Connect with us

Attualità

Lecce avrà una nuova Casa per i senza fissa dimora

L’immobile che accoglierà i senzatetto, costruito agli inizi del ‘900, è situato in una posizione strategica tra il centro storico e la stazione ferroviaria, storico ritrovo dei senza fissa dimora e in un’area perfettamente urbanizzata e dotata di servizi e delle principali infrastrutture cittadine

Pubblicato

il

Presentato questa mattina in Commissione Lavori Pubblici alla presenza del vicesindaco e Assessore ai Lavori Pubblici Alessandro Delli Noci, della Presidente Angela Maria Spagnolo e dei tecnici comunali, il progetto esecutivo di ristrutturazione e rifunzionalizzazione per il riuso sociale dell’immobile comunale in via Padre Bernardino Realino. Il progetto, a valere sui fondi regionali P.O.R. Puglia 2014-2020, azione 9.10 “Interventi di riqualificazione dei servizi e delle infrastrutture sociali e socioeducative”, prevede un’ampia ristrutturazione dell’edificio – per un importo complessivo di 700mila euro – con lo scopo di realizzare un Centro di accoglienza per persone in condizione di povertà estrema. L’immobile, costruito agli inizi del ‘900, è situato in una posizione strategica tra il centro storico e la stazione ferroviaria, storico ritrovo dei senza fissa dimora e in un’area perfettamente urbanizzata e dotata di servizi e delle principali infrastrutture cittadine.

Il progetto, che si sviluppa su due piani, prevede la realizzazione di n. 10 camere da letto singole: 4 al pianterreno – dedicato alle donne – con altrettanti bagni (3 per gli ospiti, di cui 1 per persone con disabilità e 1 ad esclusivo utilizzo del personale) e 6 al primo piano, dove saranno ospitati soli uomini e dove saranno realizzati 3 bagni.

Al pianterreno inoltre il progetto prevede la realizzazione di un punto ristoro, degli uffici amministrativi, di un’area medica in cui espletare attività di assistenza psichica, sociale e del presidio durante le ore notturne.

 “Abbiamo ricevuto per il suddetto progetto, avviato dalla precedente Amministrazione, 260 offerte – dichiara il vicesindaco Alessandro Delli Noci. La prossima settimana procederemo all’affidamento della gara con l’augurio di poter avviare i lavori già nel mese di settembre, lavori che contiamo di terminare nell’arco di sei mesi. Nel frattempo, penseremo ad un piano di gestione dell’immobile, probabilmente affidandolo, attraverso apposito avviso pubblico, ad un ente terzo che possa gestirlo nel modo più efficiente possibile. L’allarme lanciato dalla Caritas e dalle realtà che si occupano di disagio sociale merita delle risposte immediate e siamo lieti di poter offrire alla città un luogo in cui ospitare persone in difficoltà, i cosiddetti invisibili, costretti a trascorrere intere nottate in alloggi di fortuna o per strada nei pressi della stazione. Siamo coscienti del fatto che sia una risposta parziale al bisogno crescente, ma può essere considerato un buon inizio. Questa ‘Casa per i senza fissa dimora’ ha una posizione ottimale, giacché può essere raggiunta a piedi e senza difficoltà da chi trascorre le proprie giornate nei pressi della stazione ferroviaria”.

Attualità

Poggiardo: villa e statua per San Giuseppe da Copertino

Obiettivo del progetto è realizzare un “Luogo dei Sogni”, dove la gente può incontrarsi, obiettivi personali o di gruppo, leggere un libro o un giornale, pregare intorno alla statua del Santo Patrono degli studenti, organizzare eventi e tanto altro ancora

Pubblicato

il

Un’importante iniziativa sta per essere realizzata a di Poggiardo: si tratta del progetto “Una Villa e una Statua per S. Giuseppe da Copertino”, promossa dal locale Gruppo Fratres, l’associazione di donatori volontari di sangue, con il supporto tecnico e operativo dell’amministrazione comunale.

Poggiardo è fortemente legata a San Giuseppe da Copertino: in questa cittadina del Salento, infatti, il giovane Giuseppe Desa venne ordinato sacerdote nel 1628. Questo evento “accomuna” Poggiardo alle Città legate a San Giuseppe: Copertino (che ne ha dato i natali) e Osimo (che ne accoglie le spoglie mortali). Tre città fraternamente legate dalla comune devozione per il Santo dei voli.

Il progetto prevede la valorizzazione della Villa comunale di Via Generale Cadorna, messa a disposizione dall’amministrazione comunale; nella Villa verrà collocata una statua in pietra leccese di San Giuseppe da Copertino, realizzata dall’artista poggiardese Virgilio Pizzoleo.

Obiettivo del progetto è realizzare un “Luogo dei Sogni”, dove la gente può incontrarsi, obiettivi personali o di gruppo, leggere un libro o un giornale, pregare intorno alla statua del Santo Patrono degli studenti, organizzare eventi e tanto altro ancora: il risultato finale sarà un luogo dove ognuno potrà confrontarsi con i propri sogni.

Il progetto è realizzato dalla Fratres Poggiardo, che ha destinato al progetto i finanziamenti ottenuti con le donazioni del 5 per mille. La villa verrà allestita con panchine, sedie, scrittoi, librerie, aree a verde, un roseto e una serie di inserti in marmo che racconteranno momenti di vita e pensieri del Santo dei voli; ai piedi della statua troverà posto una lastra in marmo dove verrà incisa la “Preghiera dello studente” del Cardinale Angelo Comastri.

