Connect with us

News & Salento

Minaccia e vessa il nonno che vive con lui e si aprono le porte del carcere

Il provvedimento è scaturito a seguito della richiesta dei Carabinieri

Pubblicato

il

Nel pomeriggio di sabato, a Calimera, i Carabinieri, hanno notificato una misura di custodia cautelare in carcere, emessa dal Tribunale di Lecce, nei confronti di D.C., classe 1995, già noto alle Forze dell’Ordine, e sottoposto al regime degli arresti domiciliari.


Il provvedimento è scaturito a seguito della richiesta dei Carabinieri  di Calimera per comportamenti vessatori e minacciosi del soggetto nei confronti del nonno paterno con lui convivente.

L’arrestato, espletate le formalità di rito è stato accompagnato presso il carcere di Lecce su disposizione dell’Autorità Giudiziaria.


Attualità

Tricase: maestra positiva e scuola dell’infanzia chiusa per due giorni

Sospese a titolo cautelativo e preventivo le attività didattiche in presenza in tutta la Scuola dell’Infanzia di Via Pertini il 4 e 5 dicembre per procedere alla sanificazione straordinaria del plesso (ala infanzia)

Pubblicato

il

Maestra positiva al covid e scuola chiusa per due giorni per la sanificazione.


La vicenda riguarda il plesso di via Pertini facente parte dell’Istituto comprensivo di via Apulia.


Come pubblicato sul sito istituzionale della scuola, adottando le misure per il contenimento dell’emergenza epidemiologica da Covid19, la dirigente scolastica Rina Mariano ha firmato «a titolo cautelativo e preventivo, la sospensione delle attività didattiche in presenza in tutta la Scuola dell’Infanzia di Via Pertini il 4 e 5 dicembre per procedere alla sanificazione straordinaria del plesso (ala infanzia)».


Negli stessi giorni «tutti i docenti svolgeranno servizio in modalità a distanza secondo quanto previsto dal Piano Scolastico per la Didattica Digitale Integrata».

Tutte le sezioni, fatta eccezione per la sezione B, interessata direttamente, rientreranno in presenza da mercoledì 9 dicembre.


Gli alunni della sezione B dove insegnava la maestra risultata positiva, così come il personale scolastico individuati come contatti stretti, invece, «rispetteranno il provvedimento e le prescrizioni del Dipartimento di Prevenzione di isolamento fiduciario domiciliare con sorveglianza sanitaria fino all’11 dicembre presso il proprio domicilio».


Continua a Leggere

Attualità

Spostamenti tra regioni vietati durante le feste, ecco il Decreto

Consentito il rientro alla propria residenza, domicilio o abitazione, con esclusione degli spostamenti verso le seconde case ubicate in altra regione nelle giornate del 25 e 26 dicembre 2020 e del 1° gennaio 2021, anche ubicate in altro Comune

Pubblicato

il

Spostamenti per fine anno: pubblicato in gazzetta ufficiale il Decreto Spostamenti in vigore da domani e fino al 6 gennaio.


Due gli articoli contenuti che normeranno gli spostamenti:


«Dal 21 dicembre 2020 al 6 gennaio 2021 è vietato, nell’ambito del territorio nazionale, ogni spostamento in entrata e in uscita tra i territori di diverse regioni o province autonome, e nelle giornate del 25 e del 26 dicembre 2020 e del 1° gennaio 2021 è vietato altresì ogni spostamento tra comuni, salvi gli spostamenti motivati da comprovate esigenze lavorative o situazioni di necessità ovvero per motivi di salute. È comunque consentito il rientro alla propria residenza, domicilio o abitazione, con esclusione degli spostamenti verso le seconde case ubicate in altra Regione o Provincia autonoma e, nelle giornate del 25 e 26 dicembre 2020 e del 1° gennaio 2021, anche ubicate in altro Comune, ai quali si applicano i predetti divieti».


E ancora: «Con riguardo all’intero territorio nazionale, nel periodo dal 21 dicembre 2020 al 6 gennaio 2021 i decreti del Presidente del Consiglio dei ministri di cui all’articolo 2 del decreto-legge n. 19 del 2020 possono altresì prevedere, anche indipendentemente dalla classificazione in livelli di rischio e di scenario, specifiche misure rientranti tra quelle previste dall’articolo 1, comma 2, dello stesso decreto-legge».



Continua a Leggere

News & Salento

Insulti e volgarità interrompono webinar di Unisalento sulla Palestina

Pubblicato

il


Triste e vile l’episodio registrato venerdì scorso durante un evento digitale organizzato dal Dipartimento di Scienze Giuridiche Unisalento.





Come racconta su Facebook la pagina Link Lecce – Scienze Giuridiche, mentre in un webinar (un seminario interattivo online) si discuteva di diritto internazionale, in occasione della presentazione del libro “Palestinian Refugees in International Law” di Francesca Albanese, “i relatori hanno subito un vile attacco da utenti sconosciuti con volgarità di ogni tipo, grida e insulti, a tal punto da dover sospendere temporaneamente il webinar” .





Non è purtroppo la prima volta “ma è già accaduto in un’altra occasione, sempre riferita a un incontro di discussione sul diritto all’autodeterminazione del popolo palestinese”, ricorda Link.




L’evento di venerdì scorso è stato bruscamente interrotto a causa dell’intrusione violenta e becera di pochi irrispettosi e spudorati che a suon di volgarità e insulti han fatto sì che non vi fosse modo di proseguire. La stessa Albanese, nel video che segue (pubblicato su Facebook), ha reso una lucida disamina dell’accaduto.






Continua a Leggere
Pubblicità

Più Letti

Copyright © 2019 Gieffeplus