Connect with us

Casarano

Droga, truffe, evasioni e… una festa di battesimo in zona arancione!

Due arresti e 20 denunce ad opera dei carabinieri della Compagnia di Casarano nell’ambito della propria giurisdizione. Il dettaglio delle operazioni condotte dai militari dell’Arma tra Supersano, Ugento, Ruffano, Casarano, Collepasso, Taviano, Melissano e Parabita

Pubblicato

il

A Taviano i carabinieri della locale Stazione hanno arrestato un pregiudicato del posto: già sottoposto al regime di detenzione domiciliare per altra causa, è stato più volte sorpreso da quei carabinieri violare le prescrizioni imposte dalla misura. Per lui si sono aperte le porte del carcere di Lecce.


Cinque denunce ad Ugento


Deferito un uomo ritenuto responsabile del furto di 25 infissi e vario materiale ferroso, perpetrato all’interno dell’area ex-canile di proprietà privata.


Nei guai un’altra persona che, nonostante l’obbligo di dimora nel Comune di Ugento, è stata sorpresa, in due circostanze, violare il divieto di uscire dalla propria abitazione dalle ore 21 alle ore 6.


Infine denunciato un uomo, ritenuto responsabile di aver posto in essere reiterate vessazioni e minacce nei confronti della moglie, motivo per cui l’autorità giudiziaria ha disposto nei suoi confronti la misura cautelare del divieto di avvicinamento ai luoghi abitualmente frequentati dalla vittima.


Infine deferito un uomo che, alla guida propria autovettura, a seguito di un incidente stradale con altro autoveicolo, ha omesso di fermarsi e prestare assistenza ai feriti, dandosi alla fuga.


Denuncia anche per un uomo sottoposto al regime degli arresti domiciliari, che ad un controllo non è stato trovato presso la sua abitazione.


Eroina e cocaina in casa


A Supersano dopo la una perquisizione domiciliare eseguita con il supporto di una unità cinofila denunciato un uomo sorpreso detenere quattro dosi contenenti complessivi  3,42 grammi di eroina e 0,5 grammi di cocaina.


Alla guida in stato di ebbrezza


A Ruffano deferito in stato di libertà un coinvolto in un incidente stradale: era in evidente stato di alterazione psico-fisica dovuta al consumo di sostanze stupefacenti. Sottoposto ad accertamenti sanitari è risultato positivo all’uso di cannabinoidi.


Truffa alle assicurazioni


A Taurisano i carabinieri della locale stazione hanno smascherato cinqeu persone, 4 uomini ed una donna,  che in due distinte occasioni, al fine di truffare le compagnie assicurative, hanno simulato incidenti stradali.


Smascherati truffatori a Collepasso

I carabinieri della locale Stazione hanno deferito in stato di libertà un uomo che, alla guida propria autovettura, ha tentato la truffa dello specchietto ai danni di un anziano.


Altri due uomini denunciati, perché, in concorso tra loro, mediante raggiro, hanno indotto una ragazza a corrispondere la somma di 240,16 euro, tramite ricarica postepay, quale falso premio assicurativo Rca rendendosi poi irreperibili.


Ancora a Collepasso i carabinieri hanno arrestato un uomo poiché ritenuto responsabile di violenza o minaccia a pubblico ufficiale. I fatti risalenti al 5 marzo del 2011 e avvenuti a Casarano. L’uomo dovrà scontare la pena residua di  6 mesi di reclusione ed è giù ai domiciliari.


Tre uomini denunciati a Parabita


A Parabita denunciato un uomo poiché, in qualità di custode giuidiziale del proprio ciclomotore, già sottoposto a sequestro per violazione alle norme del codice della strada., non potendo fornire ai carabinieri giustificazioni in merito al mancato ritrovamento del mezzo nel luogo di custodia, ha formalizzato una falsa denuncia di furto.


Un uomo sottoposto alla misura detenzione domiliare, denunciato per non aver ottemperato le prescrizioni imposte dall’a.g., avendo frequentato persone gravate da precedenti penali.


