Connect with us

Nardò

Nardò: furto di materiale antico, tre arresti

Nella tarda serata di ieri, a Nardò, i Carabinieri della locale Stazione hanno arrestato, in flagranza di reato per furto aggravato in concorso, Antonio De Benedittis

Pubblicato

il

Antonio De Benedittis

Nella tarda serata di ieri, a Nardò, i Carabinieri della locale Stazione hanno arrestato, in flagranza di reato per furto aggravato in concorso, Antonio De Benedittis, di 42 anni; Giuseppe Calabrese, di 41; Salvatore Primitivo, di 61, tutti di Nardò e già noti alle Forze dell’Ordine. Alle 19 circa,  la pattuglia della Stazione di Nardò, mentre transitava in una zona periferica, isolata e buia, notava una Renault Kangoo, di colore bianco, del tipo furgoncino, ferma nei pressi di una chiesetta. D’iniziativa, in considerazione delle circostanze di tempo e di luogo, i militari decidevano di procedere ad un controllo approfondito del mezzo e della zona circostante.

Giuseppe Calabrese

A quel punto, il conducente identificato nel Primitivo, notata l’auto di servizio e al fine di evitare il controllo, tentava di allontanarsi. Il veicolo veniva pertanto inseguito e bloccato a circa 100 metri dal luogo dove era parcheggiato. Nel frattempo, giungeva in ausilio anche un’altra pattuglia automontata della Stazione Carabinieri, anch’essa presente in zona in attività preventiva. Nel corso dell’accurata ispezione, all’interno dell’immobile costituente ex convento, venivano trovati, nascosti dietro un porticato, De Benedittis e Calabrese. A seguito di un perquisizione del mezzo poco prima fermato, i Carabinieri rinvenivano svariato materiale antico. Ulteriore materiale provento di furto veniva successivamente rinvenuto anche nei pressi del portone d’accesso all’ex convento. L’ispezione più accurata dei luoghi permetteva di accertare che, sia il portone che permette l’accesso all’ex convento, sia altre due porte che consentono l’accesso ad un vano adibito a deposito di materiali antichi e alla scala, risultavano palesemente forzate.

Salvatore Primativo

Tra gli oggetti antichi asportati, ma rinvenuti e restituiti alla legittima proprietaria, vasi in pietra ed in terracotta, appliques e casseruole in ferro, sgabelli in legno per tessere, diversi portacandele in ferro ed utensili vari da lavoro, per un valore di circa 2mila euro. La Renault Kangoo di colore bianco veniva sottoposta a sequestro. I tre, a seguito delle formalità di rito presso il Comando Compagnia di Gallipoli, venivano sottoposti al regime di arresti domiciliari.

Continua a Leggere

Appuntamenti

UNICEF, a Lecce la grande manifestazione regionale

Giovedì 10 ottobre, presso il Museo Sigismondo Castromediano, l’evento che celebra il trentennale della ratifica della Convenzione sui diritti dell’Infanzia e dell’Adolescenza e premierà i vincitori del Concorso ‘Ogni bambino è vita’

Pubblicato

il

Si terrà giovedì 10 ottobre, presso il Museo Sigismondo Castromediano di Lecce, la grande manifestazione, organizzata dal Comitato Regionale UNICEF Puglia. Una giornata che vedrà il coinvolgimento dei Comitati Provinciali UNICEF di Bari, Brindisi Foggia Lecce e Taranto, a cui prenderanno parte autorità e istituzioni che hanno aderito con entusiasmo all’iniziativa.

Le celebrazioni, in corso a livello internazionale, si intrecceranno con il concorso regionale Unicef che ha visto coinvolti numerosi istituti scolastici.

Il diritto alla vita ha rappresentato il filo conduttore di questo importante progetto voluto dal Comitato Regionale UNICEF PUGLIA, lanciato in tutte le scuole primarie e secondarie statali e paritarie, attraverso il 1°Concorso Regionale UNICEF ‘Ogni bambino è vita’.  I ragazzi, partecipando al concorso, hanno prodotto, secondo la propria sensibilità e interpretazione artistica, un elaborato collettivo sul tema proposto.

