Connect with us

Cronaca

Festival Salento Classica: sabato secondo appuntamento con Accardo che suona Mendelssohn

Domenica fuori programma con “Le voci della Terra” di Milesi e proiezioni della “Pizzica Sinfonica”

Pubblicato

il

Dopo il grande successo di pubblico che ha salutato il concerto inaugurale di domenica scorsa, il Festival Salento Classica – novità settembrina che vede l’Orchestra Sinfonica Tito Schipa impegnata insieme a Salvatore Accardo, direttore e solista al violino – torna con un doppio appuntamento sabato 14 e domenica 15 settembre, nell’Atrio dei Teatini, alle ore 21. Alla sua prima edizione, il Festival è nato da un’idea del direttore artistico dell’Orchestra Ivan Fedele ed è organizzato da Fondazione Ico Tito Schipa, Provincia di Lecce, Ministero dei Beni Culturali e Comune di Lecce con il sostegno della Camera di Commercio di Lecce. Nel concerto di sabato, il programma sarà per la gran parte dedicato a Felix Mendelssohn-Bartholdy, del quale il celebre musicista napoletano dirigerà ed eseguirà da solista il Concerto in mi min. per violino e orchestra, uno dei più famosi di tutti i tempi, dalla non breve gestazione: ad aprirlo è un assolo della parte solista, fatto assolutamente nuovo per l’epoca in cui il brano fu composto, la metà dell’Ottocento, in pieno periodo romantica. Si tratta di una pagina di grande fascino, che nei tre momenti che si susseguono senza pause unisce il virtuosismo del solista alla brillante e felice scrittura orchestrale. Il secondo brano in scaletta è Moro, lasso dal Sesto libro dei Madrigali di Gesualdo da Venosa (già eseguito dall’Orchestra Schipa durante la stagione estiva), nella trascrizione del compositore pavese contemporaneo Giovanni Albini. Nel brano, si affrontano i temi della morte e della fragilità della vita. In chiusura, dopo l’intervallo, spazio alla Sinfonia n. 4 “Italiana” di Mendelssohn, una delle cinque che lasciò in eredità al mondo quando morì prematuramente all’età di 38 anni. L’opera è figlia di un tanto desiderato “Gran Tour” che l’autore tedesco fece in Italia, dove conobbe Donizetti a Napoli e Berlioz a Roma. La sinfonia trae ispirazione proprio dalle atmosfere che trovò nelle città italiane ed evoca in forme stilizzate, mai popolaresche, riferimenti al folclore locale, come una processione funebre a Napoli o il carnevale a Roma. Venne eseguita per la prima volta a Berlino il 13 maggio 1833 dalla Società Filarmonica di Londra diretta dallo stesso Mendelssohn. Domenica, invece, sempre ai Teatini e sempre alle 21, l’Orchestra – senza Accardo – sarà impegnata in un fuori programma dedicato alla presentazione del disco “Le voci della Terra”, registrato e prodotto dall’etichetta discografica Dodicilune, con la quale è organizzato l’appuntamento in collaborazione anche con la Fondazione Notte della Taranta. Ad inizio serata, infatti, sarà proiettato un video documento di Milesi, registrato durante le prove dell’edizione 2001 del concertone di Melpignano, prima volta in cui venne eseguita la “Pizzica Sinfonica”. Il filmato sarà introdotto da una presentazione di Fedele e ospiti in platea ci saranno le sorelle e il fratello di Milesi.

Diretto da Pasquale Corrado con Vito De Lorenzi solista alla tammorra e Francesco Mangialardo e Sergio Rizzo alle marimbe, il concerto prevede l’esecuzione de Le voci della Terra di Milesi, ribattezzata appunto “Pizzica sinfonica”, seguita da due composizioni di Fedele, ispirate proprio alla musica popolare: Artéteka, Folkdance I per orchestra e Txalapàrta, Folkdance II nella nuova versione per due marimbe e orchestra.  I biglietti possono essere acquistati in prevendita al costo di 12 euro + d.d.p. (ridotti 10 euro + d.d.p.) presso la Cooperativa Theutra  al Castello Carlo V di Lecce, in via XXV Luglio, tutti i giorni dalle ore 9 alle 13 e dalle 16.30 alle 20.30 (tel. 0832 246517). Le riduzioni sono riservate a over 65 anni, soci Coop Estense, soci FAI, possessori di Confindustria Lecce Customer Card, previa esibizione di un documento di identità e delle specifiche tessere. Sconti anche per studenti e gruppi organizzati, che si siano preventivamente accreditati presso gli uffici della Fondazione Schipa (Fax 0832 683545 – infoico@provincia.le.it). Il programma completo dei sei concerti è disponibile sul sito www.icolecce.it.

