Commercianti a… corrente alternata

Powered by WP Bannerize

Il fenomeno del furto di corrente elettrica è ormai diventato tutt’altro che una rarità. Può a primo acchito apparire una cosa banale ma se si pensa che comunque vada l’energia usufruita qualcuno la dovrà pagare, magari con un rincaro tariffa, allora forse comincia ad essere interesse della collettività appurare che non vi siano “furbetti”. Proprio in quest’ottica, in virtù anche della crisi, i Carabinieri stanno effettuando una serie di controlli mirati a privati ed esercizi pubblici al fine di scoprire chi, a danno della comunità, con mezzi fraudolenti si appropria di corrente elettrica.

magnete 1Grazie a tale attività di verifica effettuata con tecnici specializzati dell’ENEL, nelle ultime ore sono stati denunciati a piede libero per furto il titolare del bar “Santa Lucia” a Tricase e il gestore del distribuzione di carburante Total. Il terzo denunciato è il titolare di un distributore di benzina tra a Gagliano del Capo sulla strada per Corsano. Mediante un’analisi dei consumi relativi la fornitura di energia elettrica, negli ultimi giorni o anche mesi, erano stati registrati alcuni significativi cali apparentemente ingiustificati; le utenze ritenute “sospette” venivano quindi fatte oggetto di controllo da parte dei Carabinieri della Compagnia di Tricase, che mediante la strumentazione di tecnici dell’Enel scoprivano come in tutti e tre gli esercizi commerciali oggetto di analisi, i proprietari  avevano manomesso il contatore sul quale avevano apposto un magnete che ne rallentava il funzionamento alterandone la registrazione dei reali consumi. A conclusione dei sopralluoghi i contatori Enel ed i magneti sono sottoposti a sequestro penale mentre i rispettivi titolari sono stati deferiti in stato di libertà alla competente autorità giudiziaria per furto aggravato di energia elettrica, in attesa di ricevere un “giusto conguaglio” da parte dell’Enel.

Tags:

Powered by WP Bannerize


Commenti

commenti