Connect with us

Melendugno

Influenza “suina”: chiusa la Media a Melendugno

Pubblicato

il

Il consigliere regionale Aurelio Gianfreda: “Si sono verificati 17 casi in una classe. Domani presenterò un’interrogazione urgente all’assessore alle Politiche sanitarie, Tommaso Fiore, per chiedere a che punto è il piano di dotazione dei vaccini per i medici di base”. Questo il testo dell’interrogazione urgente di Gianfreda in merito a “servizi di potenziamento e di affiancamento per i Medici di Medicina generale e per i Pediatri di libera scelta in occasione della pandemia da AN1H1. Il sottoscritto consigliere regionale, Aurelio Gianfreda, visti i casi verificatisi oggi a Melendugno, in provincia di Lecce, dove la scuola media statale è stata chiusa perché si sono registrati in una sola classe 17 casi di influenza; vista l’ordinanza del viceministro alla salute, Ferruccio Fazio, in relazione a Misure urgenti in materia di protezione AH1N1 del 30 settembre 2009;

visto il telefax prot. DGPREV.V/P con all’oggetto: Risposta alla nuova influenza A/H1N1v  Medici di medicina generale (MMG) e PEDIATRI DI LIBERA SCELTA con cui il viceministro predispone servizi di triage (cooordinamento) telefonico per impedire che durante il periodo di maggiore incidenza della malattina si presentino spontaneamente negli studi medici e nei pronto soccorso pazienti che affollino le sale d’attesa e ove necessario di potenziare il servizio di continuità assistenziale sia notturno che prefestivo e festivo, nonché, ove necessario, di istituirlo nei giorni feriali a supporto dell’attività svolta dai Medici di medicina generale e dai Pediatri di libera scelta;

interroga con urgenza l’assessore alle Politiche della Salute, Tommaso Fiore, per conoscere: 1) quali misure intenda adottare per garantire la massima diffusione del vaccino tra i medici di base e proteggere gli alunni delle scuole primarie e secondarie; 2) quali misure intenda adottare per il potenziamento del servizio di continuità assistenziale sia notturno che prefestivo e festivo, nonché, ove necessario, nei giorni feriali a supporto dell’attività svolta dai medici di medicina generale e dai pediatri di libera scelta; 3) quali misure intenda adottare per istituire il triage (coordinamento) telefonico che abbia il ruolo di fornire informazioni e consigli agli assistiti, ivi incluse le prime indicazioni di trattamenti in casi sospetti di influenza con sintomatologia lieve e definire (sulla base di un protocollo tra Regioni e Pubbliche amministrazione) la necessità e i tempi appropriati della visita ambulatoriale per evitare fenomeni di sovraffollamento dei presidi di pronto soccorso e degli ambulatori dei medici di base e dei pediatri di libera scelta”.

Attualità

Bandiera Blu 2020: i Fantastici 4 del Salento

Alle confermate Otranto, Castro e Salve (Pescoluse, Posto Vecchio, Torre Pali) si aggiunge Melendugno, con le spiagge di Roca, San Foca/Centro/Torre Specchia, Torre Sant’Andrea e Torre dell’Orso

Pubblicato

il

Otranto, Castro e Salve (Pescoluse, Posto Vecchio, Torre Pali) si confermano tra le località Bandiera Blu, riconoscimento che viene assegnato dall’organizzazione non-governativa e no-profit Fee, “Foundation for Environmental Education”.

La novità di quest’anno è Melendugno, con le spiagge di Roca, San Foca, Torre Specchia, Torre Sant’Andrea e Torre dell’Orso.

La Bandiera Blu è un riconoscimento internazionale istituito nel 1987 nell’Anno europeo dell’Ambiente e che viene assegnato ogni anno in 41 paesi, inizialmente solo europei, più recentemente anche extra-europei. La Bandiera Blu riconosce l’impegno dei comuni premiati per le politiche attente alla sostenibilità che vengono perseguite sul territorio. Diversi i parametri presi in considerazione dalla Fee, e tra questi, in particolar modo, l’educazione ambientale, la qualità delle acque di balneazione, la depurazione delle acque reflue, la gestione dei rifiuti, la regolamentazione del traffico veicolare, la sicurezza e i servizi garantiti sulle spiagge.

