Connect with us

Cronaca

Rimosso graffito contro Loredana Capone

Il sindaco di Lecce Carlo Salvemini si è rivolto all’autore del graffito con un post sui social: «La nostra Puglia non sei tu. Perché non deridiamo le donne, nè  le offendiamo usando immagini di un sesso maschile…». Attestati di solidarietà dal presidente della Provincia Stefano Minerva e dalla presidente della Commissione Pari opportunità della Provincia di Lecce Teresa Chianella

Pubblicato

il

È  stato rimosso il graffito ingiurioso nei confronti di Loredana Capone disegnato sul muro di un edificio comunale in Piazzetta Panzera, nel centro storico. Solidarietà nei confronti dell’esponente politica leccese del Partito Democratico è giunta in maniera unanime dall’amministrazione comunale.


Il sindaco di Lecce Carlo Salvemini si è rivolto all’autore del graffito con un post sui social: «La nostra Puglia non sei tu. Perché non deridiamo le donne, nè  le offendiamo usando immagini di un sesso maschile. Perché non imbrattiamo gli edifici pubblici, li rigeneriamo.  Perché amiamo la street art che dona colore, bellezza e speranza ai quartieri; non quella che ingiuria. Un abbraccio a Loredana e alla sua famiglia».


LO SDEGNO E LA CONDANNA DEL PRESIDENTE MINERVA


«Un atto vile, squallido, offensivo e lesivo della dignità non solo di una donna che, con competenza e capacità, è impegnata in politica e nelle istituzioni, ma di tutte le donne. Un atto che condanno a voce alta, esprimendo tutta la mia solidarietà e vicinanza a Loredana Capone».


È quanto dichiara il presidente della Provincia di Lecce Stefano Minerva, in riferimento al graffito apparso oggi, sul muro di un edificio comunale, nel centro storico di Lecce.

«Anche se nel frattempo il disegno è stato rimosso», ha aggiunto il presidente, «restano, lo sdegno, il disgusto e l’amarezza per il messaggio che si è voluto lanciare attraverso quell’immagine. C’è ancora tanta strada da fare, evidentemente, per raggiungere in politica e nella nostra società una nuova cultura basata sul rispetto vero della persona e su un’autentica parità di genere. Per questo, lì dove non è possibile prevenire», conclude Minerva, «occorre continuare ad indignarsi, denunciare, rifiutare con fermezza, ribellarsi a qualsiasi logica e gesto sessista».


LA SOLIDARIETÀ DELLA COMMISSIONE PROVINCIALE  PARI OPPORTUNITÀ


In riferimento ai gesti offensivi e sessisti nei confronti di Loredana Capone e della presidente della Commissione Pari opportunità della Regione Patrizia Del Giudice,  la presidente della Commissione Pari opportunità della Provincia di Lecce Teresa Chianella, in rappresentanza di tutta la Cpo provinciale e a nome di tutte le Cpo del Salento, dichiara: «Solidarietà a Loredana Capone per il grave gesto che nelle ultime ore l’ha vista protagonista di un murales offensivo. Quest’atto non rappresenta solo uno schiaffo all’arte e agli artisti che si esprimono attraverso la street art, ma è la prova di quanto, ancora nel 2020, sia diffusa la mentalità maschilista, secondo la quale una donna non può essere unica artefice della propria carriera. E, ancora, piena solidarietà nei confronti della presidente della Commissione Pari opportunità della Regione Patrizia del Giudice, oggetto di vili e beceri attacchi sessisti sulla sua bacheca di Facebook. Entrambe sono madri e mogli attente e rispettose, professioniste competenti ed oneste, che non hanno mai mancato di farci sentire orgogliose del grande lavoro svolto a favore delle nostre comunità con risultati brillanti. Il diritto di dissentire è consentito a tutti ed è figlio legittimo della democrazia che tutti abbiamo sempre voluto, ma questa non è una critica sana. È un offesa sessista, vigliacca e infantile, che merita di essere punita».


Castrignano del Capo

Discarica abusiva a Castrignano del Capo: un deferimento

Pubblicato

il


Un accumulo di materiale di scarto nel tempo ha portato a Castrignano del Capo al deferimento di un operaio di Matino.





Lo stesso, aveva realizzato, per una lunghezza di 40 metri circa, una larghezza di 11 metri circa ed un altezza di 5 metri circa, con un volume approssimativo di 2.200 metri cubi, in una cava dismessa, una vera e propria discarica abusiva in località “Spisse”.




L’uomo aveva realizzato uno spianamento sul terreno con l’ausilio di una motopala gommata. Accumulando poi materiale terroso frammisto a rifiuti, quali lastre di asfalto derivanti dalla demolizione di manti stradali, blocchi di cemento derivanti da scavi per la sostituzione di tubature di acquedotto, oltre a travetti e mattoni in cemento armato. Con altro materiale, il tutto derivante da lavori pubblici di riqualificazione urbana.





I forestali di Tricase hanno deferito il soggetto ritenuto responsabile.


Continua a Leggere

Cronaca

Lutto a Patù: primo decesso per Covid

Pubblicato

il


Un velo di tristezza è calato oggi su Patù, colpita dal lutto per la prima morte causata da Covid.





Le campane hanno annunciato, dopo mezzogiorno, la scomparsa di un uomo, un meccanico in pensione, molto conosciuto e ben voluto in paese. Ricordato da tutti come una persona cordiale e gentile.




Era stato ricoverato alcuni giorni fa, a Galatina, dopo aver contratto il Coronavirus. Poi l’aggravarsi delle sue condizioni fino alla notizia del decesso di stamani.





È un incubo improvviso per Patù, piccolo centro del Capo di Leuca rimasto baluardo Covid-free sino a poche settimane fa, tra gli ultimi centri a cedere all’arrivo del virus e ora già costretto a fare i conti col primo decesso.


Continua a Leggere

Cronaca

Incidente e soccorsi: schianto sulla SS275

Pubblicato

il


È uno dei tratti più pericolosi del tracciato della Maglie-Leuca, ed ancora una volta lo conferma tornando ad essere teatro di un brutto sinistro stradale.





Siamo sul rettilineo della SS275 che da Nociglia conduce alla zona industriale di Surano. Qui, tra le 12 e l’una di oggi, due vetture sono rimaste coinvolte in un violento sinistro.





Sul posto il 118 ha soccorso i coinvolti. Un carro attrezzi ha invece trasportato uno dei mezzi, finito ko. Con le forze di polizia anche la protezione civile di San Cassiano, a dare manforte nella gestione del traffico.




Traffico che, in determinati momenti della giornata e con le numerose attività che in quella zona insistono direttamente sulla statale con molteplici accessi, si rende spesso farraginoso e pericoloso. Annoso problema di una manciata di chilometri di strada che nel tempo hanno registrato anche incidenti mortali.






Continua a Leggere
Pubblicità

Più Letti

Copyright © 2019 Gieffeplus