Denunciato infine, un uomo, sottoposto   all’obbligo di presentazione alla p.g., per violazione delle prescrizioni imposte dalla misura.


In breve


A Casarano deferito in stato di libertà un uomo sorpreso durante una perquisizione veicolare a detenere 1,04 grammi di cocaina suddivisa in 4 dosi.


A Melissano ancora un denuncia per droga: medianyte la perquisizione domiciliare a casa di un uomo del posto i carabinieri hanno rinvenuto 1,12 grammi di cocaina, un bilancino di precisione, materiale vario per confezionamento nonché  un coltello serramanico e due proiettili cal.45.


Inoltre i Carabinieri di Casarano hanno segnalato alla Prefettura due giovani per “uso non teurapeutico di sostanze stupefacenti


Sanzionato, per mancato rispetto normativa covid prevista per la “zona arancione” il titolare di un ristorante di Taviano e 15 avventori intenti a festeggiare un battesimo, elevando sanzioni per un importo 6.400,00 euro.


Casarano

Covid, pochi sparuti casi in provincia

Sono stati registrati 2 decessi: 1 in provincia di Foggia, 1 in provincia di Taranto

Pubblicato

il

Oggi, in Puglia, sono stati 8.053 i test per l’infezione da Covid-19 con 169 casi positivi registrati, con una incidenza al 2,09%: 60 in provincia di Bari, 24 in provincia di Brindisi, 32 nella provincia BAT, 17 in provincia di Foggia, 7 in provincia di Lecce, 28 in provincia di Taranto, 1 caso di residente fuori regione.

Sono stati registrati 2 decessi: 1 in provincia di Foggia, 1 in provincia di Taranto. Dall’inizio dell’emergenza sono stati effettuati 2.582.579 test. 234.546 sono i pazienti guariti. 11.311 sono i casi attualmente positivi. Il totale dei casi positivi Covid in Puglia è di 252.449 così suddivisi:

94.996 nella Provincia di Bari;

25.531 nella Provincia di Bat;

19.645 nella Provincia di Brindisi;

45.055 nella Provincia di Foggia;

26.800 nella Provincia di Lecce;

39.252 nella Provincia di Taranto;

804   attribuiti a residenti fuori regione;

366  provincia di residenza non nota.

Il bollettino epidemiologico Regione Puglia 15.6.2021 è disponibile al link: http://rpu.gl/NOb6e

Continua a Leggere

Attualità

Chirurgia di precisione al Ferrari di Casarano

«Ora è possibile verificare la vascolarizzazione dei tessuti, visualizzare con precisione le vie biliari e analizzare il linfonodo sentinella anche in chirurgia aperta come la chirurgia mammaria»

Pubblicato

il

Interventi chirurgici di precisione  all’ospedale Ferrari di Casarano.

Nel reparto di Chirurgia, la presidente del Consiglio regionale pugliese, Loredana Capone, e l’assessore alla Sanità, Pierluigi Lopalco, hanno inaugurato un nuovo macchinario che consentirà di perfezionare le procedure mininvasive con alti gradi di precisione.

«Grazie a questo nuovo sistema», come ha spiegato la dott.ssa Stefania Romano, «sarà possibile verificare la vascolarizzazione dei tessuti, visualizzare con precisione le vie biliari e analizzare il linfonodo sentinella anche in chirurgia aperta come la chirurgia mammaria».

«Un’eccellenza per la chirurgia della parete addominale a Casarano, nel Sud Salento, dove c’è una grande voglia di ripartire», ha spiegato Loredana Capone, «la Regione vuole accompagnare questa ripartenza perché sia foriera del rilancio dell’intera rete ospedaliera del sud Salento che in questi mesi di pandemia ha fatto un grande lavoro per garantire le migliori cure possibili alle nostre comunità. Dopo il fermo obbligato oggi finalmente le nostre strutture ospedaliere hanno ripreso a pieno regime le proprie attività. L’ospedale di Casarano con il reparto di chirurgia si è preparato a farlo nel migliore dei modi, con tecnologie di ultima generazione e professionalità adeguate».

