Connect with us

Cronaca

Stop ai devastatori di muretti a secco

A Nardò ordinanza contro chi, con molta superficialità saccheggia muretti, costruzioni per ricavarne le pietre utili per piazzare l’ombrellone in spiaggia salvo abbandonarle alla fine della giornata al mare. Sanzione fino a 500 euro

Pubblicato

il

Muretti a secco demoliti per ricavare pietre utili all’ancoraggio degli ombrelloni in spiaggia, con inevitabili conseguenze per il decoro dei luoghi e la sicurezza dei bagnanti.


Un deprecabile fenomeno a cui l’amministrazione comunale di Nardò pone un argine con l’ordinanza n. 454 del sindaco Pippi Mellone che stabilisce il divieto di utilizzare le pietre che costituiscono i caratteristici muretti salentini, altre pietre naturali, blocchi di costruzione o simili, anche già presenti sugli arenili, per ancorare o zavorrare ombrelloni, tende o altri arredi da spiaggia.


Sono tantissimi i frequentatori di spiagge e scogliere del litorale neretino che con molta superficialità “saccheggiano” muretti, costruzioni e terreni nei pressi della costa per ricavarne le pietre utili a questi fini e per abbandonarle alla fine della giornata al mare.


Comportamenti inqualificabili che provocano danno ambientale, che arrecano un’offesa al decoro dei tratti costieri e che costituiscono un pericolo per tutti e un ostacolo al libero utilizzo dei tratti sabbiosi anche da parte delle persone con disabilità.


Sovente, come detto, si tratta di pietre rimosse da muretti a secco, “furnieddhri”, “pagghiare” e “finete” (termini di confine delle proprietà) che inevitabilmente ne restano danneggiati.

Oltre ai danni e ai pericoli, l’amministrazione comunale è poi costretta alla periodica rimozione e alla bonifica dei luoghi, con i conseguenti oneri.


Per questo si è reso necessario un provvedimento prescrittivo e sanzionatorio, abbinato alla costante opera di sensibilizzazione verso la tutela dei luoghi, soprattutto quelli più fragili a ridosso del mare.


Ai trasgressori del provvedimento, qualora il fatto non costituisca più grave reato, sarà applicata una sanzione fino a 500 euro.


Cronaca

Centro estetico ed auto di carabiniere dati alle fiamme nel basso Salento

Doppio attentato nel giro di poche ore, nella notte, tra Racale e Taviano

Pubblicato

il

Due incendi nella notte nel basso Salento ed altrettanti forti sospetti di dolo. Gli episodi in due paesi limitrofi: Racale e Taviano.

A Racale è stato registrato un palese tentativo di dare alle fiamme un centro estetico in via Garibaldi. Tracce di un mancato incendio, proprio in corrispondenza dell’attività, sono rimaste lungo la parte esterna del locale: anneriti portone e bordo strada.

I vigili del fuoco avrebbero indivutato del liquido infiammabile. Elemento che sta facendo muovere le indagini del carabinieri sulla pista dolosa.

Non lontano da qui, in via Respighi, a Taviano, una macchina è stata completamente distrutta da un rogo attorno alle 3 della notte: sull’asfalto non restano che le lamiere consumate dalle fiamme.

Si tratta della vettura del vicecomandante della stazione dei carabinieri di Racale. È la violenza delle fiamme, in questo caso, a far propendere per il dolo.

L’intervento dei vigili del fuoco di Gallipoli ha scongiurato il propagarsi delle fiamme nei dintorni. Anche in questo caso, indagano i carabinieri.

Continua a Leggere

Cronaca

Allerta meteo: raffiche di burrasca in arrivo

Il messaggio della Protezione Civile per la giornata di domani: vento atteso per 12 ore

Pubblicato

il

Sarà una domenica dal meteo non favorevole, l’ultima di settembre.

Per domani, infatti, è stata lanciata una allerta meteo sul Salento.

Dalle ore 8 sino alle 20 è previsto un rischio giallo per venti forti meridionali con locali raffiche di burrasca, in particolare su tutti i settori adriatici.

Non sono previste precipitazioni.

Continua a Leggere

Casarano

Lavori Aqp a Casarano: lunedì senz’acqua per due strade

Inserzione di nuove opere acquedottistiche a partire dalla mattina di lunedì 26

Pubblicato

il

Acquedotto Pugliese sta effettuando interventi per il miglioramento del servizio nell’abitato di Casarano. I lavori riguardano l’inserzione di nuove opere acquedottistiche.

Per consentire l’esecuzione dei lavori, sarà necessario sospendere temporaneamente la normale erogazione idrica lunedì 26 settembre in via Benedetto Croce e via Guglielmo Marconi.

La sospensione avrà la durata di 8 ore, a partire dalle ore 09:00 con ripristino alle ore 17:00.

Disagi saranno avvertiti esclusivamente negli stabili sprovvisti di autoclave e riserva idrica o con insufficiente capacità di accumulo.

Acquedotto Pugliese raccomanda i residenti dell’area interessata di razionalizzare i consumi, evitando gli usi non prioritari dell’acqua nelle ore interessate dall’interruzione idrica. I consumi, infatti, costituiscono una variabile fondamentale per evitare eventuali disagi.

Continua a Leggere
Pubblicità

Più Letti

Copyright © 2019 Gieffeplus