Connect with us

Andrano

C’è posta per te: si legge a domicilio

Il lockdown non ferma la lettura: nel Salento sei biblioteche consegnano libri a domicilio in bicicletta e a piedi. Il 27 marzo incontro online su “La Cultura che resiste”. 300 libri già consegnati a domicilio con il servizio “c’è posta per te”, attivo grazie al progetto “leggere tra due mari”. Servizio attivo ad Aradeo, Taviano, Cavallino, Collepasso, Neviano e Andrano e prossimamente sarà garantito anche a Taurisano e Martano- Il 27 marzo, alle 17,30, tavola rotonda online sulle forme di resistenza culturale nel salento con i professionisti del comparto

Pubblicato

il

I libri viaggiano in bicicletta e a piedi: neanche questo nuovo lockdown in Puglia ferma la voglia di leggere e in sei comuni della provincia di Lecce le biblioteche si sono organizzate per effettuare le consegne a domicilio. Il servizio di green delivery “C’è posta per te”, dopo la fase di rodaggio avviata a ottobre, è pienamente attivo ad Aradeo, Taviano, Cavallino, Collepasso, Neviano e Andrano e prossimamente sarà garantito anche a Taurisano e Martano.


Si tratta di un servizio sperimentale, ecologico e innovativo, architrave del progetto “Leggere tra Due Mari”,  nato da un’idea delle associazioni “Libera Compagnia” di Aradeo e “Amici della Biblioteca” di Tuglie per rafforzare il ruolo delle biblioteche nel Leccese, grazie al sostegno di Fondazione CON IL SUD e Centro per il libro e la lettura, con la collaborazione di Anci e con il patrocinio dell’Associazione italiana biblioteche.


È un modo per agevolare in ogni modo la fruizione dell’offerta culturale, reinventando gli approcci. È di queste forme di resistenza culturale presenti sul territorio che si parlerà sabato 27 marzo, a partire dalle ore 17.30, durante la tavola rotonda “La Cultura che resiste”, che sarà trasmessa in diretta sulla pagina Facebook di “Leggere tra due mari”. Il dialogo tra gli operatori del comparto si terrà simbolicamente nel giorno in cui avrebbero dovuto riaprire cinema e teatri, come da annuncio del ministro della Cultura Dario Franceschini, prima del nuovo lockdown. Dopo i saluti di Alessandro Chezza, responsabile di “Leggere tra due mari” e vicepresidente di “Amici della Biblioteca” di Tuglie; Georgia Tramacere, assessora alla Cultura del Comune di Aradeo, e Vincenzo Santoro, responsabile del Dipartimento Cultura e Turismo di Anci, Davide Stasi, data analyst, relazionerà su “Cultura nel Salento, numeri e lockdown“, fornendo dati inediti relativi all’impatto della pandemia sul settore. Seguiranno gli interventi di Michele Bovino, bibliotecario e referente di Libera Compagnia Aradeo; Maria Assunta Russo, ideatrice della Farmacia Letteraria Corte Grande; Giuseppe Conoci, fondatore di AnimaMundi Edizioni; Salvatore Tramacere, direttore artistico del Teatro Koreja; Fernando Blasi, cantante dei Sud Sound System; Edoardo Winspeare, regista cinematografico; Raffaela Zizzari, direttrice artistica del Castello di Gallipoli.


C’è posta per te: 300 libri consegnati nei primi sei mesi


Sale chiuse al pubblico ovunque, in ottemperanza alle disposizioni sull’emergenza sanitaria, ma in sei comuni il prestito resta garantito con ritiro e restituzione sulla soglia delle biblioteche e, appunto, con la consegna e il ritiro a domicilio. Questo servizio di fruizione del patrimonio culturale, inizialmente pensato per anziani e persone con disabilità, è stato ampliato a tutti i cittadini, proprio per far fronte alle nuove necessità sorte durante la pandemia. Un gruppo di giovani è stato appositamente formato per aiutare i fruitori nella consultazione bibliografica e per consegnare i volumi in sicurezza.


In questo primo semestre, sono stati consegnati quasi 300 volumi, soprattutto di narrativa, ma anche riviste e saggi di storia locale e altro genere, oltre ai libri della bibliografia Nati per leggere. I fruitori più anziani hanno 96 e 83 anni ed è stata raggiunta anche una residenza sanitaria, a cui è stato consegnato in prestito un intero scaffale di 50 libri. Gli utenti più piccoli, invece, hanno 6 e 8 anni, ma c’è anche un baby lettore di 5 mesi.


