Connect with us

Appuntamenti

Olimpiadi dell’amicizia, gran finale

Parteciperanno, inoltre, i sindaci adulti e i sindaci junior dei 15 Comuni organizzatori, Bagnolo del Salento, Campi Salentina, Caprarica, Carpignano Salentino, Castrì, Galatone, Leverano, Martano, Martignano, Matino, Palmariggi, Ruffano, Scorrano, Trepuzzi e Tricase

Pubblicato

il

Oltre mille bambini attesi domani, martedì 23 maggio, a partire dalle 19, in piazza del Popolo a Muro Leccese, per l’evento che chiude l’edizione 2017 delle Olimpiadi dell’Amicizia. In programma un concerto speciale, che vedrà protagonisti i giovanissimi musicisti paraguaiani dell’Orquesta de instrumentos reciclados, l’ensemble musicale formata da ragazzi che suonano strumenti realizzati con materiali riciclati. Le Olimpiadi, alla loro sesta edizione, sono promosse da Provincia di Lecce e Comitato provinciale Unicef per diffondere i valori dell’amicizia, della non discriminazione, della pace e dell’integrazione, attraverso il gioco e prove sportive e creative.


Insieme ai piccoli partecipanti ci saranno il presidente della Provincia di Lecce Antonio Gabellone, la presidente Unicef Lecce Giovanna Perrella, il direttore generale di Unicef Italia Paolo Rozera, il prefetto di Lecce Claudio Palomba, il sindaco di Muro Leccese Antonio Lorenzo Donno, il direttore dell’Ufficio scolastico regionale di Lecce Vincenzo Nicolì.


 Parteciperanno, inoltre, i sindaci adulti e i sindaci junior dei 15 Comuni organizzatori, (Bagnolo del Salento, Campi Salentina, Caprarica, Carpignano Salentino, Castrì, Galatone, Leverano, Martano, Martignano, Matino, Palmariggi, Ruffano, Scorrano, Trepuzzi, Tricase), ai quali saranno consegnati  gli attestati di merito per l’impegno profuso, e i dirigenti scolastici di tutte le scuole coinvolte. A presentare la manifestazione sarà Rosaria RicchiutoL’Orquesta reciclados chiuderà la manifestazione, esibendosi per la prima volta nel Salento. L’originale ensemble musicale, testimonial Unicef, è nata grazie ad un progetto sociale unico, rivolto ai bambini e alle bambine che vivono nella favela di Cateura, nei pressi di Asunciòn, capitale del Paraguay, uno dei Paesi più poveri dell’America latina.

Cateura è la più grande discarica paraguayana e gran parte dei suoi 10.000 abitanti sopravvivono raccattando, selezionando e rivendendo rifiuti, in condizioni igieniche difficili da immaginare. Nel 2006, grazie all’intuizione geniale del consulente ambientale Favio Chavez, è stato ideato e creato un laboratorio in cui poter realizzare strumenti musicali riciclando rifiuti. Così vecchi barili di olio sono diventati cassa armonica di violoncelli, posate, monetine e tappi di birra si sono trasformati in tasti di perfette tastiere di sassofono. Oggi l’Orquesta reciclados, diretta dal maestro Chavez, ha 35 giovani musicisti che suonano strumenti musicali realizzati da loro stessi con materiali riciclati da rifiuti. In realtà sono oltre 200 i bambini e i ragazzi del quartiere che frequentano corsi di musica. Il suo repertorio spazia dalla musica classica al folk latino-americano, dalle cover dei Beatles e Sinatra alle colonne sonore dei film e all’heavy metal sinfonico. In Italia è stata ospite nella terza serata di Sanremo 2017. Nel 2016 ha suonato al Westin Excelsior di Via Veneto a Roma e al Four Seasons di Milano. I fondi raccolti grazie ai concerti stanno permettendo a un numero crescente di famiglie di avere borse di studio, sussidi per la casa e altre forme di aiuto.


Partite il 20 aprile scorso, le Olimpiadi dell’Amicizia hanno fatto tappa in 15 Comuni salentini, coinvolgendo centinaia di bambini e bambine provenienti dagli oltre 70 centri del Salento che hanno costituito il Consiglio comunale dei ragazzi. In ciascun Comune, i piccoli “atleti olimpionici” si sono cimentati in una delle cinque attività previste (scrittura creativa, grafica creativa, sport-orienteering, espressione musicale e giochi). Anche l’edizione 2017 si è svolta all’insegna della solidarietà con l’adesione alla campagna nazionale“Bambini in pericolo”, promossa sempre da Unicef per raccogliere fondi a sostegno dei bambini e delle bambine che vivono in zone di guerra.


Appuntamenti

Le arti marziali tradizionali cinesi a Casarano

Pubblicato

il

Ignoranza e decadimento; questo potrebbe essere l’estrema sintesi di ciò che in occidente si pensa di un mondo antichissimo e lontanissimo da noi ma che conserva intatto il proprio fascino millenario. Parliamo di arti marziali cinesi e della loro molto spesso triste deriva. Ad entrare nel dettaglio ed a cercare di spiegarne l’intimo significato, il 23 ottobre prossimo, a Casarano, presso il Palazzo dei Domenicani, ci sarà Giacomo De Angelis, sinologo, praticante ed insegnante di wushu tradizionale che sarà protagonista, per Officina d’Oriente, di due appuntamenti imperdibili per tutti i praticanti di arti marziali e sport da combattimento e per tutti gli appassionati di storia e cultura orientale.

