Connect with us

Cronaca

Casalabate e san Foca: sequestrati tre acquascooter

Cinque i soggetti fermati: uno risulta in regola, mentre sanzionati gli altri 4 mezzi, compreso uno che tentava di fuggire in mare aperto, poi intercettato e sanzionato

Pubblicato

il

Un blitz congiunto fra Capitaneria di porto – Guardia Costiera e Carabinieri ha impedito, nel pomeriggio di ieri, che l’illecita condotta di alcuni acquascooter da parte di più soggetti potesse pregiudicare l’incolumità e la sicurezza dei bagnanti. L’operazione, coordinata dall’Ufficio Circondariale Marittimo di Otranto, ha visto la partecipazione dei Carabinieri della Stazione di Squinzano (Compagnia di Campi Salentina) nonché della motovedetta CP720 del Compartimento Marittimo di Brindisi e del personale degli uffici marittimi di San Cataldo di Lecce e San Foca, e si è svolta lungo il litorale sabbioso a Nord della frazione di Casalabate (Squinzano – Lecce). Le 17, l’ora del blitz: le pattuglie a terra hanno individuato gli acquascooter nella zona di mare riservata alla balneazione (ovverosia entro i 200 metri dalla costa), e la motovedetta della Capitaneria di porto di Brindisi ha iniziato l’avvicinamento da mare. Cinque i soggetti sotto la lente di ingrandimento: uno risulta in regola, mentre non c’è via di fuga per i conduttori degli altri 4 mezzi, compreso uno che inizialmente tenta di eludere controlli e sanzioni fuggendo in mare aperto, poi inesorabilmente intercettato e sanzionato dal personale della CP720. L’operazione, che ha destato scalpore ed approvazione tra i bagnanti, ha altresì assestato un duro colpo al fenomeno delle evoluzioni azzardate delle moto d’acqua che affligge la zona prescelta per l’operazione, e che è da tempo oggetto di lamentele e segnalazioni. Il pericolo, oggi, era poi alquanto evidente, vista la presenza in acqua di numerosi bagnanti (tra cui molti bambini). Fra i conduttori, tre sono stati deferiti alla Procura della Repubblica di Lecce per inosservanza di norme sulla sicurezza della navigazione, ed un quarto sanzionato per navigare all’interno della fascia di rispetto di 400 metri vietata alle moto d’acqua. I tre acquascooter sono stati posti sotto sequestro su ordine dell’Autorità Giudiziaria. Con l’occasione, la Guardia Costiera ricorda a tutti gli utenti del mare il numero blu per le emergenze “1530” (gratuito dai telefoni fissi e dai cellulari) e raccomanda di affrontare il mare solo se in perfette condizioni fisiche e nel pieno rispetto delle vigenti norme di sicurezza.

Continua a Leggere

Cronaca

Auto in fiamme, fumo in casa: paura per anziana

Pubblicato

il

Incendio a Racale nella serata di ieri.

Un’auto parcheggiata in strada, in via Nazario Sauro, ha preso fuoco attorno alle 21. Il rogo ha distrutto la vettura ed intaccato in pochi secondi le serrande della abitazione davanti la quale l’auto era in sosta.

Nella casa in questione, una donna impossibilitata a muoversi. Si tratta di una anziana del posto vistasi improvvisamente prigioniera di una nube di fumo. L’aria irrespirabile si era infatti propagata nell’appartamento mettendo a rischio l’incolumità dell’anziana. Per trarla in salvo è stato provvidenziale l’intervento dei vigili del fuoco del distaccamento di Gallipoli.

Foto di repertorio

Continua a Leggere

Cronaca

Montesano, auto si ribalta sulla statale

Pubblicato

il

Brutto incidente stradale all’ingresso di Montesano Salentino dove una BMW si è ribaltata sull’asfalto.

Il conducente della vettura è stato estratto dall’abitacolo dai vigili del fuoco del distaccamento di Tricase per poi essere trasportato all’ospedale “Cardinale Panico” dal 118.

Da chiarire le cause del sinistro. Sul posto anche polizia locale e carabinieri. Nonché personale Enel, intervenuto per rimettere in sesto una cabina elettrica travolta proprio dall’auto in corsa.

Continua a Leggere

Cronaca

Ruffano, auto rubata data alle fiamme

Pubblicato

il

Incendio nelle campagne di Ruffano.

Data alle fiamme una autovettura risultata rubata. Era stata abbandonata in un casolare dell’agro ruffanese. Sul posto, dopo il ritrovamento a rogo in corso, sono intervenuti i vigili del fuoco del distaccamento di Tricase.

Presenti anche i carabinieri della stazione di Ruffano che indagano sull’accaduto. Da chiarire se la vettura incendiata sia stata utilizzata, dopo il furto, per compiere altri reati.

Continua a Leggere
Pubblicità

Più Letti

Copyright © 2019 Gieffeplus