Connect with us

Appuntamenti

Uni Salento, tutte le novità in cantiere

Dopo un biennio comune e caratterizzato da una formazione omogenea, gli studenti potranno scegliere, con l’iscrizione al terzo anno, fra i percorsi…

Pubblicato

il

C’è grande attesa per l’evento “Incontro informativo sui tre percorsi curriculari”, in programma mercoledì 27 giugno 2018, alle 12.30, presso l’aula R26 del Dipartimento di Scienze giuridiche. Infatti, l’anno accademico 2018-2019 segna una tappa di rinnovamento fondamentale per il Corso di Laurea in Giurisprudenza dell’Università del Salento: per la prima volta saranno attivati, per gli studenti immatricolati due anni fa, gli indirizzi nei quali, in base alla ristrutturazione recentemente varata, l’offerta didattica si suddivide in tre percorsi a partire dal terzo anno.


Dopo un biennio comune e caratterizzato da una formazione omogenea, gli studenti potranno scegliere, con l’iscrizione al terzo anno, fra i percorsi Classico (che specializza soprattutto nei saperi propri delle professioni legali), Ambiente e Territorio (particolarmente adatto a chi voglia proporsi, negli studi legali, nel settore pubblico o nelle imprese, quale Giurista esperto nei temi ambientali e dell’agroalimentare), Europeo e Internazionale (fortemente votato all’internazionalizzazione della formazione, con diversi corsi impartiti in lingua inglese).


Queste e ulteriori novità introdotte di recente (di spicco i laboratori mirati all’inserimento professionale) attribuiscono al Corso di Giurisprudenza dell’Università del Salento caratteristiche oltremodo innovative nel panorama delle Facoltà giuridiche nazionali.

Se ne discuterà mercoledì, oltre che con la Presidente del Corso di Laurea, Prof. Francesca Lamberti, con i Professori Stefano Polidori, Massimo Monteduro e Saverio Di Benedetto. Questi ultimi, ciascuno referente di uno dei tre percorsi, chiariranno in dettaglio agli studenti i contenuti culturali e le prospettive professionali legate ai tre percorsi, onde favorire una scelta informata e consapevole da parte dei discenti che, a partire da settembre, si accingono a iscriversi al terzo anno.


Francesca Lamberti


Appuntamenti

Gli effetti del superbonus sulle aziende edili pugliesi

Venerdì 24 maggio incontro-dibattito sul Superbonus 110% a Lecce. Il coordinatore provinciale del M5S Iunio Valerio Romano: «I ritorni immediati, diretti e indiretti, insieme alla creazione di oltre un milione di posti di lavoro e alla conseguente diminuzione della cassa integrazione ne confermano la bontà». Nel corso dell’iniziativa si parlerà anche di Reddito Energetico

Pubblicato

il

 Segui il canale il Gallo  Live News su WhatsApp: clicca qui

Incontro-dibattito sul superbonus 110% e sul reddito energetico.

All’evento, in programma venerdì 24 maggio, alle ore 18, presso Palazzo Turrisi-Palumbo a Lecce e moderato dal consigliere M5S Arturo Baglivo, parteciperanno il vice presidente M5S Mario Turco, il senatore Antonio Trevisi e il consigliere regionale Cristian Casili.

Previsti i saluti del regionale M5S Leonardo Donno e del coordinatore provinciale Iunio Valerio Romano, nonché del rappresentante del Gruppo territoriale locale, Matteo Tommasi.

La presentazione dello studio sugli effetti del superbonus 110% sulle aziende edili pugliesi sarà affidato a Sebastiano Moretto.

«Un’opportunità imperdibile per esaminare e comprendere la verità riguardante una misura, che a dispetto della strumentale narrazione che se ne è fatta, ha rappresentato un forte incentivo per la crescita economico-produttiva del Paese, garantendo un grosso balzo in avanti sul fronte dell’efficientamento energetico e nella sicurezza antisismica delle abitazioni», ha dichiarato il coordinatore M5S per la Provincia di Lecce, Iunio Valerio Romano, «i ritorni immediati, diretti e indiretti, insieme alla creazione di oltre un milione di posti di lavoro e alla conseguente diminuzione della cassa integrazione, testimoniano chiaramente la sostenibilità economica e la fattibilità del superbonus 110%. Questo è stato confermato da studi indipendenti e accolto con lode dall’Unione europea».

