Connect with us

Andrano

Letti in Piazza ad Andrano

Abitare poeticamente il mondo: domani lettura-evento (Slam Poetry) e musica. Letture, gara di poesia, visite guidate e musica. Dalle 18.30 alle 23 presso il Castello

Pubblicato

il

Una camminata dentro i luoghi e dentro se stessi e la slam poetry per continuare a promuovere la lettura e l’incontro interculturale nei piccoli paesi. L’esperimento si terrà ad Andrano, dove giovedì 2 settembre, alle ore 20, l’atrio del Castello ospiterà “Abitare poeticamente il mondo”, la lettura-evento con gara di poesia e musica, ideata nell’ambito del progetto Leggere tra due mari. È affiancata, alle 18.30, da una visita guidata allo stesso maniero e alla vicina chiesa dell’ex convento dei Domenicani, in collaborazione con una guida turistica e con la locale Pro Loco (per info e prenotazioni: 351 92921059).


Dopo Spongano e Diso, con questa tappa, dunque, entra ancora di più nel vivo l’azione “Letti in piazza”, che mira a socializzare l’approccio al libro attraverso stili e linguaggi inediti, popolando i luoghi più insoliti per la lettura come, appunto, le piazze dei paesi, i castelli, i parchi, i cimiteri, i tratturi di campagna. Portare la lettura nei centri più distanti dai grandi circuiti di produzione e fruizione culturale è, d’altronde, tra gli obiettivi più importanti di Leggere tra due mari, progetto nato per valorizzare le biblioteche pubbliche della provincia di Lecce, ideato da Libera Compagnia Teatrale Aradeo e Associazione Amici della Biblioteca di Tuglie, con il sostegno di Fondazione CON IL SUD e Centro per il libro e la lettura, la collaborazione di Anci e il patrocinio di Associazione italiana biblioteche, Polo Biblio-Museale di Lecce, Regione Puglia e Provincia di Lecce.


L’evento di Andrano è curato da Ermanno Serratì, collaboratore appositamente selezionato con bando pubblico per questa azione dall’Unione dei Comuni Andrano Spongano Diso, tra i partner del progetto, e vede la collaborazione della Lega Italiana di poetry slam.


Abitare Poeticamente il Mondo” prende il nome dall’omonimo libro della Casa Editrice Anima Mundi di Otranto, anch’essa nella rete di “Leggere tra due mari”. Alla lettura di alcuni passi del testo si affiancherà la Slam Poetry (o Poetry Slam). Si tratta di una gara di poesia orale con la presenza di una giuria popolare scelta tra il pubblico presente. I poeti (numero massimo 6-8) avranno tre minuti per interpretare i propri versi inediti e due manches a disposizione. I tre finalisti approderanno alla manche finale in cui verrà decretata la persona vincitrice, che sarà qualificata di diritto alle selezioni regionali del campionato LIPSLega Italiana Poetry Slam (per prenotarsi alla gara di slam: 3338723641, francescopedala@gmail.com).


«La scelta della Slam Poetry quale forma d’arte e d’espressione da affiancare alla lettura di alcuni passi del libro potrebbe sembrare azzardata ma – spiega Ermanno Serratìsiamo consapevoli della nostra scelta e crediamo fermamente possa essere una meravigliosa consociazione. Il libro “Abitare poeticamente il mondo” ci riporta delicatamente alla bellezza delle piccole cose, all’essenziale, all’origine, regalandoci poesia e invitandoci alla contemplazione. La Slam Poetry irrompe in tutto questo affermando l’esistenza di nuovi linguaggi, popolari, dal basso, riappropriandosi di quello spazio necessario per esprimere un’esigenza, una necessità».

La Slam Poetry si inserisce tra la poesia che viene dalla strada (com’è stato per il rap, il reggae, l’hip hop) e la poesia quale genere letterario, portando con sé un messaggio genuino e autentico: la poesia appartiene a tutte e a tutti. E tutte e tutti hanno il diritto di esprimersi con forme e linguaggi differenti, riprendendo così alcuni tra gli obiettivi principali del progetto “Leggere tra due mari”: la partecipazione della comunità, il carattere inclusivo delle iniziative culturali e la promozione alla lettura con modalità nuove e coinvolgenti.


