Connect with us

Casarano

Pretende 10mila euro da ragazza: condannato 22enne

Intraprende relazione sotto falso nome per poi tentare di farsi consegnare del denaro: 3 anni e 2 mesi di reclusione per tentata estorsione

Pubblicato

il

Condannato per tentata estorsione con rito abbreviato a 3 anni e 10 mesi. È l’esito del processo per sequestro di persona, poi derubricato e conclusosi per tentata estorsione, tenutosi ai danni di Cosimo Giorgino, 22enne di Casarano, protagonista di un corteggiamento-trappola ai danni di una ragazza, al fine di spillarle del denaro.


Il giovane si incontrò con la sua vittima dopo averla conosciuta presentandosi sotto falso nome. Un paio di mesi dopo aver fatto conoscenza, i due si sarebbero incontrati nella periferia tra Casarano e Collepasso. A margine dell’incontro, Giorgino avrebbe bloccato la ragazza pretendo da lei la somma di 10mila euro.


Alla negativa risposta della giovane, che dichiarò di non avere tutto quel denaro, il 22enne le sfilò il bancomat e fece il giro di vari sportelli bancari di Casarano per tentare di prelevare la somma richiesta.


Tentativi vani che si conclusero con la liberazione della ragazza ma proseguirono a distanza, via sms e con tanto di minacce, nelle ore seguenti.


Dal racconto della stessa, ascoltato per primi dai carabinieri di Neviano dove l’indomani si recò a sporgere denuncia, partirono le indagini con l’accusa di sequestro di persona.

Il sostituto procuratore Cataldi aveva invocato una pena di 12 anni ma il racconto spesso contradditorio della vittima ha fatto propendere la sentenza verso quanto descritto da “persone informate dei fatti” più che dalla stessa ragazza.


Giorgino è stato quindi condannato per tentata estorsione. Gli inquirenti risalirono alla sua identità (si era presentato, come detto, sotto mentite spoglie) organizzando un finto appuntamento per la consegna di 500 euro contanti. Fu arrestato in quel frangente nel luglio 2015.


Ora dovrà anche risarcire in sede civile la vittima e pagare una multa di 800 euro.


 


Casarano

Volo dal quarto piano dell’ospedale: muore 73enne

Pubblicato

il

Tragedia a Casarano. Una donna di 73 anni è morta dopo esser precipitata dal quarto piano dell’ospedale dove era ricoverata.

I carabinieri intervenuti sul posto hanno subito ricostruito l’accaduto, definendolo un suicidio.

La donna, di Castrignano del Capo, si sarebbe lasciata cadere nel vuoto. Pochi giorni prima era stata ricoverata dopo aver ingerito del liquido tossico. Era stata salvata in extremis e condotta in ospedale. Purtroppo dopo il forte episodio che l’aveva messa faccia a faccia con la morte ha ritentanto di togliersi la vita.

Vani i soccorsi: l’impatto al suolo è stato violentissimo e il decesso è avvenuto sul colpo.

Continua a Leggere

Casarano

Vasto incendio alla periferia di Casarano: bruciano legna e mezzi in sosta

Pubblicato

il

Incendio nella notte alla periferia di Casarano.

Le fiamme hanno distrutto un terreno dove erano parcheggiati in sosta due mezzi e dove erano stipati circa 80 quintali di legna andati in fumo.

Lo stesso proprietario del terreno, il titolare di una attività di rivendita di prodotti per animali non distante dal luogo dell’incendio, ha contattato il 115 per richiederne l’intervento.

I caschi rossi sono accorsi sul posto, nella zona alla periferia del paese nei pressi della via per Maglie e per l’area industriale.

La Fiat Punto ed il camion avvolti dalle fiamme sono andati praticamente distrutti.

I carabinieri, coadiuvati dai vigili del fuoco, hanno cercato tracce che potessero ricondurre al dolo. Non è chiaro infatti se si tratti di un incidente. Al momento non è stato rinvenuto nulla che desti sospetti, anche se la violenza e la diffusione dell’incendio lasciano gli inquirenti perplessi.

Continua a Leggere

Casarano

Bloccato nel canale: vigili del fuoco salvano cane

Pubblicato

il

Provvidenziale intervento dei vigili del fuoco di Gallipoli nella mattinata di oggi, martedì 4 agosto.

I caschi rossi sono intervenuti dopo una segnalazione al 115 per salvare un cane randagio in difficoltà.

Il meticcio era intrappolato nel canale che corre lungo la strada provinciale Casarano-Ugento.

Notato da qualcuno (e soprattutto udito) il cane è stato raggiunto dai pompieri e, dopo qualche ora trascorsa in trappola, estratto e consegnato ai veterinari Asl. I medici hanno poi accertato non avesse nulla di rotto e lo hanno aiutato a rimettersi in sesto.

Continua a Leggere
Pubblicità

Più Letti

Copyright © 2019 Gieffeplus