Connect with us

Calimera

Calimera e Gabon unite dal Museo Naturalistico

Pubblicato

il

Firmato un importante protocollo di collaborazione tra il Museo di Storia Naturale del Salento di Calimera, gestito dalla Cooperativa Naturalia, e il Centro Nazionale della Ricerca Scientifica e Tecnologica (CENAREST) della Repubblica del Gabon (Africa equatoriale). E’ il frutto di un lungo e meritorio lavoro svolto dagli studiosi della struttura salentina, che ha interessato ed entusiasmato i dirigenti del Centro Ricerche della Repubblica Centraficana. Nei giorni dal 1 al 16 aprile scorsi, infatti, una rappresentanza di studiosi del Museo, coordinata dal direttore Antonio Durante, si è recata in Gabon per stipulare il protocollo di collaborazione ed effettuare rilievi sulla fauna equatoriale. A riprendere l’evento la televisione di Stato del Gabon, che ha trasmesso gran parte della manifestazione. “Siamo molto orgogliosi di come la struttura museale, grazie alla Coop. Naturalia, si stia facendo apprezzare per le sue numerose attività di ricerca non solo nel Salento, ma anche in Italia e, ancora più importante, oltre i confini nazionali”, ha dichiarato il sindaco di Calimera, Giuseppe Rosato, non appena ha appreso la notizia dell’accordo. “Sono stati giorni ricchi ed entusiasmanti”, ha aggiunto il direttore Durante, “abbiamo raccolto moltissimo materiale di studio che presto ci impegnerà nel lavoro di classificazione e determinazione. Speriamo che anche in questo caso, come è già successo in quello della Nigeria, il materiale raccolto ci riservi interessanti sorprese con la scoperta e la descrizione di nuove specie”. E’ nelle intenzioni della Cooperativa Naturalia, inoltre, organizzare quanto prima una mostra sulle numerose specie di lepidotteri scoperte e descritte dagli entomologi del Museo calimerese durante gli studi condotti in Nigeria e grazie al materiale, mai studiato prima, fornito dal British Museum di Londra. Purtroppo le specie scoperte grazie al materiale del British dovranno essere restituite alla struttura londinese e la mostra sarà la sola occasione per poterle ammirare. Quelle raccolte in Nigeria, invece, rimarranno presso il Museo di storia naturale a Calimera e saranno a disposizione degli studiosi di tutto il mondo.

Appuntamenti

Festa dei Lampioni e de lu cuturusciu a Calimera

Domani presentazione a Palazzo Adorno. L’atteso appuntamento con il culto della luce e del Santo è organizzato dalla Pro Loco Calimera, con il patrocinio del Comune di Calimera, della Provincia di Lecce, di Unione nazionale Pro loco d’Italia e Unione dei Comuni della Grecia Salentina

Pubblicato

il

Dopo due anni di stop forzato, Calimera torna a festeggiare il solstizio d’estate con la tradizionale festa giunta alla XXI edizione, che illuminerà la piazza e le strade con i  caratteristici “lampioni”, strutture di canne lacustri essiccate al sole, spago o fil di ferro, ricoperte di carta velina, costruite dai soci della Pro Loco di Calimera.

Il cosiddetto “cuturusciu” è il tradizionale tarallo morbido (prodotto P.A.T.).

Domani, alle ore 11,30, a Palazzo Adorno a Lecce, si terrà la conferenza stampa di presentazione della Festa dei Lampioni e de lu Cuturusciu, nella ricorrenza di San Luigi, in programma a Calimera lunedì 20 e martedì 21 giugno.

In cartellone i concerti di Enzo Petrachi e la Folk Band22 (lunedì 20) e di Antonio Castrignanò & Taranta Sounds (martedì 21).

Per tutta la durata della festa: stand gastronomici a cura della Pro Loco, allestimento dei lampioni lungo le strade intorno la piazza ed in tutto il centro storico, mercatino di arte artigianato ed enogastronomia.

L’atteso appuntamento con il culto della luce e del Santo è organizzato dalla Pro Loco Calimera, con il patrocinio del Comune di Calimera, della Provincia di Lecce, di Unione nazionale Pro loco d’Italia e Unione dei Comuni della Grecia Salentina.

Ad illustrare gli eventi e gli appuntamenti che si snoderanno nelle due giornate interverranno in conferenza stampa: Stefano Minerva, presidente della Provincia di Lecce, Brizio Maggiore, consigliere provinciale, Gianluca Tommasi sindaco di Calimera, Brizio Rescio presidente Pro Loco Calimera, i musicisti Antonio Castrignanò ed Enzo Petrachi.

Continua a Leggere

Calimera

Rapina all’ufficio postale di Calimera, un arresto

Agendo a volto coperto e armato di un taglierino, aveva preso in ostaggio una cliente e, dopo aver strattonato una dipendente, si era fatto consegnare circa 8mila euro dalle casse

Pubblicato

il

Al termine di una rapida attività d’indagine i Carabinieri della Stazione di Calimera hanno eseguito il fermo di indiziato di delitto di un italiano incensurato per la rapina aggravata avvenuta nella giornata di ieri all’Ufficio Postale di Calimera.

Nella tarda mattinata di giovedì 26 maggio un uomo, agendo a volto coperto e armato di un taglierino, era entrato nel citato ufficio, aveva preso in ostaggio una cliente e, dopo aver strattonato una dipendente, si era fatto consegnare circa 8mila euro dalle casse, dandosi alla fuga in auto subito dopo.