Nel corso dell’iniziativa promossa dal MoVimento 5 Stelle, si parlerà anche di Reddito Energetico, misura introdotta e operativa in Puglia, «grazie alla quale», dichiara il senatore Antonio Trevisi, primo firmatario della legge istitutiva, «i cittadini che ne fanno richiesta possono installare nelle proprie abitazioni fonti di energia rinnovabile. Una misura che fa bene all’ambiente e garantisce un notevole risparmio in bolletta per i cittadini».

«È questa la strada che dobbiamo seguire, il futuro», ha concluso Trevisi, «è nelle energie rinnovabili».

Continua a Leggere

Appuntamenti

Montecchi e Capuleti: il teatro al Comi di Tricase

“Amarsi in una città che odia”: il lavoro dei ragazzi del liceo domani in scena

Pubblicato

il

Domani pomeriggio, ore 18, presso l’Auditorium “D. Valli”, del Liceo Statale “G. COMI” a Tricase, le Officine Culturali Comi porteranno in scena “Montecchi, Capuleti. Amarsi in una città che odia”.

Un lavoro realizzato dagli studenti del Liceo Comi, seguiti e guidati dagli esperti di A.LI.BI TEATRO.

L’ingresso è gratuito.

Continua a Leggere

Appuntamenti

«A discapito della nostra salute»

«Stanno portando il nostro territorio alla neo-colonizzazione energetica»: il Forum Amici del Territorio di Cutrofiano insieme ad altre associazioni del territorio, organizza, un incontro pubblico su “Impianti di digestione anaerobica per la produzione di biometano. Il mega progetto industriale di 5 ettari a Cutrofiano”.

Pubblicato

il

 Segui il canale il Gallo  Live News su WhatsApp: clicca qui

La nostra provincia sta diventando il polo nazionale per la trasformazione e lo smaltimento di rifiuti speciali pericolosi e non, ai danni della salute dei cittadini, in un territorio con un quadro sanitario allarmante.

La somma dei rifiuti trattati negli opifici in esercizio con quelli in fase di progettazione, ammontano ad un totale di circa due milioni di tonnellate all’anno.

Una diffusione esponenziale degli impianti privati di trattamento dei rifiuti nel Salento, in particolare gli impianti di digestione anaerobica, senza che vi sia una pianificazione regionale, in grado di valutare le vere necessità del territorio e individuarne sullo stesso, aree idonee per l’insediamento di impianti medio-piccoli possibilmente pubblici.

Un progetto di digestore anaerobico per ben 80mila tonnellate l’anno di rifiuti speciali e di frazione organica dei rifiuti solidi urbani, è in fase di valutazione dal 2021 nei competenti uffici della Provincia di Lecce, proposto della società HUMUS srl nel territorio di Cutrofiano.

Questo mega impianto industriale per 5 ettari di estensione è stato previso nel mezzo del Parco dei Paduli, un paesaggio rurale tutelato dal Piano Paesaggistico Territoriale Regionale della Puglia.

«Ma a quanto pare», denunciano dal Forum Amici del Territorio di Cutrofiano, «questo non basta per fermare lo “spirito imprenditoriale”, che sta portando il nostro territorio alla neo-colonizzazione energetica».

Per questo al fine di approfondire l’argomento, le associazioni del territorio (Forum Amici del Territorio E.T.S; ISDE, Associazione Medici per l’Ambiente, sezione di Lecce; A.I.R.S.A. (Associazione Indipendente Ricerca Salute e Ambiente); Coordinamento Civico Ambiente e Salute Prov. di Lecce; NoiAmbiente e Beni Culturali di Noha e Galatina; Nuova Messapia di Soleto; Natural-mente No Rifiuti di Collemeto, Galatina; Galatone Bene Comune) organizzano un incontro pubblico dal titolo: “Impianti di digestione anaerobica per la produzione di biometano. Il mega progetto industriale di 5 ettari a Cutrofiano”, che si terrà domani sera, alle ore 19,30, in Piazza Municipio a Cutrofiano.

L’invito all’incontro di domani a Cutrofiano – In evidenza foto di repertorio

Continua a Leggere
Pubblicità

Più Letti

Copyright © 2019 Gieffeplus