Connect with us

Attualità

Raggi Zero: a Tricase l’ultima frontiera nella cura delle aritmie cardiache

Pacemaker senza “Raggi X”: l’equipe della sala di Elettrofisiologia del “Cardinale Panico” guidata dal Dott Palmisano è stata la prima in Italia nel riuscire in questa impresa

Pubblicato

il

Eseguito su un paziente del “Cardinale Panico” l’impianto di un pacemaker in grado di ripristinare il fisiologico funzionamento dell’impianto elettrico del cuore. Il delicato intervento è stato eseguito con una tecnica rivoluzionaria che evita completamente l’utilizzo di raggi X.


L’eccezionale intervento è stato eseguito presso il “Cardinale Panico” di Tricase  dal dottor Pietro Palmisano e dalla sua equipe nell’Unità Operativa Complessa di Cardiologia diretta dal dottor Michele Accogli su un paziente di 78 anni affetto da una grave ed evolutiva forma di aritmia cardiaca.


Rispetto ad un pacemaker convenzionale, quello impiantato dal Dottor Palmisano è in grado di stimolare con estrema precisione un microscopico fascio di cellule nervose (denominato fascio di His) presente all’interno del cuore e che costituisce un punto nevralgico dell’impianto elettrico che governa il muscolo cardiaco.


La stimolazione selettiva di questo piccolo fascio (delle dimensioni di pochi millimetri) fa si che ad ogni battito il cuore si attivi in maniera fisiologica e naturale, consentendo di preservarne il perfetto funzionamento negli anni.


STIMOLAZIONE “HISIANA”


«Un normale pacemaker», chiarisce il dottor Palmisano, «stimola il cuore artificialmente. Tale stimolazione artificiale, però, col passare degli anni potrebbe indebolire il cuore. Il tipo di pacemaker da noi impiantato, invece, ripristinando un’attivazione elettrica fisiologica del cuore, evita l’indebolimento. In altre parole, con questo tipo di stimolazione (chiamata stimolazione “hisiana”) viene ripristinato il normale ritmo cardiaco come se il paziente non avesse il pacemaker».


L’impianto elettrico del cuore con il fascio di His


L’intervento in oggetto richiede un’estrema precisione: il catetere del pacemaker deve essere posizionato e fissato con precisione millimetrica su di un microscopico fascio di cellule.


L’elemento assolutamente innovativo e rivoluzionario dell’intervento eseguito dal Dott Palmisano e dalla sua equipe è che il pacemaker è stato impiantato senza l’utilizzo di raggi X.

Per il posizionamento del catetere è stato «utilizzato un sistema di mappaggio computerizzato di altissima tecnologia che consente di realizzare una ricostruzione tridimensionale delle camere cardiache e di navigare al loro interno con una precisione inferiore al millimetro, senza necessità di raggi X». Grazie a questo sofisticato sistema, l’intervento è stato eseguito con successo mantenendo l’apparecchio per l’erogazione dei raggi X completamente spento dall’inizio alla fine.


L’equipe della sala di Elettrofisiologia del “Cardinale Panico” guidata dal dottor Palmisano è stata la prima in Italia nel riuscire in questa impresa: «L’importantissimo traguardo» aggiunge il cardiologo del “Panico”, «conferma sempre più l’ospedale di Tricase come struttura di eccellenza nel panorama pugliese e nazionale. 


La mappa tridimensionale che ha consentito di posizionare i cateteri all’interno del cuore del paziente con una precisione inferiore al millimetro, senza l’utilizzo di raggi X


Questa innovativa tecnica per l’impianto del pacemaker chiamata “Raggi Zero”, oltre ad evitare l’esposizione alle radiazioni per il paziente e per gli operatori sanitari che partecipano all’intervento», sottolinea,«consente di ricostruire l’anatomia cardiaca con un’altissima precisione consentendo di posizionare i cateteri con maggiore precisione e sicurezza. L’utilizzo di sistemi di mappaggio che non richiedono l’utilizzo di raggi X», conclude il dottor Pietro Palmisano, «rappresenta l’ultima frontiera nella cura delle aritmie cardiache, oggi riservata a pochi centri d’eccellenza, ma che sicuramente nei prossimi 10 anni costituirà il nuovo standard per questo tipo di procedure».