Continua a Leggere

Cronaca

Da Scampia al Salento per rubare nelle case

Sgominata banda dedita ai furti nelle abitazioni. Arrestati due uomini nel campo nomadi di Scampia

Pubblicato

il

I carabinieri della task force contro i reati predatori istituita dalla Compagnia di Lecce, con l’ausilio dei Carabinieri della Compagnia di Napoli Vomero e del 10° Reggimento Carabinieri Campania hanno dato esecuzione ad un’ordinanza di custodia cautelare nei confronti di Vladan Radosavljevic, 35 anni e Elvis Radosavljevic di 19.

I due appartenevano ad un gruppo criminale che tra il marzo e l’aprile scorso, utilizzando un’autovettura Alfa Romeo Giulietta di colore bianco con targa rubata, aveva messo a segno una serie di furti a tra Vernole e Melendugno.

Proprio lo scorso aprile, a seguito di un tentato furto posto in essere dai malviventi a Vernole,fu arrestato Daniel Milanov, uno dei membri della banda, mentre gli altri riuscivano a darsi alla fuga facendo perdere le loro tracce.

Al termine di una complessa attività d’indagine, basata su identificazioni fotografiche e sull’analisi dei filmati degli impianti di videosorveglianza posti nei pressi delle abitazioni dove erano stati consumati i furti, i carabinieri della task force “Reati predatori” (composta da militari del nucleo operativo e radiomobile di Lecce e della Stazione di Lecce Santa Rosa) sono riusciti ad identificare tutti i membri del sodalizio criminale e a localizzarli presso il campo nomadi di Scampia a Napoli (foto grande in alto) dove, nella mattinata di ieri, è stato tratto in arresto Elvis Radosavljevic, ora in  carcere a Poggioreale, Napoli.

L’ordinanza di custodia cautelare veniva notificata anche nei confronti di Vladan Radosavljevic, già detenuto presso lo stesso carcere.

Continua a Leggere

Cronaca

Incidente nei pressi del Gulliver

Sinistro poco prima del tramonto e code sulla via per Ruffano

Pubblicato

il

Incidente nel pomeriggio nei pressi del centro commerciale Gulliver di Surano.

Attorno alle 16 due vetture sono rimaste coinvolte in un tamponamento sulla strada provinciale 172, la Ruffano-Surano, a pochi metri dall’incrocio con la strada statale 275.

Necessario l’intervento di forze dell’ordine ed ambulanza. Code sul posto a causa dell’accaduto. Anche da chiarire le responsabilità del sinistro.

Foto di Protezione Civile Salento.

Continua a Leggere

Cronaca

Incidente sul lavoro: operaio perde due dita della mano

L’uomo stava lavorando in una corniceria della zona industriale quando è rimasto ferito dalla tronchese

Pubblicato

il

Stava lavorando ad una troncatrice alla corniceria “Mdl day” della zona industriale di Miggiano quando per motivi ancora da chiarire si è troncato di netto quarto e quinto dito della mano sinistra.

L’episodio è avvenuto poco prima della chiusura, appena dopo le 20,30 di ieri sera.

L’uomo, D.G., 54 anni, di San Cassiano, è stato soccorso immediatamente dai colleghi che hanno chiamato il 118. Così tamponata la ferita l’operaio è stato trasportato d’urgenza al “Card. Panico”  dove è stato operato nella notte.

Sul posto, nella zona industriale di Miggiano, oltre ai sanitari, i carabinieri di Specchia e gli ispettori dello Spesal chiamati a ricostruire l’accaduto e a verificare fossero rispettate le normative relative alla sicurezza sul lavoro.

Continua a Leggere
Pubblicità

Più Letti

Copyright © 2019 Gieffeplus