Connect with us

Campi Salentina

Partecipò a duplice omicidio: dovrà scontare oltre 17 anni di carcere

Rintracciato e tratto in arresto Franz Occhineri, di Campi Salentina, convolto nell’assassinio di Massimiliano Marino, di San Donaci, e Luca Greco, di Squinzano, i cui corpi furono ritrovati in un pozzo nel marzo del 2013

Pubblicato

il

A Campi Salentina in carabinieri hanno rintracciato e tratto in arresto Franz Occhineri, 42 anni.


L’uomo in ottemperanza ad un ordine di esecuzione per la carcerazione emesso dalla Procura Generale della Repubblica presso la Corte d’Appello di Taranto,  dovrà scontare 17 anni, 9 mesi e 5 giorni di reclusione per omicidio, porto e detenzione armi, danneggiamento a seguito d’incendio e soppressione di cadavere, in concorso, commessi in questo centro in data 10 marzo 2013. Arrestato, espletate formalità di rito, è stato associato alla Casa Circondariale di Lecce.


Gli eventi di cronaca a cui si far imerimento rialgono al 10 marzo del 2013 quando furono ritrovati in un pozzo in un pozzo/cisterna nelle campagne di Campi Salentina, i corpi di Massimiliano Marino 34 anni, di San DonaciLuca Greco, 38enne di Squinzano. Dei due uomini non si avevano più notizie da almeno due mesi.

I due erano stato giustiziati con alcuni colpi di pistola sparati da una semiautomatica calibro 9. Sul corpo delle vittime le tracce di 15 colpi inferti  con un coltello a serramanico.


Di quel duplice omicidio furono accusati Mino Perrino, Francesco Cippone e proprio Occhineri. Il movente motivo scatenante pare siano stati alcuni apprezzamenti che Marino avrebbe rivolto alla compagna di Perrino. Greco invece sarebbe stato ammazzato perché era nel posto sbagliato nel momento sbagliato ed era diventato uno scomodo testimone.


Campi Salentina

Giochi sequestrati diventano un dono per i bimbi ricoverati in Oncologia

Sorpresa dei carabinieri ai piccoli del Vito Fazzi di Lecce

Pubblicato

il

I carabinieri del comando compagnia di Campi Salentina e della stazione di Porto Cesareo si sono recati presso il reparto di onco-ematologia pediatrica dell’ospedale Vito Fazzi di lecce, dove hanno consegnato dei giochi da mare per i piccoli pazienti ricoverati.

“L’iniziativa si è concretizzata grazie alla collaborazione della dott.ssa Assunta Tornesello, direttore responsabile del reparto”, spiegano dal Comando, “che ha ringraziato l’arma dei carabinieri per l’encomiabile gesto e l’amorevole vicinanza ai loro piccoli ospiti. I giochi donati erano stati sequestrati dai carabinieri il 6 agosto 2021 a Porto Cesareo dopo un’operazione di polizia giudiziaria che aveva portato al controllo di sette bancarelle abusive”.

Giochi che quindi sarebbero andati distrutti ma che, grazie alla lodevole iniziativa dei militari ed alla concessione dell’autorita’ giudiziaria sono diventati splendido dono.

Hanno preso parte alla consegna, oltre alla dott.ssa Tornesello, anche Rita Masciullo, responsabile dell’associazione “Per un sorriso in più”; il personale infermieristico del reparto, con la caposala suor Francesca, il comandante della Compagnia di Campi Salentina, Gaetano Piazza, e il comandante della Stazione di Porto Cesareo, Antonio Palamà, nonche’ alcuni militari che avevano partecipato al controllo e al successivo sequestro del materiale, oggi donato, che comunque e’ risultato essere a norma, a differenza di altri articoli rinvenuti in quella circostanza e che invece sono stati avviati alla distruzione.

Continua a Leggere

Attualità

Vaccini anticovid: i numeri aggiornati nel Salento

In provincia di Lecce sono circa 5mila le vaccinazioni effettuate nella sola giornata di domenica nei 12 Punti vaccinali di popolazione, nei centri sanitari e a cura dei Medici di medicina generale, negli ambulatori e a domicilio

Pubblicato

il

Sono 3.978.303  le dosi di vaccino anticovid somministrate sino a ieri in Puglia (dato aggiornato alle ore 17 di ieri dal Report del Governo nazionale. Le dosi sono il 92.7% di quelle consegnate dal Commissario nazionale per l’emergenza, 4.289.696).