Nelle scorse settimane la Fratres ha proposto a cittadini, associazioni, circoli, operatori economici e devoti, di partecipare al progetto con l’acquisto delle attrezzature per l’allestimento della Villa: in pochi giorni tutte le attrezzature previste sono state acquistate, in un eccezionale slancio di partecipazione e di condivisione del progetto.

L’amministrazione comunale di Poggiardo si è proposta, fin dall’inizio delle attività, quale partner privilegiato della Fratres, assicurando la concessione a titolo gratuito della Villa e coinvolgendo nell’iniziativa due importanti partner tecnici: il gestore dell’impianto di illuminazione pubblica Selettra S.p.A., che realizzerà l’impianto di illuminazione della Villa, e Acquedotto Pugliese, azienda che si è impegnata a garantire l’allaccio alla rete idrica della fontanina pubblica e la sua sistemazione per renderla funzionante.

La scelta di installare la fontanina dell’AQP è dovuta anche al valore simbolico che la stessa rappresenta: essa riporta alla memoria le tradizioni locali, che vedevano nella fontanina un punto di riferimento per adunarsi in gruppo e socializzare. Questa installazione, quindi, ha anche un valore sociale e di rafforzamento dell’identità della comunità, ed in particolare dei giovani, con l’Acquedotto Pugliese.

L’eccezionale partecipazione che si registra attorno a questo progetto ha portato la Fratres di Poggiardo a definire lo stesso “un progetto di-per-con la comunità”.

A conferma di ciò, la pagina Facebook “Il luogo dei sogni – San Giuseppe da Copertino a Poggiardo”, dedicata al progetto, ha ottenuto oltre 1.600 “Mi Piace” in sole 3 settimane.

Una volta completato il progetto, la Villa sarà dedicata a tutti i donatori di sangue, persone che, con il loro gesto volontario e gratuito, donano speranza di vita a quanti si trovano nella sofferenza causata dalla malattia.

L’ultimo passaggio del progetto è la realizzazione della pavimentazione della Villa, utilizzando resine speciali che permetteranno di aggiungere il giusto colore alla stessa pavimentazione. Anche in questo caso, una grande S.p.A. ha deciso di sostenere il progetto con un forte abbattimento dei costi necessari alla colorazione del pavimento: con il sostegno di tutti può essere vinta anche l’ultima sfida della Fratres Poggiardo: “Diamo colore al luogo dei sogni”.

Quanti vorranno sostenere il progetto della Fratres Poggiardo potranno utilizzare l’IBAN dell’Associazione IT45U0200879891000401213372. Info su Facebook “Il luogo dei sogni – San Giuseppe da Copertino a Poggiardo”, Email gruppopoggiardo@fratres.eu. Presidente Antonio Cirolo 3297508127

Continua a Leggere

Attualità

Dazi Usa? Vino un po’ più.. libero

Promozione del vino sui mercati dei paesi terzi con meno freni. La ministra Bellanova: “Bene la decisione a bruxelles. Accolte le nostre sollecitazioni. Proteggere il made in italy e’ la nostra priorità”

Pubblicato

il

Il Comitato di gestione vino svoltosi a Bruxelles ha dato via libera alle proposte di regolamento che apportano alcune modifiche sostanziali alla misura della promozione del vino sui mercati dei paesi terzi per fronteggiare l’imposizione dei dazi statunitensi nei confronti di alcuni prodotti agricoli europei.

Si tratta di tre proposte di regolamento che rendono la gestione della promozione più flessibile, consentendo ai beneficiari dei contributi di apportare modifiche ai progetti di promozione approvati, comprese quelle che riguardano i  paesi target oggetto delle azioni promozionali, nonché di realizzare progetti di promozione per un periodo superiore ai  5 anni per ciascun paese terzo, superando così il  limite attualmente fissato.

Inoltre, viene consentito l’incremento della percentuale di contribuzione dell’Unione europea, portandola dall’attuale 50% al 60%, riducendo la partecipazione finanziaria dell’impresa  al 40% delle spese effettivamente sostenute.

In questo modo si cerca di sostenere i produttori italiani ed europei a mantenere le quote di mercato faticosamente guadagnate in un Paese come gli USA, che rappresenta uno dei nostri maggiori mercati di export per il vino.

Una decisione che va incontro alle nostre sollecitazioni in questi mesi all’Europa, e che accogliamo con grande favore. Proteggere il made in Italy è la nostra priorità”, ha commentato la Ministra Bellanova.

Continua a Leggere

Attualità

Marittima: borse di studio ad Aurora e Marco

La cerimonia di consegna delle Borse di studio intitolate ad “Immacolata e Silvio Boccadamo”

Pubblicato

il

Un piccolo ma indicativo evento.

presso l’Istituto Scolastico Comprensivo di Marittima, si è svolta la cerimonia di consegna delle Borse di studio intitolate ad “Immacolata e Silvio Boccadamo“, istituite sin dal 1973 per ricordare i genitori del “nostro” Rocco Boccadamo.

A suggello, foto di rito con Aurora e Marco, i premiati di quest’anno.

Continua a Leggere
Pubblicità

Più Letti

Copyright © 2019 Gieffeplus