Francesco Samengo e il Presidente della Repubblica Mattarella

«Oggi sta sopravvivendo il numero maggiore di sempre di donne e di bambini», dichiara Francesco Samengo Presidente dell’UNICEF Italia, «dal 2000, le morti di bambini si sono ridotte di circa la metà e le morti materne di oltre un terzo, soprattutto grazie a un maggiore accesso a servizi sanitari di qualità e a prezzi accessibili. Eppure, nonostante questi progressi, ogni giorno, sono circa 15.000 bambini che muoiono prima del loro 5° compleanno, di cui quasi 7.000 durante il primo mese di vita. Il Concorso Regionale ‘Ogni bambino è vita’ va nella giusta direzione per coinvolgere i giovani, che saranno gli adulti di domani, su tematiche così importanti per il futuro di tutti», conclude Samengo.

«Una giornata dal doppio significato», evidenzia Giovanna Perrella Presidente Comitato Regionale UNICEF Puglia, «nella quale si vogliono affermare con forza i diritti di bambini e ragazzi sanciti grazie alla Convenzione sui diritti dell’Infanzia e dell’Adolescenza, approvata dall’Assemblea delle Nazioni Unite il 20 novembre 1989 e ratificata dall’Italia con la legge del 27  maggio 1991 n 176. Di questo importante documento – continua la Presidente – festeggiamo il trentesimo anniversario e ribadiamo i punti fermi stabiliti dai 17 Goals dell’Agenda ONU 2030 . In sintesi quello che s’intende sottolineare all’attenzione di tutti è il DIRITTO alla Vita, per ogni bambino che nasce, in qualsiasi parte del mondo, come evidenziato dalla bellissima Mostra Fotografica  di Ilvy Niokiktjien, realizzata per UNICEF Internazionale, che  ha accompagnato tutto il percorso del progetto».

IL PROGRAMMA DELL’EVENTO

Alle 9 raduno partecipanti al Museo Sigismondo Castromediano Lecce;

GiovannaPerrella dell’Unicef Lecce

dalle 10, inni a cura della Scuola secondaria 1° grado “A.Grandi “di Lecce e saluti di benvenuto del presidente regionale UNICEF Giovanna Perrella, del sindaco di Lecce Carlo Salvemini e del sindaco delle ragazze e dei ragazzi di Lecce Greta Quarta del direttore dell’ufficio scolastico regionale Anna Cammalleri, del garante regionale dei diritti del minore Ludovico Abbaticchio, dell’assessore regionale alle politiche scolastiche e del Lavoro Sebastiano Leo, del presidente della Provincia di Lecce Stefano Minerva, del dirigente dell’ufficio scolastico provinciale Vincenzo Melilli;

alle 10,45, Processo a Pinocchio a cura di: Istituto Comprensivo San Giuseppe da Copertino di Copertino e I goals dell’agenda 2030 a cura di  I. C. di Collepasso-Tuglie;

alle 11,15 intervento dell’assessore regionale alla cultura Loredana Capone;

alle 11,30   consegna dei premi 1° concorso Regionale “Ogni Bambino è vita” ai primi classificati delle scuole primarie e secondaria di primo grado di Bari, Brindisi, Foggia, Lecce e Taranto (per la provincia di Lecce premiati gli istituti comprensivi di Copertino e Collepasso-Tuglie);

alle 12 intervento conclusivo del presidente nazionale dell’UNICEF Francesco Samengo.

Alla manifestazione saranno presenti rappresentanze delle scuole della provincia di Lecce che hanno partecipato al concorso, vale a dire gli istituti comprensivi di Alezio, Calimera, Campi, Copertino “Magistrato Falcone”, Guagnano, D.D IV Circolo e “G.Zimbalo”di Lecce,  Polo II di  Nardò, “ Via Apulia” di Tricase, I.C. Polo II di Veglie, I.C.di Vernole.

