Connect with us

Cronaca

Solidarietà a Don Antonio Coluccia

La presidente della “Commissione di studio e inchiesta sul fenomeno della criminalità organizzata in Puglia” Rosa Barone inviata in Commissione il prete antimafia. L’amministrazione comunale di Specchia annuncia un consiglio comunale aperto per domani

Pubblicato

il

Messaggi di solidarietà nei confronti di don Antonnio Coluccia vittima di un attentato intimidatorio nella notte.

Ignoti hanno sparato colpi di arma da fuoco contro la sua auto parcheggiata fuori casa a Specchia.

In una nota la consigliera regionale Rosa Barone, presidente della “Commissione di studio e inchiesta sul fenomeno della criminalità organizzata in Puglia” esprime la “mia vicinanza e quella dell’intera Commissione a Don Antonio Coluccia. A Don Antonio voglio dire che non è solo e saremo sempre al suo fianco per supportarlo in questo percorso in difesa della legalità. Colgo l’occasione per invitarlo in Commissione per parlarci della sua esperienza e dirci cosa le istituzioni possono fare concretamente per chi, come lui, è ogni giorno in prima linea sul territorio per combattere contro la criminalità”.

Anche l’amministrazione comunale di Specchia ha espresso pubblicamente la sua solidarietà: “Concittadini, interpretiamo il sentimento e le intenzioni dell’intera comunità specchiese, incredula e preoccupata per quanto accaduto oggi a Don Antonio Coluccia; proprio questa mattina sono stati sparati dei colpi d’arma da fuoco contro l’auto del Sacerdote e proprio in queste ore si sta indagando per determinare la matrice dell’atto intimidatorio avvenuto. Don Antonio”, prosegue la nota a firma di tutta l’amministrazione comunale, “è per tutti noi esempio, oltre che spirituale, di impegno civico e di lotta contro ogni tipo di criminalità; esempio di come e quanto sia possibile coniugare il principio dell’accoglienza e della carità con la legalità e la sicurezza. Ringraziamo a nome di tutta la Comunità di Specchia don Antonio per la sua quotidiana opera a favore degli ultimi, a favore dei disagiati, per l’incessante opera educativa e di testimonianza che svolge nei paesi, nelle scuole, negli oratori d’Italia”.

L’amministrazione comunale, vuole esprimere “solidarietà e vicinanza a Don Tony Coluccia per il vile atto compiuto, gravissimo, che mette in angoscia tutta la comunità e che ha un chiaro significato di natura intimidatoria senza nessun equivoco e si augura che le forze dell’ordine arrivino presto all’individuazione dei responsabili”.

Gli amministratori “come tutta la comunità di Specchia”, resteranno sempre “al suo fianco nella difesa della legalità”, e si impegneranno a far “reagire la società civile per ripristinare i valori della democrazia contro ogni forma di violenza e di prevaricazione mafiosa perché non esiste legalità se

non c’è una comunità che ha dei valori proprio e che si trasformano ogni giorno in azioni concrete”.

Annunciato anche un consiglio comunale aperto con possibilità di intervento che si terrà domani alle ore 18,30 presso la Casa

Cronaca

Perde dito per disincagliare barca

Episodio tra Torre Mozza e Torre San Giovanni, uomo trasportato all’ospedale di Casarano

Pubblicato

il

Era rimasto incagliato a causa dell’acqua poco profonda e, per smuovere la sua imbarcazione, ha perso un dito.

È successo attorno all’ora di pranzo tra Torre San Giovanni e Torre Mozza, marine di Ugento.

Il malcapitato stava provando a liberare l’ancora dalla secca quando ha finito per ferirsi gravemente, perdendo un dito.

Dopo i primi soccorsi sul posto, è stato trasportato all’ospedale di Casarano.

Continua a Leggere

Cronaca

Tricase: incidente mortale a Depressa

Schianto all’incrocio sulla via per Andrano: perde la vita 28enne

Pubblicato

il

Terribile incidente nella serata di sabato a Tricase, sulla strada provinciale che porta ad Andrano.

Il sinistro è avvenuto attorno alle 21, a Depressa, all’altezza dell’uscita proprio per il centro abitato della frazione tricasina.

Coinvolti un motociclo ed un’auto, una Ford Fiesta condotta da un 29enne di Tricase. L’impatto è stato di una violenza tale da ridurre in fin di vita uno dei due coinvolti, lo scooterista, Simone Caloro, un ragazzo di 28 anni di Depressa. Il 118 lo ha portato d’urgenza in ospedale, a Tricase. Vani i tentativi di tenerlo in vita: il giovane è deceduto poco dopo. Sotto shock ma incolume il ragazzo alla guida della Ford.

I danni patiti dai mezzi coinvolti rimarcano la gravità dello schianto: il lato destro del frontale della Ford Fiesta è distrutto. Del mezzo a due ruote non restano invece che delle lamiere accartocciate.

Sul posto i carabinieri sono al lavoro per ricostruire la dinamica e le responsabilità dell’incidente. Elemento di base pare essere il dato certo sulla direzione dello scooter che da Andrano muoveva verso Tricase.

Continua a Leggere

Collepasso

Due colpi tentati nella notte: ladri in fuga

Assalti a stazione di servizio sulla sp 334 e ad azienda sulla Casarano-Maglie

Pubblicato

il

Doppio colpo sfumato nella notte.

Il primo, un assalto ad un distributore Esso sulla sp 334 tra Collepasso e Parabita. Qui i malviventi sono stati messi in fuga dalla vigilanza privata.

Poco dopo, tra Casarano e Maglie, il tentato colpo presso la ditta di distribuzione di caldaie Ferroli. La banda in azione qui ha divelto la grata di una finestra e forzato l’infisso. Mentre rovistavano nei mobili del locale, alla ricerca di denaro contante, sono stati raggiunti e messi in fuga anche in questo caso dalle guardie giurate.

Continua a Leggere
Pubblicità

Più Letti

Copyright © 2019 Gieffeplus