Connect with us

Casarano

Abusi su 8 pazienti? Chiesto rinvio a giudizio per ortopedico di Tricase

L’udienza preliminare davati al GUP fissata per il 5 maggio. I fatti si sarebbero verificati, secondo l’accusa, tra gennaio e settembre 2021. Il medico, in qualità di ortopedico, avrebbe costretto le pazienti a subire atti sessuali nel corso di visite mediche, abusando della sua autorità

Pubblicato

il

Il pubblico ministero Erika Masetti ha chiesto il rinvio a giudizio per Sergio Cosi, il 66enne ortopedico di Tricase agli arresti domiciliari da cinque mesi perché accusato di abusi sessuali ai danni di alcune sue pazienti (8 le denunce di cui si è a conoscenza) presso una clinica di Casarano.


L’udienza preliminare dinanzi al gup Giulia Proto è in programma per giovedì 5 maggio prossimo.


L’imputato è difeso dagli avvocati Luigi Covella e Stefano Bortone che potranno avanzare richiesta di rito alternativo.


All’interrogatorio di garanzia il medico che si è avvalso della facoltà di non rispondere.


I fatti si sarebbero verificati, secondo l’accusa, tra gennaio e settembre 2021. Il medico, in qualità di ortopedico, avrebbe costretto le pazienti a subire atti sessuali nel corso di visite mediche, abusando della sua autorità.

L’attività investigativa è stata avviata dalla sezione operativa della Compagnia Carabinieri di Casarano con il coordinamento della Procura della Repubblica di Lecce nel giugno 2021 a seguito della denuncia-querela presentata da una delle vittime presso la stazione carabinieri di Casarano.


Essa, basata su tradizionali tecniche investigative corroborate di attività tecnica di intercettazione ambientale audio-video, ha consentito di documentare gli abusi del professionista su cinque pazienti, le quali dopo essere stata adagiate sul lettino presente all’interno dello studio, sono stati oggetto delle attenzioni dell’uomo che avrebbe praticato loro atti sessuali.


Il medico è anche ritenuto responsabile di lesioni personali aggravate perché, seguito delle sue manipolazioni, avrebbe procurato ad una delle pazienti lesioni personali consistite in cervicalgia, con prognosi di 7 giorni salvo complicazioni, con l’aggravante di aver commesso il fatto in occasione della commissione del delitto di violenza sessuale ed al fine di eseguirlo.


Attualità

In Italia sono 125mila senza fissa dimora

Si attuino interventi specifici per garantire a queste persone soluzioni abitative e percorsi di reinserimento sociale

Pubblicato

il

Ogni inverno la questione dei senza fissa dimora emerge in tutta la sua drammaticità. In Italia in base agli ultimi rilevamenti se ne contano 125 mila, stima al ribasso in quanto c’è sempre grande difficoltà nel tracciare numeri corretti“. Esordisce così il senatore salentino, del M5s, Antonio Trevisi e continua: “Tutta Europa ormai da trent’anni adotta modelli di “Housing First” con interventi specifici, al fine di garantire a queste persone soluzioni abitative da un lato e percorsi di reinserimento sociale dall’altro. Nel nostro paese su questo fronte non si è fatto mai abbastanza: soprattutto nelle grandi città il problema resta evidente, tanto che non è infrequente d’inverno leggere di decessi sulle pagine di cronaca.

“Una voce del Pnrr stanzia 450 milioni proprio per progetti di “Housing First”, da attuare con formule di partenariato pubblico-privato, per stanziamenti tanto sul fronte delle infrastrutture quanto su quello dell’assistenza e della risocializzazione.

Allo stato attuale però non è chiaro se il percorso per la messa terra di questi fondi si sia avviato o meno. Per questo”, chiosa il senatore, “ho deciso di presentare un’interpellanza al governo per capire in che direzione si stia andando sugli interventi relativi al disagio sociale e alle condizioni di chi vive senza un tetto in condizioni di estrema povertà. Queste persone purtroppo non sono in diminuzione, soprattutto nelle aree metropolitane. Sarebbe bene che l’esecutivo prenda piena coscienza del problema”.