Per quanto riguardo l’ASL leccese sono circa 5mila le vaccinazioni effettuate nella sola giornata di domenica nei 12 Punti vaccinali di popolazione, nei centri sanitari e a cura dei Medici di medicina generale, negli ambulatori e a domicilio.

Nel dettaglio: 409 nella Struttura Operativa Territoriale della Protezione Civile di Campi Salentina; 418 nel Complesso Euroitalia di Casarano; 499 nel PTA di Gagliano del Capo; 211 nel Centro Polivalente Comunale di Galatina; 545 nella Palestra del Liceo Scienze Umane “Q. Ennio” di Gallipoli; 250 nel Palazzetto dello Sport di Lecce; 347 nel Museo Sigismondo Castromediano di Lecce; 523 nella Caserma Zappalà di Lecce; 309 nell’edificio Comunale “Mercato delle Idee” di Muro Leccese; 221 nella RSSA comunale di Martano; 346 nello Stabile Zona Industriale di Nardò; 357 nel Centro Aggregazione Giovanile di Spongano; 144 dal Sisp di Maglie; 66 nel complesso ex Acait di Tricase; 49 dai Medici di medicina generale.

Continua a Leggere

Attualità

Green Pass Covid, come ottenerlo

Avrà una diversa durata a seconda se si è guariti dal Covid, se si è fatto il primo vaccino e…

Pubblicato

il

Così si scarica il green pass

Collegandosi al sito del governo (www.dgc.gov.it), il sito del fascicolo sanitario regionale www.fascicolosanitario.gov.it, selezionando la Regione di residenza, l’app Immuni o l’app IO., si potrà scaricare il green pass, gratuitamente.

Basterà inserire il numero di tessera sanitaria e uno dei codici unici ricevuti, inviati via sms o via mail dal Ministero della Salute, ai contatti forniti al momento della prestazione, e saranno: avvenuta vaccinazione (sia prima dose, sia completa), avvenuta guarigione, esito negativo del tampone nelle ultime 48 ore.

Il formato cartaceo da medici e farmacisti

Chi non ha “mano digitale”, non possiede un cellulare di ultima generazione o non sa usare un computer, potrà rivolgersi a uno tra medico di base, pediatra di libera scelta o farmacista.

Tramite il codice fiscale e i dati della tessera sanitaria, il medico potrà verificare i requisiti e scaricare la certificazione verde, che a questo punto si potrà stampare.

Il pass, che sia digitale o cartaceo, è un QR code che può essere letto da chi è autorizzato alla verifica.

Quanto dura il green pass

Il green pass si ottiene quando si stati vaccinati, guariti da Covid, o in possesso di test molecolare o antigenico negativo.

Queste categorie avranno lo stesso certificato ma una differente durata: chi ha ricevuto la prima dose del vaccino avrà un pass valido da 15 giorni dopo l’iniezione al richiamo; per chi ha fatto anche il richiamo, da subito e per i successivi 9 mesi; per chi è guarito dal Covid, 6 mesi dal certificato di guarigione, per chi ha eseguito il test, 48 ore. Se ci si contagia (e alla scadenza) il pass viene revocato.

Il green pass europeo

Serve per riprendere a viaggiare. In Italia, sarà necessario disporne per raggiungere aree arancioni o rosse (al momento l’Italia è in gran parte bianca e in alcune regioni gialla).

Sarà necessario per viaggiare tra i 27 Paesi membri della Ue, più Islanda, Norvegia, Liechtenstein e Svizzera.

Il certificato italiano, al quale si può accedere da ieri, dal primo luglio sarà valido come Eu digital Covid certificate in tutti i Paesi dell’Unione europea.

Il green pass in Italia per matrimoni ed eventi

Per partecipare a eventi sportivi, spettacoli, concerti, feste e matrimoni e per andare a ballare in discoteca (quando saranno riaperte) sarà necessario esibire il green pass. Per questa ragione il Dpcm autorizza a  controllare, chi ne è in possesso, non soltanto pubblici ufficiali e «vettori aerei, marittimi e terrestri», ma anche i gestori di pubblici esercizi e strutture ricettive e il «personale addetto al controllo delle attività di spettacolo in luoghi aperti al pubblico».

Il green pass in Italia per le visite nelle Rsa

Per chi vuole entrare in una struttura sanitaria per anziani, per tornare a far visita ai loro cari dopo mesi di isolamento, sarà obbligatorio esibire il certificato verde.

Si entra con il pass anche a fiere, convegni e congressi (che possono essere organizzati dal primo luglio).

 

Continua a Leggere
Pubblicità

Più Letti

Copyright © 2019 Gieffeplus