Connect with us

Cronaca

Beve bottiglietta d’acqua e rischia l’avvelenamento

Pubblicato

il


Brutta disavventura per un uomo di Melpignano che, giovedì scorso, ha rischiato l’avvelenamento compiendo un normalissimo gesto quotidiano.





L’uomo, un 50enne addetto alle vendite in un centro commerciale, era al lavoro, a Surano, quando ha accusato dei strani sintomi dopo aver bevuto da una bottiglietta d’acqua appena acquistata.




Qualche attimo prima aveva chiesto la cortesia ad una collega di comprargli dell’acqua. La bottiglia portatagli era regolarmente sigillata, ma dopo averla bevuta tutta d’un fiato l’uomo ha iniziato ad accusare prurito su varie parti del corpo e forti dolori addominali.





A quel punto, la corsa a Scorrano per chiedere l’intervento del Pronto Soccorso. Gli è stato praticato un trattamento medico-farmacologico tipico da avvelenamento. Sulla bottiglietta d’acqua invece i medici poco han potuto fare. Al suo interno si intravedevano delle misteriose particelle trasparenti. Ora è nelle mani dei Nas che la analizzeranno. Da capire se si tratti di un fenomeno isolato o se può interessare altre bottiglie.


Cronaca

Cappottamento in pieno centro abitato: incidente shock a Patù

Pubblicato

il


Ha dell’incredibile lo scenario che questa mattina i soccorritori, intervenuti per un incidente, si son trovati dinanzi in pieno centro abitato a Patù.





Su via Giovanni XXIII, la strada che porta fuori dal paese e conduce verso Morciano di Leuca, una Lancia Y ha letteralmente preso il volo catapultandosi dopo l’impatto con un’altra auto.





Stando alla prima ricostruzione, l’auto finita cappottata sul tettuccio potrebbe aver impattato una macchina in sosta.





I vigili del fuoco del Distaccamento di Tricase hanno estratto la conducente e la hanno consegnata ai soccorsi del 118. Si tratterebbe di una ragazza del posto, le cui condizioni non sarebbero gravi.




Sul posto anche i carabinieri e la polizia locale.














Continua a Leggere

Cronaca

Forte vento: palo cade su auto a Galatina

Pubblicato

il


Il cielo è sereno, ma si parla di maltempo. Al crescente freddo che di ora in ora sta congelando il maltempo, si accompagna lo spauracchio neve nel weekend (leggi qui) ed uno sferzante vento.





Le folate di queste ore hanno interessato anche Galatina. E si contano i primi danni.





Nei pressi di una edicola, un palo della luce in mattinata è caduto su un’auto in viale Santa Caterina Novella, la via che dall’ospedale porta in zona Liceo.





È intervenuta la polizia locale: rimossa l’auto e spostato il palo. Circoscritta anche l’area, sul marciapiede (come da foto), per evitare danni ulteriori.




Fortunatamente nessun passante al momento dell’accaduto: non si contano feriti.










Continua a Leggere

Cronaca

Malmenò ex ed amico con chiave svita bulloni: condanna a Presicce-Acquarica

Pubblicato

il

Una serata di follia a margine di altri episodi per i quali era già noto alle forze dell’ordine: è stato condannato il 34enne di Presicce-Acquarica, Danilo Cantoro, resosi protagonista nel 2015 di una aggressione alla ex ed alla sua amica intervenuta in soccorso.

Era il 22 febbraio di 6 anni fa quando, dopo una serata trascorsa in un pub, Cantoro si stava recando a Gallipoli con la ex ed una sua amica. Scoppiò una violenta lite durante il tragitto, poi acquietata. Ma gli animi si surriscaldarono nuovamente in seguito, nella notte, presso la casa dell’amica che era con loro, una 26enne di Melissano. Qui, allertati dalle due giovani donne, preoccupate dal comportamento di Cantoro, giunsero due ragazzi. Cantoro, in preda all’ira, brandì addirittura una chiave svita bulloni, usandola come oggetto contundente contro i giovani amici delle ragazze, uno dei quali finì in ospedale ferito (clicca qui per leggere la cronaca completa dell’episodio e dell’arresto del 2015).


La vicenda ha portato la Procura della Repubblica a condannare per lesioni personali aggravate, percosse e danneggiamento, il 34enne agli arresti domiciliari per 5 mesi e 28 giorni. Nei giorni seguenti l’arresto Cantoro patteggiò: questo fece decadere l’accusa di tentato omicidio.

Continua a Leggere
Pubblicità

Più Letti

Copyright © 2019 Gieffeplus