Laureato in Cinese Classico ed esperto in medicina tradizionale, De Angelis sarà il protagonista del primo appuntamento che prevede la presentazione al pubblico della sua ultima opera edita da Luni: “Le arti marziali tradizionali cinesi in epoca moderna. Ignoranza e decadimento”. Con questo importante lavoro sinologico, testo raro nel suo genere, l’autore vuole porre l’attenzione sulla deriva troppe volte nonsense e mistificata delle arti marziali cinesi, il cosiddetto “kung fu”. Parliamo di luoghi comuni ed ignoranza che hanno trasformato nel tempo le arti marziali in qualcos’altro, certamente qualcosa di lontano dalla loro origine e dal proprio spirito iniziale.

Forte dei suoi studi e degli oltre quindici anni trascorsi in Cina, quotidianamente caratterizzati dal sudore dalla pratica con Maestri di assoluto livello, Giacomo De Angelis accompagnerà i partecipanti in un viaggio tra storia, cultura, lingua, religione e filosofia, un viaggio volto a fare chiarezza su pratiche secolari che troppo spesso vengono sminuite in quanto, nella maggior parte dei casi, allontanatesi troppo dalla realtà.

Al primo appuntamento, patrocinato dall’Università del Salento e dalla Città di Casarano, con la collaborazione della libreria Dante Aligheri, moderato dal giornalista e saggista Alberto Nutricati, segue il secondo, il giorno dopo, presso il Parco d’Oriente (nei pressi dell’Agenzia delle Entrate) decisamente più pratico ed esperienziale. Esperto praticante di Wing Chun e Meihuaquan, ufficialmente membro di due importanti genealogie, Giacomo De Angelis terrà un workshop aperto a tutti e rivolto soprattutto ai marzialisti, nel quale si darà corpo ai vari aspetti e caratteri essenziali tradizionali relativi al concetto di “forza esplosiva”, tipica degli stili cinesi. ShenFa (身法) cos’è e come allenarlo!

A. Memmi

Continua a Leggere

Appuntamenti

Diario di Note con Gianluca Impastato e Manuela Villa

Il comico e la cantante ospiti di Monia Palmieri su Studio 100

Pubblicato

il

Nuova puntata di Diario di note, il programmaconsueto appuntamento settimanale dell’emittente tvregionale Studio 100, visibile in Puglia sui canali 15 o 187 del digitale terrestre ed in streaming, ovunque ci si trovi, sul sito ufficiale dell’emittentewww.studio100.it.

Nella trasmissione condotta dalla presentatrice Monia Palmieri, gli ospiti si raccontano La musica che gli scorre dentro”, leitmotiv delprogramma. Raccontano  momenti del loro diario personale, del loro percorso di vita… e lo fanno attraverso le canzoni della loro vita, quei brani che custodiscono nel cuore.

Nella puntata che andrà in onda domenica 17ottobre alle 21.00 e giovedì 21 ottobre alle 23.15 circa, Monia Palmieri incontra dapprima il bravissimo comico Gianluca Impastato, presenza fissa per tanti anni nel cast del programma tv Colorado.

A seguire la bella e brava cantante Manuela Villa, voce meravigliosa. Una puntata decisamente da non perdere.

Continua a Leggere

Appuntamenti

Xenìa, lo spettacolo del faro

Cammino in ascolto a Punta Palascia

Pubblicato

il

Appuntamento al Faro di Punta Palascìa di Otranto sabato 16 (ore 14 ed ore 16) e domenica 17 ottobre (ore 11 ed ore 13) con Xenìa, uno spettacolo itinerante, una passeggiata di racconti lungo il sentiero che porta al Faro.

Xenìa è un percorso che spettatori e attori compiranno fisicamente insieme, gli uni accanto agli altri, lungo il sentiero che dalla strada superiore conduce al piazzale del Faro. Ogni passo condurrà verso storie solo all’apparenza diverse, che raccontano di viaggi e dei motivi che spingono i camminanti a muovere quel passo, a superare frontiere, ad ignorare frontiere, alla ricerca di una vita migliore o semplicemente perché mettersi in cammino è già una vita migliore. Ci sarà spazio per le parole, per i silenzi, per la danza e per la musica perché ognuno possa compiere il proprio unico e irripetibile cammino.

Xenia è un viaggio alla ricerca di storie che arrivano al cuore, che tagliano il tempo e lo spazio e aprono verso l’altro. Che non è mai tanto diverso da noi.
Xenìa è l’atto finale di un progetto che ha visto un laboratorio di scrittura creativa con allievi attori e un laboratorio con gli ospiti dei Progetti Sai gestiti da Arci Solidarietà Lecce società cooperativa sociale.

A narrare le storie di viaggio Fabrizio Pugliese e Fabrizio Saccomanno accompagnati dagli allievi attori Giampiera Dimonte, Angela Elia, Luigi Pontrelli. Gli spettatori lungo il percorso incontreranno poi un coro di voci diretto dal maestro Ettore Romano con gli ospiti dei progetti SAI gestiti da Arci Solidarietà Lecce società cooperativa sociale.

Ingresso gratuito ed accesso con Green Pass.
Per info e prenotazioni: urateatro@gmail.com oppure Cell. 328/3284004.


Continua a Leggere
Pubblicità

Più Letti

Copyright © 2019 Gieffeplus