Continua a Leggere

Attualità

Meteo, parte la settimana più fredda dell’anno

Venti freddi interesseranno Sud per buona parte della settimana con locali nevicate fin sul livello del mare…

Pubblicato

il

Venti freddi dalla Russia interesseranno l’Italia per buona parte della settimana con locali nevicate fin sul livello del mare al Centrosud, forti gelate e venti sostenuti di bora e grecale.

“I gelidi venti dalla Russia interesseranno l’Italia per buona parte della settimana, iniziando a smorzarsi solo nel corso del weekend”, stando alle previsioni di 3bMeteo,  “avremo così temperature diffusamente sotto le medie del periodo, con estese gelate notturne in Valpadana ma anche sulle pianure del Centrosud laddove i cieli si presenteranno sereni e non soffierà il vento.

Gelo intenso su Alpi e Appennino con temperature sotto lo zero talora anche in pieno giorno fin sotto i 1000m. La sensazione di freddo sarà acutizzata dai venti di bora, grecale e levante che soffieranno da moderati a forti a più riprese, con raffiche anche di oltre 60-70km/h su versante Adriatico e Sud Italia”.

“L’interazione dei venti freddi russi con il Mediterraneo favorirà una certa instabilità atmosferica in primis lungo il medio-basso versante Adriatico, in generale al Sud e su Sardegna e Sicilia, dove potremo avere locali rovesci nevosi a quote collinari, se non a tratti fin sul livello del mare tra Calabria, Basilicata, Puglia, Molise, Abruzzo, Marche”.

Subito dopo in arrivo l’anticiclone di San Valentino

“Dal weekend ma soprattutto la prossima settimana potrebbe invece farsi spazio l’anticiclone, responsabile di un rialzo delle temperature anche deciso e tempo stabile al nord, mentre il Sud invece potrebbe risentire di spifferi freddi dai Balcani, con ulteriori episodi d’instabilità atmosferica. Seguiranno aggiornamenti.”

Continua a Leggere

Casarano

Calcio, l’X Factor del Casarano

Finisce a reti inviolate la gara di Nocera Inferiore, nonostante l’inferiorità numerica dei campani (in 10 dal 69′ e in 9 dall’82’). Dodicesimo pareggio per i Rossoazzurri, ora a 9 punti dalla vetta. Zona play-off, però, sempre alla portata. Domenica al “Capozza” arriva l’Altamura

Pubblicato

il

NOCERINA-CASARANO 0-0

Note: espulsi 66′ Menichino (N), 82′ Fusco (N), 90′ allenatore Erra (N)

Il terreno di gioco del “San Francesco” di Nocera Inferiore, appena rimesso in sesto dopo il recente alluvione, ospita di contro un Casarano in manifesta siccità di occasioni da rete.

È il dodicesimo pareggio questo per la truppa di mister Costantino, che si allontana così a nove punti dalla vetta, che vede vincenti le prime quattro, nell’ordine Cavese, Nardò, Barletta e Altamura.

Paradossalmente, per il tonfo interno del Brindisi, ora i Rossoazzurri sono vicini ad un solo punto dalla zona play-off, divenuta ormai palesemente l’obbiettivo più perseguibile il 7 maggio.

È innegabile che, dopo la sconfitta per 2 a 1 a Cava de’ Tirreni nella quattordicesima giornata, il Casarano, in serie utile da otto turni, dimostra grande solidità, ma nel contempo enorme difficoltà a sbloccare le partite.

Il quarto attacco con 31 reti realizzate e la quarta difesa con 21 incassate ne fanno compagine da classifica medio-alta, ma senza livello da fuoriclasse, pur possedendo le dotazioni.

Domenica prossima altro incontro di cartello al Capozza contro l’Altamura: “riusciranno i nostri eroi a ritrovare” la vittoria e raggiungere i Murgiani al quarto posto con 39 punti?

Continua a Leggere
Pubblicità

Più Letti

Copyright © 2019 Gieffeplus