Saranno inoltre presenti numerosi consigli comunali dei ragazzi della Provincia di Lecce (CCRR). I CCRR, promossi dal Comitato Provinciale UNICEF di Lecce con la collaborazione della Provincia di Lecce, sono l’espressione di una partecipazione attiva delle Ragazze e dei Ragazzi alla vita del proprio territorio.

Passati, nella nostra Provincia, da poche unità a circa 70, nel giro di pochi anni.  coinvolgono Ragazze e Ragazzi delle scuole Primarie e secondarie di primo grado del Comune di appartenenza, dando voce ai diritti dell’infanzia e dell’adolescenza sanciti dalla Convenzione.

M.Maddalena Bitonti

Continua a Leggere

Alessano

Friday For Future: la mobilitazione degli studenti

Nel Salento adesione massiccia allo sciopero e cortei e manifestazioni un po’ ovunque con studenti in strada a Casarano, Gallipoli, Nardò, Galatina, Maglie, Tricase ed Alessano

Pubblicato

il

Studenti in piazza, per le strade, ovunque, per immolare questo venerdì al loro futuro.

La sezione italiana di Friday For Future, il movimento di Greta Thunberg, ha aderito alla Settimana per il clima, ma mentre nella maggior parte degli altri Paesi le manifestazioni si sono svolte lo scorso 20 settembre, da noi la mobilitazione chiude la settimana di sensibilizzazione ai problemi dell’ambiente.

Si tratta del terzo sciopero globale (dopo quelli del 15 marzo e del 24 maggio), realizzato per chiedere l’abbandono delle fonti di energia fossili e giustizia climatica per i popoli di tutto il mondo.

Allo sciopero hanno aderito numerosi sindacati e anche il ministro dell’Istruzione, Lorenzo Fioramonti, ha invitato tramite una circolare i dirigenti scolastici a considerare giustificate le assenze degli studenti che partecipano alle manifestazioni.

Nel Salento adesione massiccia allo sciopero e cortei e manifestazioni un po’ ovunque con studenti in strada a Casarano, Gallipoli, Nardò, Galatina, Maglie, Tricase ed Alessano.

Avviso ai naviganti: domani sul vostro libretto per le giustifiche alla voce “motivo” scrivete “sciopero”.

Proprio il ministro dell’Istruzione, Lorenzo Fioramonti, come detto, ha inviato una circolare alle scuole invitandole “pur nella loro autonomia, a considerare giustificate le assenze degli studenti occorse per la mobilitazione mondiale contro il cambiamento climatico”.

Il ministro ha anche sottolineato su che la decisione è stata presa “in accordo con quanto richiesto da molte parti sociali e realtà associative impegnate nelle tematiche ambientali”.

Quindi la giustifica dell’assenza per “sciopero” sarà legittima e dirigenti scolastici ed insegnanti dovranno accettarla.

Anzi sarà un segno di civiltà. Perché il nostro clima, il nostro futuro, val bene un giorno di scuola e probabilmente i nostri ragazzi devono riappropriarsi di quel sentimento di appartenenza al loro quartiere, alla loro città, alla loro Nazione, al loro pianeta. Tradotto, i professori non potranno certo dirvelo, noi si: se c’è da scioperare e manifestare per motivi così importanti con tutto il mondo che (finalmente) prende coscienza della direzione sbagliata che ha intrapreso, fatelo!

Ognuno di noi può contribuire ad un piccolo-grande cambiamento. Anche i bimbi più piccoli che subito imparano quanto sia importante avere cura del loro pianeta.

Sull’esempio dei ragazzi e dei bambini dell’Istituto comprensivo di Via Apulia di Tricase che, mentre i loro colleghi delle superiori manifestavano per il paese (molti sono anche andati a Lecce per partecipare al corteo promosso dalla sezione salentina di Friday For Future), sotto lo sguardo attento degli insegnanti, sono usciti nel cortile della loro scuola per esporre i loro striscioni e dare l’esempio. Perchè il futuro è soprattutto loro. E noi dobbiamo smetterla di comprometterglielo.