Giuseppe Cerfeda


 


 


Attualità

Nuova ordinanza per le scuole superiori: da martedì il 75% delle lezioni a distanza

Pubblicato

il


Ancora una novità per le scuole pugliesi. Una nuova ordinanza del presidente della Regione Puglia interessa tutte le classi, dal primo all’ultimo anno, delle superiori che da martedì saranno tenute ad effettuare almeno il 75% delle lezioni a distanza.





Emiliano su Facebook:




Siamo costantemente al lavoro per fronteggiare l’emergenza sanitaria Covid, con particolare attenzione al mondo della scuola.

Ho emanato stasera una nuova ordinanza che prevede la percentuale minima del 75% di didattica integrata digitale e particolare attenzione per la restante parte per laboratori didattici, classi iniziali e terminali del ciclo e alunni con bisogni educativi speciali.

Solo per domani, 26 ottobre, considerata la necessità di consentire l’adeguamento dell’organizzazione didattica, rimane ferma la sospensione delle attività didattiche “in presenza” in tutte le scuole secondarie di secondo grado, limitatamente alle ultime tre classi del medesimo ciclo scolastico.

A partire dal 27 ottobre e fino al 24 novembre, le scuole dovranno adottare per una quota non inferiore al 75% la didattica digitale integrata in tutte le classi del ciclo della scuola secondaria di secondo grado, in modalità alternata alla didattica in presenza, modulando ulteriormente la gestione degli orari di ingresso e di uscita degli alunni anche attraverso l’eventuale utilizzo di turni pomeridiani, e disponendo che l’ingresso non avvenga in ogni caso prima delle 9,00.

Per la restante quota in presenza, le scuole individueranno le misure che riterranno più idonee per l’utilizzo dei laboratori didattici ed altre attività in presenza o anche per l’attività in presenza di classi iniziali e terminali, e per l’attività di alunni con bisogni educativi speciali.

Potete leggere l’ordinanza a questo link ➡️
http://rpu.gl/ZFkBH


Continua a Leggere

Attualità

Il miglior panettone del mondo è di Specchia

Pubblicato

il


È salentino il miglior panettone del mondo 2020.





Giuseppe Zippo, presidente dell’Associazione Pasticcieri Salentini di Confartigianato Imprese Lecce è vincitore della medaglia d’oro al Campionato Mondiale Panettone, il concorso internazionale sul lievitato per eccellenza, organizzato dalla Federazione Internazionale Pasticceria Gelateria Cioccolateria (FIPGC).









Alla manifestazione, svolta a Roma presso il CineCittà World, in ottemperanza delle norme di distanziamento richieste dall’emergenza Covid, hanno partecipato numerosi professionisti provenienti da tutto il mondo che si sono esibiti nelle tre categorie Classico – Innovativo – Decorato.
Il pasticcere Giuseppe Zippo ha ottenuto il massimo riconoscimento nella categoria Classico, con un panettone tradizionale glassato ed è stato proclamato Eccellenza Pasticceria Italiana.
«Sono molto contento non solo per me ma per tutto il Salento – afferma Giuseppe Zippo -. Questo è un riconoscimento importante perché è stata premiata la professionalità dei pasticceri salentini. E in questo l’Associazione Pasticceri Salentini di Confartigianato Imprese Lecce ha il merito di aver riunito tante professionalità del nostro territorio. È una spinta ad andare avanti per far conoscere le eccellenze del Salento in tutto il mondo».
Per il pasticcere di Specchia, si tratta di una prestigiosa riconferma: l’anno scorso, infatti, era stato premiato con la medaglia d’argento al Campionato Mondiale Panettone 2019.








