Connect with us

Botrugno

Nidi d’artista nel Parco dei Paduli

Aperto il concorso pubblico di idee “Nidificare i Paduli”, dedicato alla realizzazione di “rifugi d’artista” all’interno del Parco Agricolo Multifunzionale dei Paduli (Pamp)

Pubblicato

il

Il Laboratorio Urbano Bollenti Spiriti delle Terre di Mezzo, l’Associazione culturale Lua – Laboratorio Urbano Aperto e i Comuni di San Cassiano, Botrugno, Surano, Nociglia, Giuggianello, promuovono un concorso di idee “Nidificare i Paduli, Strategie alternative del vivere in natura”, per la progettazione e autocostruzione di un rifugio per il futuro Albergo Biodegradabile e Temporaneo dei Paduli.


Il concorso è finalizzato alla selezione e realizzazione di due progetti prototipo di rifugio temporaneo a basso costo, che ricerchi linguaggi innovativi e sia basato sui concetti di essenzialità, di contestualizzazione nell’ambiente agricolo dei Paduli, di utilizzo delle risorse presenti in esso (paglia, canne, terra, foglie, legname di scarto dalla potatura, pietre, ecc), di tecniche tradizionali e lavorando sulla morfologia dei luoghi (riparo naturale, nido, grotta, dolina, tana, avvallamento, torre).


Il concorso è finanziato dall’Assessorato alle Politiche Giovanili della Regione Puglia, nell’ambito del progetto Laboratori Urbani, “Bollenti Spiriti”, e dai Comuni di San Cassiano, Botrugno, Nociglia, Surano e Giuggianello, con lo scopo di attivare processi di coinvolgimento e sperimentazione di buone pratiche, mediante l’azione creativa delle fasce giovanili nell’ottica di una valorizzazione e sviluppo di un territorio, che pur avendo un alto valore paesaggistico, agricolo e culturale, oggi è interessato da un fenomeno di lento degrado e abbandono sia su scala locale che su quella territoriale.

A sostegno, dell’iniziativa, ci saranno gruppi di giovani professionisti locali, costituiti in associazioni che attraverso i Laboratori Urbani dei “Bollenti Spiriti” dei cinque Comuni (San Cassiano-laboratorio mobilità dolce, Botrugno-laboratorio albergo diffuso, Nociglia-laboratorio agricolo, Surano-laboraotorio enogastronomico, Giuggianello-laboratorio percorsi culturali) parteciperanno alla fase organizzativa e promozionale dei progetti vincitori.


Il bando è scaricabile dal sito www.parcopaduli.it.


Botrugno

Statale 16: incidente mortale sulla Lecce – Maglie

Il 47enne Carlos Eduardo Buccelli, brasiliano d’origine ma residente a Botrugno, a bordo della usa Harley Davidson ha urtato per motivi in fase di accertamento una Fiat Punto. Purtroppo la rovinosa caduta si è rivelata fatale

Pubblicato

il

Tragedia sulla Statale 16 Lecce – Maglie

Carlos Eduardo Buccelli, 47 anni, brasiliano residente a Botrugno, è deceduto a causa delle ferite riportate in un incidente stradale.

Ieri sera l’uomo era in sella alla sua Harley Davidson quando, all’altezza proprio di Botrugno, per cause in fase di accertamento nel tentativo di una Fiat Punto,ha urtato l’autovvetura ed è rovinosamente caduto in terra.

Sul posto è giunta un’ambulanza del 118 ma la precipitosa corsa verso l’ospedale si rivelata purtroppo inutile, perché il 47enne è deceduto durante il trasporto a causa delle gravi ferite riportate.

Illese invece le due donne di Muro Leccese che erano a bordo della Punto.

Come da prassi in questi casi sull’incidente è stata avviata un’indagine per omicidio stradale ed i mezzi sottoposti a sequestro.

Continua a Leggere

Attualità

Cattivi odori nel magliese: eppur qualcosa si muove

Tavolo tecnico con l’Arpa il 21 aprile. Il sindaco di Maglie: “Individuare con celerità e fermezza le cause di tali emissioni per predisporre strumenti sanzionatori idonei e giusti per assicurare la vivibilità e fruibilità del territorio”

Pubblicato

il

Emissioni maleodoranti che interessano interi quartieri di Maglie soprattutto anche se molte lamentele in tal senso ci sono giunte anche da altri paesi come Scorrano, Sanarica, Botrugno e San Cassiano.

Qualcosa sembra muoversi anche grazia all’ Arpa (agenzia regionale per la protezione dell’ambiente) che ha inviato un’informativa al sindaco di Maglie Ernesto Toma.

Il primo cittadino ha infatti informato che gli hanno “fatto sapere prima di Pasqua”, come nel primo bimestre 2020 siano stati “individuati nel territorio di Maglie, fenomeni di disturbo olfattivo, e speriamo solo olfattivo”.

I rilievi sarebbero stati effettuati il 31 gennaio ed il 1° febbraio scorsi.

Ho subito contattato Arpa”, ha spiegato il sindaco Toma, “che mi ha riferito l’intenzione di convocare, con le modalità consentite, un Tavolo tecnico, per il 21 aprile alle ore 10”.

Il fenomeno è noto ai cittadini magliesi e (come detto) non solo: emissioni maleodoranti interessano interi quartieri, soprattutto nelle ore notturne e rendono impossibile il riposo.

Per Ernesto Toma “è giunto il momento di individuare con celerità e fermezza le cause di tali emissioni per predisporre strumenti sanzionatori idonei e giusti per assicurare la vivibilità e fruibilità del territorio”.

Maglie c’è e farà la sua parte senza tentennamenti, senza infingimenti e senza paure”, avverte il Primo cittadino, “ancora di più in questi giorni che stiamo riscoprendo, qualora ce ne fosse bisogno, il valore della salute, che appare scontato sino a quando non insidiato da fenomeni esterni”.

Il sindaco Toma, infine, invita “i cittadini a portare alla mia conoscenza ogni circostanza relativa all’oggetto e che io mi impegnerò di sottoporre all’attenzione dagli organi di competenza”.

Continua a Leggere

Botrugno

Incidente tra Botrugno e Sanarica: in 3 in ospedale

Pubblicato

il

In 3 sono finiti in ospedale per un incidente avvenuto nel primo pomeriggio di oggi sulla via tra Botrugno e Sanarica.

Coinvolte due auto: una VW Golf nera ed un Fiat Doblò bianco, che ha finito per ribaltarsi. Gli occupanti sono stati soccorsi e condotti in ospedale. Non sarebbero gravi le ferite ma data la violenza e la dinamica dell’incidente, i coinvolti, in evidente stato di choc, sarebbero stati accompagnati in nosocomio per accertamenti.

Necessario l’intervento dei vigili del fuoco. Sul posto anche i carabinieri.

Il sinistro si è verificato all’ingresso del centro abitato di Sanarica. In breve sul luogo del misfatto sono accorsi residenti in zona e si è creato un piccolo congestionamento al traffico.

Continua a Leggere
Pubblicità

Più Letti

Copyright © 2019 Gieffeplus