Questa mattina, alle ore 11, in via telematica a causa dell’emergenza Covid-19, si è svolta la conferenza di presentazione delle Bandiere Blu 2020, con la partecipazione dei primi cittadini delle località premiate.

La soddisfazione il sindaco di Otranto, Pierpaolo Cariddi: “Continuiamo a confermare questo prestigioso riconoscimento che premia un lavoro costante per mantenere e migliorare sempre più la qualità del nostro territorio in termini di servizi offerti e di tutela del patrimonio culturale, storico, artistico, stratificato dopo secoli e secoli di storia”.

Sono sempre di più gli interventi e i nostri progetti che mirano a una fruizione dei contesti al rispetto dei valori ambientali”, conclude il primo cittadino, continueremo su questa strada che certamente riconosce l’impegno della nostra comunità”.

Continua a Leggere

Attualità

Comuni costieri salentini a Conte: “Rischiamo il default!”

Porto Cesareo, Castro, Ugento, Otranto, Melendugno e Castrignano del Capo: i sindaci scrivono al Presidente del Consiglio e chiedono di non essere abbandonati a se stessi

Pubblicato

il

I sindaci di Porto Cesareo, Castro, Ugento, Otranto, Melendugno e Castrignano del Capo scrivono al Presidente del Consiglio per chiedere aiuto in vista di un’estate che potrebbe vedere i loro paesi a rischio default.

“Fino a ieri”, si legge nella lettera inviata per conoscenza anche alle presidenze nazionale e regionale dell’Anci, “abbiamo ritenuto semplicemente ingiusto il meccanismo del Fondo di solidarietà Comunale che ci ha assorbito risorse a vantaggio di altri enti (più o meno virtuosi), ma ciononostante ci siamo adoperati per erogare servizi essenziali e turistici con altre entrate legate al turismo. Oggi che queste entrate vengono meno, i nostri bilanci sono in sofferenza con forti ripercussioni sul nostro territorio”.

Siamo completamente dimenticati”, l’S.O.S. lanciato dal sindaco di Porto Cesareo Salvatore Albano ed il suo assessore al Bilancio Paola Cazzella, “dal 2013, da quando c’è il Fondo di Solidarietà negativo, abbiamo dovuto autogestirci. Abbiamo quindi aumentato le altre entrate turistiche, abbiamo istituito l’imposta di soggiorno, puntato su COSAP, aree di parcheggio, le sanzioni per contravvenzioni al codice della strada, per chiudere il bilancio e garantire servizi adeguati ai cittadini e ai turisti, sempre con difficoltà. Oggi che queste entrate vengono meno, il governo non ci può ignorare”.

I comuni rivieraschi lamentano un paradosso: dopo aver mostrato di essere virtuosi da contribuire, da sette anni a questa parte, alle casse degli altri Comuni, oggi si sentono abbandonati.

Non vogliamo togliere entrate agli altri Comuni“, conclude Cazzella, “ma almeno le nostre in questa emergenza ci vengano lasciate e per tempo. Se ci danno risposte a settembre, noi come ci organizziamo? Ci dessero quantomeno  la possibilità di lavorare alla gestione delle spiagge libere”.

 

Continua a Leggere

Cronaca

Spaccio: nei guai 17enne di Melendugno

Fermato in flagranza di reato, aveva con se hashish, un passamontagna e una pistola a salve priva di tappo rosso

Pubblicato

il

Diciassettenne beccato in flagranza di reato è stato arrestato per detenzione e spaccio a Melendugno.

La perquisizione a suo carico ha consentito ai carabinieri della Stazione di San Pietro in Lama, di rinvenire 204 grammi di hashish, un passamontagna e una pistola a salve priva di tappo rosso, oltre a 20 euro in contanti.

L’arrestato, ancora minorenne, espletate formalità di rito, è stato accompagnato al Centro di Prima Accoglienza di Monteroni in attesa di citazione diretta a giudizio.

Continua a Leggere
Pubblicità

Più Letti

Copyright © 2019 Gieffeplus