Uomini in mare, ancora nulla

Nessuna novità nonostante le forze messe in campo nelle ricerche dei due pescatori dispersi in mare da lunedì notte.

Sono andati a vuoto anche gli sforzi di oggi da parte dei ricercatori.

Da stamattina alle 5 le squadre dei soccorritori sono sul posto per il quarto giorno consecutivo.

E domani si cercherà ancora lungo tutto il litorale.

La tragedia intorno alle tre della notte tra lunedì 4 e martedì 5 febbraio quando, forse a causa delle cattive condizioni del mare e di un’onda lunga, l’imbarcazione si è ribaltata facendo cadere in acqua tre uomini.

Uno di loro, dopo aver nuotato per ore,  è riuscito a raggiungere la spiaggia di Pescoluse  e salvarsi. Gli altri due risultano ancora dispersi.

L’uomo che si è salvato è Cosimo Piro (detto Mino), 33anni. Ancora nessuna notizia, invece di Fabrizio Piro, 53 anni, papà di Cosimo, e di un loro amico, Damiano Tricarico, 43 anni.

Mino ha raccontato ancora sotto shock di aver tentato di salvare il padre ma dopo avergli preso una mano, una forte ondata glielo ha strappato via. Le condizioni di salute di Cosimo Piro, l’uomo che è riuscito a raggiungere a nuoto la spiaggia e che è stato ricoverato al “Card. Panico” di Tricase per accertamenti sono comunque buone e non destano preoccupazione ai sanitari.

La barca è stata ritrovata, spiaggiata, in località “Posto Vecchio“, sempre nella Marina di Salve.

I soccorritori, visto che il moto ondoso proveniente da sud est spingeva verso riva e stava restituendo di tutto sulla spiaggia, hanno anche effettuato le ricerche con l’ausilio del GPS lungo la spiaggia per lunghi tratti dal punto di spiaggiamento della barca in entrambe le direzioni.

Tags:


Commenti

commenti