“Nonostante il difficile momento che stiamo vivendo – commenta Marco Imperiale, Direttore Generale della Fondazione CON IL SUD – iniziative originali come questa permettono a tante persone di continuare a sentirsi parte della propria comunità. Se il virus ha reso più complessa la frequentazione assidua di molti spazi, tra cui appunto le biblioteche, questo progetto dimostra che ci sono tanti strumenti per contrastare la solitudine e “diffondere” cultura. Ancora una volta l’impegno del terzo settore, affiancato in casi come questo da quello delle biblioteche, delle istituzioni e di altre organizzazioni locali, si conferma di fondamentale importanza anche nei momenti più critici”.






Come fare per richiedere i libri a domicilio


Il servizio è attualmente attivo ad Aradeo, grazie alla rete instaurata dalla biblioteca comunale con i volontari di “Libera compagnia” e l’istituto comprensivo. Qui per ricevere il libro basta chiamare o inviare un sms o un messaggio su Whatsapp al 328/3149259.


A Cavallino, dove è presente una sezione inbook e il Comune ha assunto un’apposita risorsa umana per affiancare la bibliotecaria, è sufficiente accreditarsi (inviando la richiesta di iscrizione all’indirizzo mail biblioteca@comune.cavallino.le.it)  e prenotare un libro direttamente dal catalogo accessibile on line dal sito www.bibliando.it oppure inviando un sms al numero 337/1661384.


A Taviano, dove la biblioteca comunale ha trovato un valido ed entusiasta alleato nella Consulta Giovanile, si può telefonare allo 0833/916223 e al 392/8904079 o inviare una mail a bibliotecacomunale.taviano@gmail.com o consultagiovaniletaviano@gmail.com.


A Collepasso, sotto la spinta di “Leggere tra due mari”, la biblioteca ha riaperto dopo vent’anni e operano in sinergia giovani del Servizio Civile e beneficiari del Reddito di Dignità, che garantiscono il servizio “C’è posta per te”, per il quale serve contattare i numeri 0833/341568 o 0833/341096 o scrivere a bibliotecacollepasso@gmail.com.


A Neviano, grazie a Ciàula che ha allestito la “Piccola biblioteca di comunità”, si può usufruire del prestito a domicilio contattando l’associazione alla relativa pagina Facebook o al numero 333/5310912.

Ad Andrano, infine, si può contattare la biblioteca comunale, supportata dai giovani del Servizio Civile, allo 0836/929222 interno 323 o scrivendo a ufficioeuropa@comune.andrano.le.it. Su questo territorio, a garantire il servizio a domicilio è anche il presidio di lettura per l’infanzia di “Verso l’agriludoteca di comunità”, nella frazione di Castiglione d’Otranto: in questo caso, si può consultare la bibliografia disponibile sul sito casadelleagriculturetulliaegino.com e si può prenotare il libro con un sms al 329/4066530 o 328/5469804.


Ancora è incerto il tempo in cui potremo tornare a viaggiare”, dice Michele Bovino, bibliotecario e referente di Libera Compagnia Aradeo, “ma questa pandemia non fermerà di certo la nostra smania di conoscenza. Per questo ci vengono in aiuto i libri e quindi la lettura, che viaggiano con l’ormai collaudato servizio “C’è posta per te” che permette di superare i limiti fisici dello spazio e del tempo e, in sella alle biciclette, arriva nelle case a favorire il viaggio con la mente a chi è impossibilitato a uscire dal proprio domicilio”. 






“Leggere tra due mari”, le biblioteche salentine diventano motore di inclusione


Finanziato da Fondazione CON IL SUD e Centro per il Libro e la Lettura, Leggere tra due mari gode del sostegno di Anci e ha ottenuto il patrocinio dell’Associazione italiana biblioteche. “Il progetto – spiega il responsabile Alessandro Chezza – sta promuovendo la lettura come mezzo per favorire la nascita di nuovi scambi e relazioni nelle comunità del territorio coinvolto, in particolare con gli anziani, i migranti, le persone con disabilità, i minori e le donne vittime di violenze. Un intervento di reale inclusione, integrazione e promozione socioculturale in cui, attraverso il coinvolgimento di un vasto partenariato pubblico-privato, le periferie, in sinergia con la Biblioteca comunale, diventano i centri focali per la realizzazione delle attività progettuali”.


Sono 15 i comuni coinvolti in provincia di Lecce, attraverso un ampio partenariato composto da 19 realtà associative, istituzionali e imprenditoriali: Biblioteche comunali di Aradeo, Taurisano, Collepasso, Cavallino, Taviano, Comune di Andrano, Comune di Collepasso, Unione dei Comuni Andrano-Diso-Spongano, Istituto scolastico di Aradeo, Parco regionale Otranto-Leuca, Amici della Biblioteca di Tuglie, Anima Mundi, Aps Amici della Musica, Casa delle Agriculture Tullia e Gino, Ciàula, Corte Grande Edizioni, Sablio, Università Popolare Aldo Vallone, Voce alle Donne.