I militari della Stazione grazie ad una prima descrizione del soggetto avuta dai testimoni e successivamente attraverso le immagini dei sistemi di video-sorveglianza, sono riusciti ad ottenere un primo identikit del presunto indiziato, raccogliendo alcuni indizi anche grazie ad una perquisizione effettuata nell’immediatezza del fatto che consentiva di rinvenire i possibili indumenti utilizzati per la rapina.

Gli operanti hanno quindi iniziato a setacciare palmo a palmo le strade del Comune ellenofono e le vie d’uscita limitrofe. Rintracciato nella mattinata odierna e condotto presso gli Uffici della locale Stazione, l’uomo veniva pertanto sottoposto a fermo e, su disposizione del P.M. di turno, tradotto presso la Casa circondariale di Lecce.

Continua a Leggere

Appuntamenti

Paladini del Territorio: le iniziative in provincia

A Matino, Supersano, Ruffano, Scorrano, Spongano, Specchia, Nociglia, Calimera, Caprarica di Lecce, Corigliano d’Otranto e Lecce. In Puglia, oltre 230 persone impegnate in attività di ripristino di aree problematiche. Fondazione UNA, in collaborazione con le associazioni venatorie del territorio italiano, da il via al progetto “Operazione Paladini del Territorio”, che vedrà impegnati cacciatori e cittadini in azioni di recupero, salvaguardia e ripristino di zone colpite dall’inquinamento originato dall’uomo.

Pubblicato

il

Dal 21 al 29 maggio, settimana in cui ricorre la giornata mondiale della Biodiversità, Fondazione UNA, in collaborazione con le associazioni venatorie del territorio italiano, darà finalmente il via al progetto “Operazione Paladini del Territorio”, che vedrà impegnati cacciatori e cittadini in azioni di recupero, salvaguardia e ripristino di zone colpite dall’inquinamento originato dall’uomo.

Le associazioni dell’ATC provincia di Lecce e le sezioni regionali e comunali pugliesi delle associazioni venatorie Enalcaccia, ATC e Federcaccia lavoreranno insieme per la pulizia di boschi, spiagge, sentieri ed aree urbane particolarmente contaminate.

Il 21 maggio 2022 sarà la prima giornata dedicata all’Operazione Paladini del Territorio, un’iniziativa organizzata e sostenuta da Fondazione UNA – Uomo, Natura e Ambientein collaborazione con le associazioni venatorie del territorio nazionale.

In Puglia, sono state programmate 16 diverse azioni di recupero e salvaguardia del territorio in zone colpite dall’inquinamento, che prevederanno la partecipazione di oltre 230 persone tra cacciatori e cittadini volontari che agiranno secondo i principi che guidano ogni paladino, cioè nel pieno rispetto della natura e della biodiversità.

Sabato 21 maggio le sezioni Enalcaccia Matino, Federcaccia Barletta (BAT) e le associazioni dell’ATC della Provincia di Lecce (Pro Loco Supersano, Comune di Calimera) daranno il via all’iniziativa dedicandosi alla pulizia degli ambienti naturali, dei boschi e delle spiagge limitrofe ai Comuni di appartenenza.

Domanica 22, sarà il turno delle associazioni dell’ATC della Provincia di Lecce di Scorrano, Spongano, Specchia, Nociglia, di Federcaccia Andria (BAT) e Barletta che opereranno per la pulizia di boschi e delle aree di caccia vicine alle cittadine interessate dagli eventi.

Venerdì 27, le associazioni dell’ATC della Provincia di Lecce del Comune di Ruffano si occuperanno della pulizia dei boschi limitrofi alla città, oltre alla villa del parco comunale.

Nella penultima giornata dedicata alla settimana della biodiversità, sabato 28 maggio, le associazioni dell’ATC della Provincia di Lecce del Comune di Caprarica di Lecce e di Corigliano d’Otranto hanno organizzato una giornata di pulizia di una zona verde adiacente alle città nonché la pulizia di boschi e sentieri del vicinato.

Domenica 29 maggio Federcaccia di Lecce e San Paolo di Civitate (Fg) chiuderanno l’iniziativa, occupandosi dei boschi ed i sentieri nei pressi delle due località.

A livello nazionale, l’Operazione Paladini del Territorio coordinata da Fondazione UNA vedrà la realizzazione di oltre 80 attività di recupero e salvaguardia dell’ambiente in 14 diverse regioni italiane, per una partecipazione totale di oltre 2mila persone. Tutti i partecipanti interverranno nelle proprie zone di competenza per rispondere alle necessità caratteristiche di ciascun territorio, contribuendo così a ribadire il profondo legame e il rispetto che lega il cacciatore all’ambiente in cui opera e che frequenta durante tutto l’anno.

FONDAZIONE UNA

Fondazione UNA attraverso una nuova filiera ambientale, composta da realtà a volte in contrasto, si impegna nella tutela e nella gestione della natura contribuendo al benessere della comunità. In essa convergono, infatti, realtà ambientaliste, agricole e venatorie, insieme a quelle scientifiche e accademiche, le quali condividendo obiettivi comuni e collaborando intorno a progetti concreti, agiscono sinergicamente verso il fine condiviso di realizzare un contesto territoriale e ambientale sostenibile.

Uno dei fondamenti di Fondazione UNA è la tutela della biodiversità attraverso il suo impegno attivo nell’affrontare e cercare soluzioni alle emergenze che ne minacciano l’equilibrio, mediante la realizzazione di attività e progetti mirati.

Continua a Leggere
Pubblicità

Più Letti

Copyright © 2019 Gieffeplus