La serata prevede, alle ore 20 nell’atrio del Castello, un’introduzione musicale a cura di Francesco Palmieri (alla chitarra) e Claudia Giannotta (canto). Gli interventi musicali si alterneranno alla gara di Slam Poetry ed alle letture del libro, queste ultime fulcro attorno al quale l’evento ruota. La gara giungerà poi al termine con la manche finale e la proclamazione della persona vincitrice, a cui seguiranno poesie a tema libero per chi nel pubblico abbia voglia di cimentarsi e, infine, chiusura con musica e canto.


Nei prossimi mesi, “Letti in piazza” proseguirà con altri sette appuntamenti pubblici che prenderanno spunto da altrettanti libri: “La malapianta” di Rina Durante, voce fondamentale della terra e della cultura salentina; “Mala Agapi” di Luigi Garrisi, viaggio alla scoperta della lingua grika; “Gli uomini nuovi” di Maria Marzioni che racconta la quotidianità degli ospiti del centro accoglienza di Ortelle (Lecce); “Parole sotto sale-piccolo vocabolario poetico” di Claudia Fabris per prendere coscienza della forza delle parole; “Mozart e la pioggia” di Christian Bobin, libro di riflessioni che hanno come protagonista la morte; “L’imperfetto lettore” di Antonio Errico, libro sui libri, un inno alla lettura; “Folli i miei passi” di Christian Bobin su una ragazza che sa diventare donna capace di autodeterminarsi.


Leggere tra due mari coinvolge 15 comuni della provincia di Lecce attraverso un ampio partenariato formato da 21 realtà associative, istituzionali e imprenditoriali: oltre alle organizzazioni ideatrici, la rete è composta dalle biblioteche comunali di Aradeo, Taurisano, Collepasso, Cavallino, Taviano, da Comune di Andrano, Comune di Collepasso, Unione dei Comuni Andrano-Diso-Spongano, Istituto scolastico di Aradeo, Parco regionale Otranto-Leuca, Amici della Biblioteca di Tuglie, Anima Mundi, Aps Amici della Musica, Casa delle Agriculture Tullia e Gino, Ciàula, Corte Grande Edizioni, Sablio, Università Popolare Aldo Vallone, Voce alle Donne.


Andrano

“Intossicazione dopo cena in ristorante di Andrano”: il fatto non sussiste

Pubblicato

il

Alici marinate contenenti il batterio dell’anisakis in un ristorante di Andrano? Il fatto non sussiste.

È stato assolto Graziano Rizzo, 51enne ristoratore titolare di “Carpe Diem” ad Andrano. Era finito in tribunale dopo la denuncia-querela di un cliente: un 55enne di Tricase, colpito da infezione di presunta derivazione alimentare, ricondotta, appunto, ad una consumazione nel suddetto ristorante dell’estate 2014.

A quella cena presero parte più persone, diversamente colpite da malesseri la mattina seguente. Ad aver la peggio il 55enne, finito in ospedale a Poggiardo con diagnosi di intossicazione da anisakis.

Da lì, poche settimane dopo, la denuncia. E l’inchiesta, anche per cattiva conservazione di alimenti, caduta nel vuoto perché finita in prescrizione.

Nonostante, secondo l’accusa, il 55enne tricasino abbia contratto in quella occasione una patologia tuttora perdurante, le perizie depositate in Procura non hanno individuato una connessione tra i fatti suddetti e le responsabilità del ristoratore.

Quest’ultimo, è stato ritenuto non colpevole, perché il fatto non sussiste, dalla giudice Maddalena Torelli, della prima sezione penale del Tribunale di Lecce.

Continua a Leggere

Alessano

Tricase: le Comunità Energetiche opportunità di sviluppo ambientale, economico e sociale

Incontro pubblico organizzato dalla sede provinciale dell’U.Di.Con. (Unione Difesa dei Consumatori e dalla Sezione Sud Salento di Italia Nostra domani (giovedì 28 aprile, dalle 18,15) nella sala riunioni del GAL Capo S. Maria di Leuca in Piazza Pisanelli. sono invitati cittadini, associazioni, imprese e amministrazioni di Alessano, Andrano, Miggiano, Specchia, Tiggiano e Tricase

Pubblicato

il

La sempre più incalzante questione ambientale correlata alla produzione di energia da combustibili fossili e le cicliche emergenze geopolitiche che mettono in crisi il nostro Paese per la dipendenza energetica, sono condizione che impongono con urgenza ad ogni cittadino, comunità e amministrazione, statale, regionale e comunale, di non essere più consumatori di energia ma di diventare sempre più produttori e gestori di quel bene primario qual è l’energia da fonte rinnovabile che – tra l’altro – è a disposizione di tutti.

