Connect with us

Tricase

Tricase ancora senza Giunta

Pubblicato

il

Dopo quasi due mesi dall’azzeramento della Giunta, voluto dal sindaco Antonio Musarò, ancora nessuna novità. Per essere precisi, la nuova Giunta c’era pure, ma la ribellione del PdL, sentitosi poco rappresentato rispetto al suo “peso” in Consiglio, ha paralizzato le operazioni. Ed ora che succede? Lo abbiamo chiesto proprio al sindaco Musarò, che ha ammesso: “Stiamo cercando con tutte le nostre forze di tamponare questa fase di emergenza. Sappiamo che dobbiamo trovare al più presto una soluzione.


È un problema del momento, che però sta durando troppo e non certo per colpa mia. E come ho sempre detto, è un problema esclusivamente politico”. È ancora convinto che quest’Amministrazione abbia un futuro? “Mi auguro di si e questo è il mio obiettivo. La gente ci ha votato per amministrare e dare delle risposte al paese”. Intanto, in due mesi non siete riusciti a mettere su un esecutivo. “Non è solo un problema di Giunta, ma di stabilità politica”. Come pensate di risolvere gli attriti con il PdL? “Solo un chiarimento profondo potrebbe risolvere la situazione, speriamo si possa definire tutto al più presto”.


Chiarimento che ancora non c’è stato? “Contatti ce ne sono stati, ma la soluzione dovrà essere definitiva. Non vorrei da qui a qualche mese ritrovarmi punto e a capo”. C’è la possibilità che la Giunta torni ad essere quella da lei azzerata? “Non lo escludo; se riusciamo a dare una svolta politica e mettere l’esecutivo nelle condizioni di esprimesi al meglio, perchè no? Ma Lo ribadisco: il problema non è legato alle persone che dovranno lavorare in Giunta, ma è esclusivamente politico”.

E’ cambiato il rapporto con i cittadini dopo tutto quanto sta avvenendo? “La gente mi conosce come una persona al servizio del popolo e penso che ancora mi veda in questo modo, cioé come una persona che non deve fare carriera politica ad ogni costo, ma che vuole risolvere i problemi della gente”. Nel prossimo Consiglio sarà presentata la nuova Giunta? “Sicuramente si. Stiamo lavorando giorno e notte per raggiungere una stabilità politica che ci consenta finalmente di assolvere agli impegni presi”.


liz@ilgallo.it


Appuntamenti

Porto Rubino: questa sera Tricase su Rai 2

Brunori SAS, Samuele Bersani, Roberto Esposito e gli altri artisti che hanno animato la serata tricasina in seconda serata in Tv

Pubblicato

il

Il suggestivo viaggio di Porto Rubino tra le coste della Puglia non si arresta e diventa un programma televisivo, approdando su Rai2, dalle 23.

Questa sera, fra le suggestive location che hanno ospitato il Festival, anche la Città di Tricase con l’appuntamento del 10 luglio scorso.

Brunori SAS, Samuele Bersani, Roberto Esposito e gli altri artisti che hanno animato la serata tricasina in prima serata in Tv.

https://www.raiplay.it/dirette/rai2/Porto-Rubino-68d870e6-7922-4a7e-a427-76963877e30c.html?wt_mc=2.www.fb.raiplay

 

 

Continua a Leggere

Appuntamenti

Tricase, festa della Madonna del Gonfalone con i MalfAttori

Domenica 21 a partire dalle ore 21.
Questo evento sarà dedicato alla memoria e al ricordo di Anna Musio

Pubblicato

il

Tradizionale festa per la Madonna del Gonfalone sulla strada tra Tricase ed Alessano nei pressi del rione Santa Eufemia di Tricase.

La comunità farà festa domenica 21 e lunedì 22 agosto.

Oltre al nutrito programma religioso che coinvolgerà i fedeli da segnalare gli appuntamenti con il cabaret dei MalfAttori domenica 21 a partire dalle ore 21.

Questo evento sarà dedicato alla memoria e al ricordo di Anna Musio.

Lunedì 22 spazio alla musica (sempre dalle 21) con la cover band dei Pinguini Tattici Nucleari.

Continua a Leggere

Attualità

Parco Otranto-Leuca, Forte: “Mancata unità d’intenti”

Pubblicato

il

Riceviamo e pubblichiamo la lettera sul “Parco naturale regionale Costa Otranto – Santa Maria di Leuca e Bosco di Tricase” (colpito da ripetuti devastanti incendi) indirizzata dal segretario del circolo PD di Tricase, Gianluigi Forte, al sindaco di Tricase, agli assessori del PD di Tricase ed a tutto il gruppo consiliare del Partito Democratico di Tricase.

______________________

Gli ultimi accadimenti che hanno interessato ancora una volta l’area del Parco naturale regionale Costa Otranto – Santa Maria di Leuca e Bosco di Tricase, impongono una seria riflessione sulle prospettive e sul futuro dell’Ente.

Istituito con Legge Regionale n. 30 del 26 ottobre 2006, il Parco nasceva con l’intento di tutelare il proprio patrimonio rurale, architettonico e naturalistico, nonché per valorizzare il territorio, secondo un modello di sviluppo eco-sostenibile.

Tuttavia, l’assenza di unità d’intenti e di una visione a lungo periodo, hanno consentito che il Parco naturale regionale Costa Otranto – Santa Maria di Leuca e Bosco di Tricase divenisse solo “un vincolo” e non “un’opportunità di crescita” per l’intero territorio, come sarebbe stato auspicabile.

Certamente non si vuol puntare il dito su errori commessi ed eventuali colpevoli; è invece nostra intenzione stimolare un’azione coordinata tra le realtà amministrative aderenti al Parco, al fine di trovare le soluzioni più utili al fine di risolvere le criticità note.

Sentiamo il dovere di farlo, perché la tutela e la valorizzazione dell’immenso patrimonio architettonico, culturale e ambientale che il Parco rappresenta, sono valori cardine e principi ispiratori per la nostra azione politica, da sempre sensibile nei confronti dell’ambiente.
Ecco perché, come portavoce della volontà degli iscritti e dei militanti del Partito Democratico di Tricase, chiedo esplicitamente ai nostri rappresentanti, ed in particolar modo al Sindaco di Tricase, in qualità di Presidente pro-tempore dell’assemblea consortile del Parco, di farsi carico delle summenzionate problematiche che l’Ente Parco sta vivendo.

Il proficuo rapporto con le comunità del Capo di Leuca e con le Città della Provincia di Lecce ha consentito di cogliere opportunità importanti per lo sviluppo della nostra area! Ciò è stato possibile grazie alla lungimiranza dei sindaci e di tutti gli amministratori che hanno colto la sfida del cambiamento: una sfida culturale, ancor prima che economica e sociale.

Auspichiamo, dunque, che anche l’Ente Parco venga presto coinvolto in questo processo, al fine di ridiscuterne la governance, la vision, con nuove idee e prospettive di sviluppo.
È evidente che il mantenimento dello status quo, infatti, stia arrecando danno alla nostra terra. È tempo di invertire la rotta!

Così come avete già dimostrato, in altri ambiti amministrativi di vostra competenza, sono fiducioso in un vostro impegno, dandovi sin da ora, la nostra disponibilità, quella di tutta la comunità del Partito Democratico locale ad una piena e definitiva risoluzione della vicenda.

Gianluigi Forte

Continua a Leggere
Pubblicità

Più Letti

Copyright © 2019 Gieffeplus