L’ospedale di Tricase diventa Green Energy

Venerdì 5 aprile, alla presenza del presidente della Regione Puglia Michele Emiliano, del vescovo della Diocesi di Ugento, Mons. Vito Angiuli, si inaugurerà la centrale di trigenerazioneGreen Energy” dell’ospedale “G. Panico” di Tricase, progettato e realizzato da Enerseco in collaborazione con Free Energia. L’impianto produrrà parte dell’energia elettrica necessaria per l’ospedale e permetterà un risparmio di almeno il 17% all’anno, senza contare i benefici ambientali.

L’impianto di trigenerazione produrrà energia elettrica, calore e acqua fredda, azzerando gli sprechi degli impianti tradizionali.

La centrale ha una capacità produttiva di 1,4 MW e potrà assolvere fino all’85% del fabbisogno energetico dell’ospedale.

La progettazione e la realizzazione della centrale non è pesata sulle casse della struttura sanitaria.

Come aveva spiegato proprio dalle nostre colonne l’ex sindaco di Tricase Antonio Coppola, ingegnere di riferimento del’ospedale tricasino, “Il principio è quello di recuperare il calore sviluppato dalle macchine per produrre energia elettrica e riutilizzarlo per produrre energia termica. Normalmente il calore prodotto dai motori viene disperso in atmosfera, il nuovo sistema consente invece il recupero del calore dei fumi di scarico del motore“.

Produrre energia elettrica e termica nel luogo di utilizzo”, ha spiegato ancora Coppola, “consente di ridurre la perdita della potenza per dispersione elettrica nella distribuzione e nel trasporto sulla rete nazionale. Nelle condizioni attuali, per ogni kWh consumato dall’utente finale, circa 0,2 kWh vanno persi prima di arrivare alle utenze.Tutto ciò va a vantaggio della bolletta energetica e dell’impatto ambientale, grazie ad un bilancio delle emissioni di CO2 inferiore rispetto allo schema classico, che prevede l’approvvigionamento dell’energia elettrica dalla rete e la produzione in loco della sola energia termica. Il nuovo impianto consentirà all’ospedale di Tricase di abbandonare i vecchi impianti di riscaldamento a gasolio, molto più inquinanti. Si è passati a produrre energia elettrica, caldo e freddo, con impianti a metano che sono, in assoluto, i meno inquinanti. Il grosso complesso realizzato con tecniche all’avanguardia”, ha concluso l’ing. Coppola, “ha un sistema di filtri e di controllo delle emissioni in atmosfera e di abbattimento del rumore, che è stato approvato da tutti gli enti preposti al controllo, con grande soddisfazione per la qualità delle tecnologie e per i grandi benefici per l’ambiente”.

L’evento inaugurale si terrà venerdì 5 aprile, dalle 10,30, presso la Sala del Trono del Palazzo Gallone, a Tricase.

Sono previsti gli interventi del sindaco di Tricase, Carlo Chiuri, del direttore generale dell’azienda ospedaliera “G. Panico”, di Suor Margherita Bramato, dell’ing. Antonio Giuseppe Coppola, responsabile tecnico dell’azienda ospedaliera, del professor Arturo De Risi, docente di Sistemi per l’energia e l’ambiente dell’Università del Salento, del geom. Daniele Ingrosso, rappresentante Enerseco, dell’ingegner Salvatore Pelleriti, amministratore delegato di Free Energia.

Al termine dell’evento ci sarà il trasferimento presso la struttura per il taglio del nastro.

Tags:


Commenti

commenti