Con questo spirito e ritenendo che nel settore dell’energia rinnovabile il territorio salentino può e deve svolgere un ruolo da protagonista per non continuare ad essere terreno di conquista da parte di multinazionali e di società che intendono esclusivamente trarne profitto, spesso devastando il territorio, l’U.Di.Con. (Unione Difesa dei Consumatori) e la Sezione Sud Salento di Italia Nostra, hanno programmato un ciclo di incontri per informare e sollecitare le comunità e le amministrazioni locali ad attivare la nascita delle Comunità Energetiche, strumento che può trovare anche nel nostro territorio la dovuta attenzione per far sì che i cittadini possano beneficiarne economicamente e – nel contempo – concorrere alla tutela dell’ambiente con la produzione di energia rinnovabile e favorire la crescita delle imprese locali.

«In questa direzione», secondo il segretario provinciale di U.Di.Con. Biagio Malorgio ed il presidente della Sezione Sud Salento di Italia Nostra Marcello Seclì, «ogni amministrazione comunale può svolgere un ruolo determinante nel sollecitare i propri cittadini e a supportare la nascita delle Comunità Energetiche nel proprio Comune».

Domani, d’intesa con la locale amministrazione comunale  e con il G.A.L. Capo S.M. di Leuca le due associazioni hanno organizzato l’appuntamento di Tricase, nell’ambito di un ciclo di incontri zonali promossi tra aprile e maggio in diversi Comuni della provincia per poi concludersi con un appuntamento finale a Lecce nel quale si farà il punto della situazione e si individueranno le strategie e le modalità più appropriate con cui passare nella fase di attuazione di questo importante strumento di partecipazione delle comunità locali.

Per quanto riguarda l’incontro di domani, appuntamento, alle 18,15 nella sala riunioni del GAL Capo S. Maria di Leuca in Piazza Pisanelli.

Dopo i saluti del sindaco di Tricase Antonio De Donno e del presidente del Gal Capo di Leuca (nonchè sindaco di Poggiardo) Antonio Ciriolo, l’introduzione a cura del segretario provinciale di U.Di.Con. Biagio Malorgio e del presidente della Sezione Sud Salento di Italia Nostra, Marcello Seclì.

A seguire la proiezione dei filmatiLe Comunità Energetiche spiegate in modo semplice” e “Comunità energetiche in Sardegna“.

In programma i contributi dell’Energy Manager Antonio De Giorgi e del già presidente della Commissione Ambiente della Provincia di Lecce, Nicolino Sticchi.

Modera l’incontro il “nostro” Giuseppe Cerfeda.

«All’incontro», sottolineano gli organizzatori, «sono invitati cittadini, associazioni, imprese e amministrazioni di Alessano, Andrano, Miggiano, Specchia, Tiggiano e Tricase».

Continua a Leggere

Andrano

Incidente nella notte: paura tra Spongano e Castiglione d’Otranto

Pubblicato

il

Rocambolesco incidente nella notte nel sud Salento.

Due vetture si sono rese protagoniste di uno scontro sulla strada provinciale 165.

Lo schianto, sulla via che collega i centri abitati di Spongano e di Castiglione d’Otranto (frazione di Andrano).

Violento l’impatto, all’altezza di uno dei due passaggi a livello che tagliano la strada a distanza di pochi chilometri l’uno dall’altro.

Una delle due vetture coinvolte è stata sbalzata lateralmente, finendo per rimanere adagiata su una fiancata.

Si sono recati sul posto per i rilievi i carabinieri del Nucleo Radiomobile di Tricase e quelli della stazione di Presicce.

Grande spavento per gli occupanti delle due auto: soccorsi, non sono in condizioni critiche.

Continua a Leggere
Pubblicità

Più Letti

Copyright © 2019 Gieffeplus