«Il segnale che, anche nei giorni più bui e di grande fatica, le nostre Asl e i nostri medici», ha aggiunto la presidente del Consiglio regionale, «hanno continuato a lavorare per assicurare alle tante cittadine e cittadini una sanità capace di essere accogliente e competitiva».

«La ripartenza della sanità regionale post Covid», ha invece sottolineato Pier Luigi Lopalco, «passa anche attraverso il completamento di progetti che la pandemia aveva necessariamente messo in stand-by. Abbiamo inaugurato l’avvio di una cardio TAC a Lecce e di una nuova colonna laparoscopica a Casarano.  Segno», ha concluso l’assessore regionale, «di un sistema che si attrezza per ripartire con il piede sull’acceleratore».

Continua a Leggere

Casarano

Casarano: tre arresti tra furti, rapine, spaccio e ingresso illecito di stranieri

Anche una denuncia per un altro soggetto trovato in possesso di cocaina

Pubblicato

il

Carabinieri di Casarano impegnati con una serie di arresti e denunce sul loro territorio di competenza.
Nello specifico, tre le persone fermate, per differenti reati, e una la denuncia.

Associazione a delinquere

Il primo fermo è scattato su provvedimento emesso dall’ufficio esecuzioni penali della Procura della Repubblica di Lecce per un uomo del posto riconosciuto colpevole di associazione per delinquere, furto e rapina. Tutti reati commessi su Casarano ed aree limitrofe dal 2015 al 2018. Dovrà scontare la pena definitiva residua di 5 anni, un mese e 15 giorni di reclusione. L’uomo è stato accompagnato presso la casa circondariale di Lecce.

Favoreggiamento immigrazione illecita

Altro arresto su provvedimento emesso dall’ufficio esecuzioni penali della Procura della Repubblica di Lecce per un uomo colpevole del reato di favoreggiamento di ingresso illecito di stranieri nel territorio dello stato italiano. Già nei giorni scorsi, sempre a Casarano, un altro arresto identico, per reati commessi tra Lecce ed il Casaranese e nello stesso periodo: dal 2005 al 2007. Diversa la pena. In questo caso si tratta di pena definitiva residua di anni 5 e mesi 4 di reclusione. Anche lui, tradotto presso la casa circondariale “Borgo San Nicola” di Lecce, così come disposto dall’autorità giudiziaria.

Cocaina e manette

Terzo arresto ai danni di T.M., 34enne del posto. Fermato dai militari del nucleo operativo radiomobile, in flagranza di reato, il giovane era reduce da perquisizione personale e veicolare a margine delle quali è stato sorpreso in possesso di sostanza stupefacente e contanti.
Aveva con se un involucro contenente 112 grammi di cocaina e la somma di 100 euro. La successiva perquisizione domiciliare ha consentito di rinvenire ulteriori 13 involucri contenenti complessivamente 4,4 grammi di cocaina. La droga è stata sottoposta a sequestro, assunta in carico, debitamente repertata e custodita in attesa di essere versata presso l’ufficio corpi di reato del tribunale di Lecce. Mentre il contante – provento di attività illecita – sarà depositato su libretto postale intestato al “fondo unico giustizia”. L’arrestato, espletate le formalità di rito, tradotto presso la propria abitazione di residenza in regime di arresti domiciliari, così come disposto dall’a.G. Informata dal dipendente n.O.R. – sezione radiomobile che procede.

Cocaina e denuncia

Ancora cocaina addosso ad un altro soggetto fermato a Casarano. Per lui, però, solo una denuncia: in suo possesso una dose ritenute per uso personale, per un totale di circa un grammo e mezzo.

Continua a Leggere
Pubblicità

Più Letti

Copyright © 2019 Gieffeplus