Connect with us

Dai Comuni

Tricase, l’amletica Ztl

Lettera firmata sull’annullamento delle sanzioni in caso di dicitura “Varco attivo”

Pubblicato

il

La realizzazione dell’area a traffico limitato nel centro storico di Tricase, su piazza Pisanelli ed alcune vie tutto attorno, ha sollevato, come spesso accade in questi casi, un polverone. Opinioni, pareri, polemiche. Sulla scelta di per sé, sulle modalità di attuazione, sull’orario di apertura e chiusura della zona al traffico, sulla collocazione della nuova segnaletica. Potremmo dire grossomodo su tutto. La decisione però è stata senz’altro ripagata da una estate, quella ancora in corso, meno selvaggia. I furbetti della transenna spostata non hanno più vita facile e la bellezza del centro storico tricasino è fruita con più tranquillità e meno apprensioni dai pedoni.

Restano però ancora delle questioni in sospeso in merito all’interpretazione delle norme e ad un altro aspetto che rischia di restare selvaggio: quello dei verbali. Qui, in particolare, un nostro lettore ha voluto dire la sua sul tema, diventato già in passato di portata nazionale, della fraintendibilità della dicitura che appare sul tabellone luminoso all’ingresso della Ztl (l’indicazione “varco attivo”). Riportiamo di seguito integralmente la lettera di Toti Russo, incappato in una sanzione e successivamente attivatosi nel tentativo di annullarla in autotutela come previsto dalle linee guida ministeriali sulle Ztl.

Mi è stata notificata una sanzione per aver sbadatamente effettuato un accesso nella zona a traffico limitato proprio nei primi giorni di attivazione dell’area pedonale urbana. Nei giorni successivi mi sono recato presso il Comando di Polizia Locale per chiedere se, alla luce delle Linee guida sulla regolamentazione della circolazione stradale e segnaletica nelle Ztl (emanate dal Ministero delle Infrastrutture e dei Trasporti, per il tramite della Direzione generale della Sicurezza Stradale) le quali hanno chiarito come la scritta Varco Attivo sia da ritenersi illegittima, avrebbero accolto una mia istanza di annullamento in autotutela. Mi è stato risposto che per il Comune di Tricase non è possibile in quanto, proprio perché edotti sulla questione, hanno omesso la dicitura Varco lasciando solo la scritta Attivo o Non Attivo. Cioè, senza il soggetto la frase è diventata di senso compiuto e, pertanto, inequivocabile”.

Toti Russo

Attualità

Da poco 50enni e già…bisnonni!

L’incredibile storia che arriva dal leccese

Pubblicato

il

Bisnonni in tempo record!
Arriva da Frigole una bella storia che ha dell’incredibile!
Salvatore Negro e Maddalena Elia (nella foto), marito e moglie che hanno da poco superato la soglia dei 50 anni, sono già bisnonni.
Il 9 settembre scorso il grande giorno, con la nascita del piccolo Santiago, figlio della giovanissima Gaia, 17enne.
La notizia ha riempito di stupore e di gioia la comunità locale e la famiglia. Una bella notizia in controtendenza anche col calo delle nascite di questi tempi.

Continua a Leggere

Attualità

Tricase: via la plastica dalle scuole!

La giunta comunale ha deliberato l’acquisto di borracce in alluminio per i 1.300 alunni della scuola primaria e secondaria di primo grado. La presidente della Commissione Ambiente Francesca Longo: «In un anno scolastico risparmieremo 260mila bottiglie di plastica»

Pubblicato

il

In linea con la campagna di sensibilizzazione del Ministero dell’Ambiente, voluta da Sergio Costa, nel 2018, la giunta comunale di Tricase ha deliberato l’acquisto di borracce in alluminio per i 1.300 alunni della scuola primaria e secondaria di primo grado.

Francesca Longo

Il procedimento è stato avviato con l’istanza protocollata dalla Presidente della Commissione Ambiente, Francesca Longo.

«La giunta, in linea con la campagna di sensibilizzazione per la riduzione della plastica», ha spiegato la Longo, «ha avviato una fase istruttoria, con la quale ha constatato che su 200 giorni circa di scuola per 1.300 alunni, supponendo che ognuno utilizzi una bottiglia al giorno, sarebbero 260mila bottiglie di plastica risparmiate, con conseguente riduzione dei costi ambientali connessi, quali trasporto, smaltimento e riciclo».

«L’attenzione di questa amministrazione nei confronti dell’ambiente e delle buone pratiche» ha invece sottolineato il sindaco di Tricase Carlo Chiuri, «si è dimostrata sin dall’inizio attraverso piccole azioni: il divieto di utilizzo della plastica negli uffici e nelle sedute del consiglio comunale; l’incremento delle casette dell’acqua, con prossima installazione anche nelle frazioni; la distribuzione dei portacicche ed anche la promozione degli orti urbani, che ridurranno notevolmente gli imballaggi. Non è da meno la collaborazione del comune di Tricase ai progetti del Ciheam, tutti orientati allo sviluppo sostenibile delle comunità costiere. Così come nel progetto Bonsea che prevede la promozione e l’installazione di sistemi innovativi di raccolta e stoccaggio dei rifiuti della plastica. È sempre stato intento di questa amministrazione», ha concluso il primo cittadino, «essere molto attenti affinché il rispetto dell’ambiente venga tutelato ogni giorno».

Continua a Leggere

Cronaca

Cocaina in casa, arrestato 35enne

Matteo Congedi di Ugento è ora (di nuovo) ai domiciliari

Pubblicato

il

I carabinieri della Compagnia di Casarano, in collaborazione con i coleghi della Stazione di Ugento, hanno arrestato in flagranza di reato Matteo Congedi, 35 anni di Ugento.

A seguito di perquisizione domiciliare,  è stato trovato in possesso di due involucri contenenti complessivamente 6,2 grammi di cocaina e 0,7 gr. di marijuana, un bilancino di precisione, e diversi grammi di sostanza da taglio.

Il 35enne è stato accompagnato presso il proprio domicilio al regime della detenzione domiciliare.

L’uomo era già stato condannato a sei mesi ai domiciliari, sempre per droga, al processo per direttissima seguito al suo precedente arresto nello scorso mese di gennaio.

Continua a Leggere
Pubblicità

Più Letti

Copyright © 2019 Gieffeplus