Connect with us

Cronaca

Terremoto sveglia il Salento

Pubblicato

il

Scossa di terremoto sveglia il Salento nella notte.


La terra trema per qualche secondo, pochi minuti prima delle 4.


Epicentro in Albania, sulla costa adriatica, ad appena 11km dalla città di Durazzo, con magnitudo considerevole di 6,6 che lo classifica come terremoto forte.

Immediate le segnalazioni di cittadini che hanno avvertito il sisma in tutta la provincia di Lecce ed anche nel nord della Puglia.



Cronaca

Arriva in ospedale con ferita d’arma da fuoco: tentato suicidio a Tricase

Agente immobiliare originario di Gagliano soccorso nella sua casa a Tricase. Avvisaglie di malessere nei giorni scorsi, poi lo sparo oggi a mezzogiorno

Pubblicato

il


Ore concitate a Tricase questa mattina per il tentato suicidio di un uomo del posto.





Un 43enne, originario di Gagliano del Capo ma da tempo residente a Tricase, si è sparato un colpo di pistola nella sua abitazione, nei pressi di Largo Santa Lucia.





I vigili del fuoco han forzato la porta d’ingresso della sua abitazione permettendo al 118 di entrare e soccorrerlo. Per lui, dopo la corsa in ospedale, l’immediato trasferimento dal Pronto Soccorso alla sala operatoria. I medici del “Panico” di Tricase lo han tenuto in vita. Le sue condizioni sono critiche: il proiettile ha forato un polmone, trapassando il suo corpo.




Sono ancora sconosciuti i motivi che lo hanno spinto a tentare l’estremo gesto. Su Tricase, l’uomo gestisce una agenzia immobiliare. Nei giorni scorsi, anche sui social, delle avvisaglie di malessere. Un misto di rabbia, sconforto e rammarico in alcuni post e messaggi. Nessuno però avrebbe mai potuto pensare ad un tentativo di suicidio.





Questa mattina ancora la testa al lavoro, con dei post sui social con gli ultimi immobili in vendita nella sua attività. Poi, attorno a mezzogiorno, lo sparo e la corsa in ospedale. Ora è in Rianimazione e lotta per la vita.





Intanto i carabinieri di Tricase indagano sulla vicenda per fugare ogni dubbio sull’accaduto. La pistola dalla quale è partito il colpo sarebbe regolarmente detenuta dal 43enne.


Continua a Leggere

Cronaca

Traffico di droga dall’Albania: due arresti e sequestri per quasi un milione di euro

Pubblicato

il


Si è conclusa con il rinvio a giudizio di 14 persone, tra cui una di origine albanese e 3 di origine calabrese, l’attività investigativa sul traffico di droga dall’Albania messa in piedi dalla Direzione Investigativa Antimafia, con il coordinamento della Procura della Repubblica – DDA di Lecce.





Denominata “Nuovi Orizzonti” ed avviata nel 2015, l’operazione ha disarticolato un’associazione a delinquere italo-albanese finalizzata al traffico e spaccio di sostanze stupefacenti.

L’organizzazione, con l’utilizzo di potenti imbarcazioni, importava ingenti quantitativi di marijuana dall’Albania, per poi distribuirla in diverse piazze italiane, in particolare in Trentino Alto Adige, Lazio e Campania.

In queste ore stati sottoposti a sequestro circa 50 chili di stupefacente e, in due distinte circostanze, sono stati tratti in arresto due soggetti.

Nell’ambito della stessa operazione, inoltre, a seguito di proposta di Misura di Prevenzione a firma del Direttore della DIA, nei confronti del principale indagato è stato eseguito il sequestro e successivamente la confisca di due ville situate a Lecce, due motoveicoli e rapporti finanziarie intestati al proposto e ai parenti conviventi per un valore complessivo di circa 900mila euro.


Continua a Leggere

Cronaca

Si contraddicono davanti alla polizia: scatta la perquisizione e l’arresto per spaccio

Pubblicato

il


Nel tardo pomeriggio di ieri gli agenti della questura di Lecce hanno tratto in arresto, in flagranza di reato, due uomini ritenuti responsabili in concorso del reato di detenzione ai fini di spaccio di sostanza stupefacente.





Si tratta di R. M., 47enne, e B. G., 46enne, entrambi di lecce ed entrambi già noti alle forze dell’ordine.





Erano circa le 15 quando la volante Zara, nel corso di un posto di controllo, ha fermato la C1 a bordo della quale viaggiavano i due. Al momento del controllo entrambi hanno iniziavano a mostrare ingiustificato nervosismo. Ai poliziotti che chiedevano la loro meta, han risposto in maniera non uniforme.




Il loro comportamento ha indotto gli agenti a procedere ad una perquisizione. Subito, nella tasca del giubbotto indossato dal 57enne, è stato rinvenuto un involucro di cellophane trasparente con dentro circa 20 grammi di cocaina.
Dalle successive perquisizioni estese presso gli effettivi domicili dei due, tra l’altro diversi da quelli da loro stessi indicati, sono stati trovati: a casa di R. M. un bilancino di precisione; nell’abitazione di B.G. una confezione aperta di bicarbonato, verosimilmente usata quale sostanza da taglio per confezionare dosi di cocaina, custodita insieme a un coltellino a serramanico con lama ancora sporca di sostanza bianca, del nastro isolante di colore nero e un bilancino di precisione.





Il tutto è stato posto sotto sequestro quale materiale usato per il confezionamento di dosi di sostanza stupefacente. Mentre, in un cassetto della camera da letto della seconda abitazione, è stata trovatauna pistola giocattolo, privata del tappo rosso, con relativo munizionamento a salve, anche questa posta sotto sequestro.
Alla luce dei gravi e fondati indizi, i due sono finiti agli arresti domiciliari.


Continua a Leggere
Pubblicità

Più Letti

Copyright © 2019 Gieffeplus