La squadra dei pasticceri salentini ha ottenuto numerosi premi: Emanuela Potì, della pasticceria “Dentoni” di Torre dell’Orso e Marco Andronico, vice presidente dell’Associazione Pasticceri Salentini e titolare della pasticceria “Picci & Capricci” di Sannicola hanno vinto la medaglia d’argento nella categoria Decorato; Federico Perrone, proprietario della pasticceria di Salice Salentino “Giuri’ss” si è aggiudicato l’argento nella categoria panettone tradizionale; Mario Caretto, della pasticceria “Caretto” ha portato a casa una doppia medaglia di argento sia nella categoria tradizionale che nella categoria innovativo.
La giuria del concorso era formata da 4 campioni del mondo di Pasticceria: Roberto Lestani Presidente di giuria, insieme a Matteo Cutolo, Paolo Molinari ed Enrico Casarano. A completare la giuria Claudia Mosca, Maurizio Santilli e Gianni Pina.
La Federazione Internazionale Pasticceria Gelateria Cioccolateria (FIPGC) è l’organo italiano per eccellenza che contribuisce a diffondere e a valorizzare in maniera globale, la cultura del mondo dei dolci, che comprende la pasticceria, la gelateria, la cioccolateria ed il cake design. Altro scopo della Federazione è quello di unire le diverse realtà (aziende, scuole, grossisti, associazioni, artigiani) esistenti sul territorio internazionale, per rafforzarne la collaborazione e la crescita del comparto artigianale dei diversi professionisti presenti nel mondo














Continua a Leggere

Attualità

Oltre 500 contagi: ci sono anche Salve e Patù

Pubblicato

il


Il weekend non frena il Covid che, in Puglia, mantiene un tasso di contagio elevato a quota 11,87%.





Il presidente della Regione Puglia, Michele Emiliano, sulla base delle informazioni del direttore del dipartimento Promozione della Salute Vito Montanaro, informa che oggi domenica 25 ottobre in Puglia, sono stati registrati 4.377 test per l’infezione da Covid-19 coronavirus e sono stati registrati 515 casi positivi: 208 in provincia di Bari, 21 in provincia di Brindisi, 90 nella provincia BAT, 103 in provincia di Foggia, 43  in provincia di Lecce, 45 in provincia di Taranto, 4 residenti fuori regione, 1 provincia di residenza non nota.





Sono stati registrati 7 decessi: 1 in provincia di Bari, 1 in provincia di Bat, 4 in provincia di Foggia, 1 residente fuori regione.





Dall’inizio dell’emergenza sono stati effettuati 522.951 test.





6011 sono i pazienti guariti.





7872 sono i casi attualmente positivi.





Il totale dei casi positivi Covid in Puglia è di 14.546, così suddivisi:





6.087 nella Provincia di Bari;





1.462 nella Provincia di Bat;





1.038 nella Provincia di Brindisi;





3.445 nella Provincia di Foggia;




1.091 nella Provincia di Lecce;





1.317 nella Provincia di Taranto;





105 attribuiti a residenti fuori regione;





1 provincia di residenza non nota.





I Dipartimenti di prevenzione delle Asl hanno attivato tutte le procedure per l’acquisizione delle notizie anamnestiche ed epidemiologiche, finalizzate a rintracciare i contatti stretti.





Cosa cambia sulla mappa









Non sono più Covid-free Patù e Salve. Entrambi i Comuni diventano zona rosa: fascia tra 1 e 5 contagi. Per Patù si tratta della prima volta: sino a ieri era tra i 12 Comuni mai interessati dal Coronavirus dall’inizio della pandemia.





Cambia colore Vernole che sale nel range tra i 6 ed i 10 casi.





A Galatone il sindaco ha comunicato un nuovo caso riguardante una donna che non è in condizioni preoccupanti.





A Soleto invece il sindaco ha disposto la chiusura delle scuole dopo la positività di una donna e di sua figlia, frequentante la scuola media.


Continua a Leggere
Pubblicità

Più Letti

Copyright © 2019 Gieffeplus