Andrano

Andrano, Diso e Spongano: 270 mila euro per rafforzare i servizi

Avanzo di gestione: L’Unione dei Comuni punta a rafforzare i servizi erogati

Pubblicato

il

Maggiori investimenti su ordine pubblico, pulizia ambientale e cultura. L’Unione dei Comuni Andrano Spongano Diso riparte da un avanzo relativo all’esercizio 2020 pari a 274mila euro, di cui circa 13mila già vincolati e 261mila completamente da reinvestire in nuove attività dell’ente.

L’ammontare è il risultato di due fattori. Il primo riguarda le minori spese sostenute a causa dell’impossibilità di svolgere alcuni servizi nel periodo pandemico, attinenti in particolare al trasporto locale e ai soggiorni termali per gli anziani. Il secondo, invece, come riportato nella Relazione dell’organo di revisione, riguarda i maggiori trasferimenti da parte della Regione a fine esercizio: ciò ha portato a un saldo di 127mila euro con un miglioramento dell’equilibrio di 52.869 euro rispetto al  precedente esercizio.

È quanto emerge dal rendiconto di gestione 2020, che è stato approvato con 8 voti a favore e un astenuto durante la seduta del Consiglio dell’Unione dei Comuni, convocata presso la sala consiliare del Comune di Diso lo scorso 7 settembre.

È su queste basi che poggia il Bilancio di previsione finanziario 2021-2023 approvato nella stessa sede assieme alla convenzione tra l’Unione dei Comuni e il Comune di Castro per la gestione associata dei servizi della Commissione locale del paesaggio.

«Come tutti», ha commentato il presidente dell’Unione, Luigi Rizzello, «anche noi ci muoviamo in un contesto difficile e da quasi due anni le nostre scelte devono fare i conti con il perdurare di una crisi pandemica che ha duramente colpito anche il nostro territorio. Per fortuna, la stagione estiva e le presenze turistiche hanno in parte risollevato l’economia locale. Alla luce di tutto questo, anche attraverso il bilancio abbiamo cercato di operare di conseguenza, dando particolare considerazione a bambini, ragazzi e anziani».

In primis, i servizi scolastici, come mensa e trasporto, sono stati adeguati alle normative Covid ed è stato previsto anche per quest’anno, da parte del governo, lo stanziamento di un fondo apposito, che per l’Unione ammonta a 12mila euro circa. Lo scorso anno, quelle somme sono state quasi interamente impiegate per coprire il maggior costo della mensa rispetto a quello iniziale.

Sempre sul fronte scolastico, è proseguito l’impegno dell’ente nel supportare le famiglie nell’acquisto dei libri per le scuole primarie e secondarie di primo grado.

Nell’ambito del rafforzamento dei servizi di ordine pubblico, poi, in estate è stato aumentato da sei a nove il numero dei vigili impiegati a tempo determinato, tre per ogni Comune, per poter coprire adeguatamente anche il territorio delle due marine di Andrano e Acquaviva di Marittima e per far fronte al maggiore traffico dovuto alla presenza dell’hub vaccinale a Spongano.

Il documento unico di programmazione 2021-2023 delinea la traiettoria lungo la quale ci si muoverà nei prossimi anni, per fronteggiare bisogni emergenti e per cogliere nuove opportunità.

Si è deciso di confermare i servizi già erogati negli anni precedenti, compreso quello di Polizia locale con il relativo rafforzamento della dotazione organica, e di  implementare l’attrattività turistica con lo stanziamento di 15mila euro destinati a iniziative culturali finalizzate a far conoscere il territorio, integrando le attività dei singoli Comuni.

Con uno stanziamento di 21mila euro, sono confermate, inoltre, la pulizia e la manutenzione delle strade vicinali di campagna che collegano i cinque paesi dell’Unione e di quelle più battute da ciclisti e turisti.

Infine, la mancata adesione degli anziani ai soggiorni climatici fuori regione ha convinto gli amministratori dell’Unione a puntare sul sostegno alle cure termali in loco, organizzando il servizio di trasporto gratuito presso lo stabilimento di Santa Cesarea  Terme dal 18 al 30 ottobre prossimi. Gli interessati potranno presentare domanda di partecipazione presso il proprio Comune entro il 2 ottobre.

 

Continua a Leggere

Andrano

Incendio nell’ecocentro di Andrano

Scarti in fiamme, il Comune consiglia di chiudere le finestre. Ma fortunatamente non si tratta di rifiuti pericolosi

Pubblicato

il

Fiamme nell’ecocentro di Andrano in serata.

Lo annuncia il Comune, sulla sua pagina Facebook: un incendio ha avvolto parte del punto di smaltimento collocato in via Vecchia Comunale per Marittima.