Continua a Leggere

Attualità

Aree di Sviluppo Industriale: in arrivo 50 milioni

Ne beneficeranno le zone industriali di Gallipoli, Surbo, Galatina/Soleto, Nardò/Galatone e Maglie/Melpignano. Abaterusso (LeU/I Progressisti): “Ottima notizia”

Pubblicato

il

Stanziamento 50 milioni di euro in favore delle Asi pugliesi per opere di riqualificazione finalizzate all’attrazione di nuovi investimenti,

Approvato l’atto dirigenziale per la procedura negoziata con la quale la Sezione Competitività e ricerca dei sistemi produttivi dell’Assessorato allo Sviluppo economico, ha assegnato fondi importanti alle Aree di Sviluppo Industriale pugliesi per la loro riqualificazione, finalizzata all’attrazione di nuovi investimenti.

In provincia di Lecce sarà possibile effettuare 9 opere, per un totale di 9milioni e 200mila euro.

Il finanziamento sarà utilizzato per: il completamento di opere di urbanizzazione primaria quali viabilità, pubblica illuminazione, rete fognaria nera ed impianto di sollevamento, rete idrica, l’implementazione di infrastrutture verdi a Gallipoli (2milioni e 300mila euro); progetti per la rifunzionalizzazione e messa in sicurezza dell’intera rete di fognatura nera a Lecce-Surbo (un milione e 800mila euro); la captazione e il trattamento delle immissioni in atmosfera nell’impianto di depurazione a servizio dell’agglomerato industriale di Lecce-Surbo (un milione e 100mila euro); opere di rifunzionamento e messa in sicurezza dell’intera rete di fognatura nera nell’area di Galatina/Soleto (500mila euro); la captazione e trattamento delle emissioni in atmosfera, nell’impianto di depurazione a servizio dell’agglomerato industriale di Galatina/Soleto e il miglioramento della qualità ambientale per mezzo di infrastrutture un milione e 200 mila euro); la captazione e il trattamento di emissioni in atmosfera, nell’impianto di depurazione a servizio dell’agglomerato industriale di Nardò/Galatone (un milione di euro); opere di rifunzionamento e messa in sicurezza della viabilità principale di spina  nell’agglomerato di Maglie/Melpignano (500mila euro); completamento della rete idrica e fognaria e implementazione di infrastrutture verdi a Nardò/Galatone (500mila euro); realizzazione di accessi dalla e sulla SS 16 con relative corsie di accelerazione e decelerazione a Maglie/Melpignano (300mila euro)”.

Ernesto Abaterusso

«È davvero una buona notizia, sia per l’entità delle risorse messe a disposizione che per le finalità che si pone: quello di restituire un futuro alle aree industriali del nostro territorio pesantemente colpire dalla crisi degli anni scorsi». Così Ernesto Abaterusso, Presidente del Gruppo LeU/I Progressisti in Regione Puglia, commenta l’approvazione dell’atto dirigenziale n. 620 del 25 settembre scorso.

«Voglio ringraziare il presidente Emiliano e l’assessorato allo sviluppo economico, Mino Borraccino», aggiunge Abaterusso, «per l’attenzione dimostrata e per aver dato, in tempi rapidi, una bella iniezione di liquidità a delle aree in difficoltà che da tempo necessitavano di interventi di ammodernamento cruciali per la competitività, lo sviluppo, la crescita di nuovi e ulteriori investimenti da parte di aziende di rilievo nazionale e internazionale che da tempo mostrano interesse ad investire in Puglia e nel Salento, nonché», conclude il Presidente del Gruppo LeU/I Progressisti, «la creazione di importanti opportunità di lavoro sul territorio».

Continua a Leggere
Pubblicità

Più Letti

Copyright © 2019 Gieffeplus