ossia la costruzione del campo di calcetto) il momento di aprirne ufficialmente le porte.


La cerimonia prevede il via alle 16 con i saluti di don Flavio e del sindaco di Tricase, Antonio Musarò. Seguirà l’intervento del Vescovo della Diocesi di Ugento-S.M. di Leuca, mons. Vito De Grisantis, e quello del direttore dell’Ufficio Amministrativo, mons. Giuseppe Martella. In conclusione, e prima del buffet offerto dalla Parrocchia, ci sarà la presentazione dell’opera da parte dei tecnici progettisti, gli architetti Fernando Accogli ed Antonio Longo.

Non si esauriranno qui, però, le manifestazioni: l’inaugurazione ufficiale dell’Oratorio sarà infatti preceduta, nella serata di sabato 5, dalle 20, da una Veglia di Preghiera in Chiesa, e sarà seguita lunedì 7, vigilia dell’Immacolata, da un’intera giornata dedicata ai bambini ed ai giovani, fra giochi e musica. Si comincerà alle 9 con tanti giochi, coinvolgendo anche i bimbi della Materna; nel pomeriggio spazio all’immancabile “Caccia al Tesoro” e poi all’animazione assicurata da clown. Quindi, dalle 21, il salone parrocchiale si trasformerà in discoteca prima con l’esibizione di gruppi locali di musica rock e pop, e poi, dalle 22 circa, con l’arrivo dei Dj.


Attualità

Tricase, 15′ con il sindaco

A due anni esatti dal suo insediamento, Antonio De Donno ha pubblicato un video con un breve resoconto prima dell’incontro pubblico che stiamo organizzando per il 12 novembre

Pubblicato

il

In concomitanza con il giorno che segna il secondo anno esatto dal suo insediamento a Palazzo Gallone, il sindaco Antonio De Donno ha pubblicato sulla sua pagina facebook un video con il quale analizza i primi 24 mesi, poco meno di metà mandato, con la fascia tricolore.

Il primo cittadino ha anche colto l’occasione per dare appuntamento al prossimo 12 novembre (sabato) per un «incontro pubblico che stiamo organizzando»

 

Continua a Leggere

Attualità

“Tricase, che fare?”: «Pericoloso attraverso pedonale rialzato a Depressa»

I consiglieri di minoranza Carità, Baglivo e Ciardo chiedono che venga «in tempi relativamente brevi regolarizzato e segnalato con apposita illuminazione dedicata, l’attraversamento pedonale rialzato su via Salvemini nel tratto tra via Ferrero e via De Sanctis»

Pubblicato

il

I consiglieri comunali di opposizione Giovanni Carità, Antonio Baglivo e Armando Ciardo hanno indirizzato una nota al comando di polizia locale segnalando «criticità e consequenziali rischi legati all’attraversamento pedonale presente all’ingresso di Depressa, direzione Castiglione d’Otranto».

«Giungono con frequenza diversa segnalazioni da parte della cittadinanza e identica segnalazione è stata già avanzata verbalmente al comando della polizia locale», premettono i tre consiglieri di minoranza, che aggiungono:  «Constatato il pericolo per gli automobilisti che transitano da Depressa verso Castiglione d’Otranto, e viceversa,  in particolar modo nelle ore serali e notturne», chiedono che venga «in tempi relativamente brevi regolarizzato e segnalato con apposita illuminazione dedicata, l’attraversamento pedonale rialzato ubicato nella frazione di Depressa su via Gaetano Salvemini (Strada Provinciale 167) nel tratto compreso tra via Guglielmo Ferrero e via Gaetano De Sanctis».

Continua a Leggere

Attualità

Tricase, Liquilab, lettera aperta del Cantiere civico

I consiglieri comunali di opposizione del Cantiere civico Carmine Zocco, Gianluca Errico, Giacomo Elia, hanno voluto effettuare «un nuovo tentativo nella speranza di muovere qualcosa», con l’esortazione «a intraprendere un confronto aperto e senza pregiudizi per giungere a una soluzione condivisa», affidando alle nostre colonne una lettera aperta indirizzata al sindaco Antonio De Donno

Pubblicato

il

«Egr. Sig. Sindaco, da alcuni giorni l’Amministrazione Comunale ha provveduto al distacco della corrente elettrica nei locali di Liquilab, in via Santo Spirito. Liquilab è la casa di tutti, luogo della memoria popolare, punto di aggregazione per le generazioni, in cui è dichiarata di interesse culturale una collezione del Museo etnografico della vita popolare di Tricase e in cui è dichiarata di interesse storico-culturale importante l’archivio e le produzioni artistiche, cinematografiche e librarie di “Liquilab – Bottega di Memorie e Identità Giovanili”.

Un corpus patrimoniale inscindibile e connesso con il territorio che è costantemente salvaguardato, valorizzato e trasmesso attraverso una pluralità di progetti, programmi annuali ed eventi che durano l’intero anno.

Il gesto dell’amministrazione comunale potrebbe mettere a rischio la conservazione, la tutela e la fruibilità dei beni culturali raccolti e custoditi nella sede.

L’ intento dell’amministrazione comunale, peraltro legittimo, di rientrare in possesso degli immobili da destinare ad altro uso era stato già comunicato da tempo all’associazione, ma non è stato intrapreso alcun percorso condiviso per studiare la migliore collocazione adatta a garantire la conservazione, la tutela, la fruibilità e l’arricchimento dei beni culturali.

Abbiamo più volte rimarcato nelle sedi istituzionali e sulla stampa l’inopportunità degli atti di forza per comporre punti di vista divergenti su interessi degni di attenzione e rispetto.

Riteniamo fondamentale, invece, il metodo del dialogo tra i responsabili politici del Comune e i corpi intermedi della società, in questo caso l’associazione Liquilab.

Esortiamo, pertanto, a intraprendere un confronto aperto e senza pregiudizi per giungere a una soluzione condivisa.

A tal fine è indispensabile conoscere le modalità specifiche delle varie attività di Liquilab, affinché possano conservare il loro valore sociale anche nelle nuove condizioni.

Affinché l’esito non sia uno sfratto, ma a una ridefinizione dei rapporti che apra una nuova stagione di ricerche e collaborazione».

Tricase, 04.10.2022

I Consiglieri Comunali di Cantiere Civico

Carmine Zocco

Gianluca Errico

Giacomo Elia

Continua a Leggere
Pubblicità

Più Letti

Copyright © 2019 Gieffeplus