Hanno preso fuoco diversi scarti raccolti sul posto. Intervento dei vigili del fuoco del Distaccamento di Tricase per riportare la situazione in sicurezza. Mentre il suggerimento, dall’amministrazione, è di tenere le finestre chiuse ed evitare di avvicinarsi alla zona.

Sarebbe stato un corto circuito ad un lampione a fare da innesco. Ben 4 i cassoni intaccati, a partire dalle 18. Le operazioni di spegnimento si sono concluse attorno alle 23.

Nota positiva: a bruciare, semplici sfalci di potatura. 

Continua a Leggere

Andrano

Andrano ripercorre la storia d’Italia dagli anni ’50 ad oggi

Con la rassegna Aldo Moro: la Storia d’Italia dalla Costituente, questa sera alle 19, presso l’Aula Consiliare del Castello Spinola-Caracciolo

Pubblicato

il

La rassegna Aldo Moro: la Storia d’Italia dalla Costituente ad oggi fa tappa ad Andrano
questa sera alle 19, presso l’Aula Consiliare del Castello Spinola-Caracciolo.

Un percorso, quello avviato dal Consiglio Regionale della Puglia – Sezione Biblioteca e
Comunicazione Istituzionale, rivolto ai Comuni, alle Associazioni Culturali e alle Biblioteche del
territorio pugliese, finalizzato a mantenere viva la memoria e a diffondere il pensiero del pugliese
Aldo Moro, approfondendo la Storia d’Italia dalla Costituente ad oggi. Infatti, verranno messi in
evidenza tutti gli eventi più rilevanti dagli anni ’50 ad oggi: sarà un momento per rafforzare così il
sentimento di appartenenza alla Nazione e per offrire chiavi di lettura critica degli avvenimenti
recenti alla luce di quello che la storia politica italiana ha insegnato nell’arco di tempo in
questione.

Dopo i Saluti Istituzionali del Sindaco di Andrano, Avv. Salvatore Musarò, e dell’intervento
dell’Avv. Loredana Capone, Presidente del Consiglio Regionale della Puglia, farà una relazione l’On.
Gero Grassi, Deputato della XV-XVI-XVII Legislatura. Seguirà, poi, la proiezione del docu-film Aldo Moro: il Professore, tratto dall’omonimo libro di Giorgio Balzoni, giornalista e allievo di Aldo Moro, che interverrà al termine della proiezione.

“La grandezza di Aldo Moro sta nel suo insegnamento dinamico e sempre attuale: non esiste una politica che non cammini insieme all’approfondimento, non esiste l’arte del governo senza la capacità di ascolto e mediazione. Ciascuno di noi ha il compito di portare con sè, nel quotidiano, il segno del suo impegno. Da un lato, ascoltando tutte le voci, soprattutto nei momenti di difficoltà, e
cercando un compromesso che sia sempre al rialzo. Dall’altro, premiando lo studio, l’impegno e
l’approfondimento. Ringrazio l’On. Gero Grassi per la paziente opera di sensibilizzazione, soprattutto nelle scuole dove il terreno è fertile e il futuro è a un passo. E ringrazio i Comuni che sono impegnati a portare avanti la memoria e a diffondere la conoscenza di questo straordinario statista, tra questi il Comune di Andrano, con il suo Sindaco Salvatore Musarò, che ha accolto l’iniziativa e tutta l’amministrazione comunale. Soprattutto ringrazio di cuore le cittadine e
i cittadini che parteciperanno”, ha dichiarato Loredana Capone, Presidente del Consiglio
Regionale della Puglia.

“Sarà un grande onore per la cittadinanza di Andrano ospitare un evento così denso di significato”, ha spiegato il sindaco di Andrano Salvatore Musarò, “sia perché si rifletterà su un grande Statista, sia perché si punteranno i riflettori su un arco temporale che ha cambiato le sorti
del nostro Paese. Ed è estremamente necessario conoscere il passato per saper agire in maniera corretta nel presente. Sono molto legato alla figura di Aldo Moro e credo che tutti i giovani debbano conoscere la sua vita e il suo autentico impegno politico e sociale per comprendere la sua grandezza e la sua statura morale. Per questo, oltre che ringraziare vivamente il Consiglio Regionale Pugliese per l’illustre iniziativa, nella persona dell’Avv. Loredana Capone, l’On. Gero Grassi per la sua
incessante opera di testimonianza e lo staff di Ci vediamo in Biblioteca per l’aiuto logistico all’evento, rivolgo un forte invito a partecipare a tutti, in particolar modo ai giovani della nostra Comunità”.

Continua a Leggere
Pubblicità

Più Letti

Copyright © 2019 Gieffeplus