Connect with us

Attualità

Cannole ritrova l’antica stele

Pubblicato

il

Dopo più di cent’anni ritorna nella sua antica sede la stele in pietra che indicava la località di Cannole in Terra d’Otranto. Un’operazione avvenuta grazie alla collaborazione dei titolari privati e dell’amministrazione guidata da Leandro Rubichi.


Un tempo l’antica osanna si trovava in via Serrano era un’antica tabella di località, in pietra Leccese, contenente le descrizioni del comune di Cannole durante il Regno di Napoli e prima dell’Unità d’Italia quando la provincia era ancora indicata come Terra d’Otranto.


È lo storico Cosimo De Giorgi a darne notizia nei “I menhir nella Provincia di Lecce” dove scriveva: “All’uscita del paese sulla via che mena a Serrano si vede un menhir trasformato in osanna; recentemente vi fu apposta una tabella con il nome del paese”.


Nell’epigrafe si legge: “Comune di Cannole Circondario di Carpignano collegio eletto reale di Maglie distretto di Gallipoli provincia di Terra d’Otranto”.


Grazie alla collaborazione tra l’amministrazione e la famiglia Luigi Villani, è stato possibile riposizionare su via Roma la stele lapidea, indicante la comunità di Cannole quando ancora non esistevano le attuali province di Lecce, Brindisi e Taranto, e tutto il territorio era identificato come Terra d’Otranto.


Da alcuni studi è stato riscontrato che fu collocata all’ingresso provenendo da Serrano nel primo decennio del 1800 per poi essere rimossa circa cento anni dopo, per esigenze abitative e come spesso succede per la scarsa importanza o attenzione alle numerose “pietre” di cui il Salento e l’Italia in genere sono ricchi.

L’epigrafe che reclamava una certa importanza ha permesso a questa lastra di essere conservata ed evitato che andasse persa nel corso degli anni.

«La buona sorte», racconta l’assessore Fabio Stomaci, «ha voluto che durante i lavori di ristrutturazione nella casa della famiglia Villani sia venuta alla luce e grazie alla loro cura nei decenni successivi, oggi la stele si presenta a noi integra ed in tutta la sua bellezza. Ogni pietra racconta la nostra storia, le nostre origini e le nostre tradizioni, quindi se per qualcuno può essere considerata una semplice lastra in calcarenite, per noi è un pezzo unico che va ad impreziosire il patrimonio storico di Cannole».


Grazie all’attenzione ed alla cura di amministratori lungimiranti, amanti della storia, che credono nella riscoperta delle radici e nella ricostruzione delle tradizioni e della storia, oggi il territorio ha un luogo che documenta e racconta la vita nei secoli ed un antico “chiancune” torna a vivere e a parlarci di tempi passati, quando non c’erano le app, i tablet e a comunicare erano le pietre.



Appuntamenti

Premiazione del “Via Apulia” di Tricase in diretta su Rai 1

Nel corso della celebrazione della Giornata della Memoria (dalle 10,55) il Presidente della Repubblica Sergio Mattarella, dal Quirinale, premierà la Terza B della scuola media dell’Istituto comprensivo che si è aggiudicato il primo premio del concorso nazionale «I giovani ricordano la Shoah»

Pubblicato

il

L’evento, a cura del Tg1, sarà trasmesso in diretta, a partire dalle 10,55, su Rai 1 con telecronaca di Nadia Zicoschi (diretta streaming su www.quirinale.it).


Come già anticipato da queste colonne la Commissione valutatrice del concorso “I giovani ricordano la Shoah“, composta da rappresentanti del Ministero dell’Istruzione e dell’Unione delle Comunità Ebraiche Italiane ha assegnato il primo premio nazionale per la sezione delle Scuole Secondarie di I grado al lavoro “Una donna racconta: Ida Marcheria. La difficoltà di ricostruire una vita” realizzato dalla terza B della scuola secondaria di 1° grado.


La dirigente scolastica Rina Mariano


La classe collegata dal plesso di “Via Apulia”, sarà premiata direttamente dal Presidente della Repubblica.


«È un riconoscimento che premia il lavoro svolto egregiamente dai ragazzi sotto la guida della professoressa Giovanna Calora», ha dichiarato appena appreso del riconoscimento la dirigente scolastica Rina Mariano, «Le pagine prodotte hanno messo in moto competenze  trasversali e si caratterizzano per l’efficacia comunicativa frutto di una collaborazione interdisciplinare».

La motivazione dell’assegnazione del premio è la seguente: «Gli alunni hanno approfondito la storia della vita di Ida Marcheria Di Segni e della sua fabbrica di cioccolatini; la protagonista ha saputo ricostruire la sua esistenza, dopo la deportazione nei campi di sterminio, dedicandosi al suo laboratorio di dolciumi.


La lettura del libro “La ragazza che sognava la cioccolata” e il documentario “Auschwitz e la cioccolata” entrambi di Roberto Olla, sono le fonti a cui si sono ispirati gli allievi.


I disegni, gradevoli nella loro semplicità, dialogano con la storia rievocata, fondendosi con le modalità proprie del linguaggio del web e sono ben riferiti ai passaggi cruciali della vita di Ida.


Le pagine del sito web elaborato dagli alunni, inoltre, si caratterizzano per l’efficacia comunicativa frutto di una collaborazione interdisciplinare».


Continua a Leggere

Attualità

Tricase e Unisalento: prove di sviluppo territoriale

Incontro tra l’assessore alla programmazione strategica, Andrea Ciardo, ed il Rettore dell’Università del Salento, Fabio Pollice, per «ricondurre a sistema le potenzialità della nostra città attraverso una programmazione  che veda insieme comunità, stakeholders, Enti, Università del Salento e Comune di Tricase»

Pubblicato

il

Un piano di sviluppo territoriale attraverso una sinergia tra comunità, stakeholders, enti, Università del Salento e Comune di Tricase.


È questa l’idea di sviluppo promossa sin dalla campagna elettorale dal sindaco Antonio De Donno e la sua squadra.


Di questo percorso ambizioso ma concreto, oggi è stato registrato un passo importante con l’incontro tra l’assessore tricasino alla programmazione strategica, Andrea Ciardo, ed il Rettore dell’Università del Salento, Fabio Pollice (vedi foto in alto).


Quindi Comune di Tricase e Università del Salento valuteranno, insieme, le opportunità di un piano di sviluppo territoriale e, come ha dichiarato l’assessore Ciardo, la via migliore per «ricondurre a sistema le potenzialità della nostra città attraverso una programmazione che veda insieme comunità, stakeholders, Enti, Università del Salento e Comune di Tricase».

Proprio questo è stato il tema dell’incontro di oggi con il Rettore Fabio Pollice, cui l’assessore Ciardo ha partecipato, accompagnato da Michele Turco, responsabile dell’InfoPoint Tricase.


«Da assessore alla programmazione strategica», ha sottolineato Ciardo, «è stato motivo d’orgoglio ritrovarsi a discutere con il professore che tanto mi ha trasmesso durante gli anni di formazione accademica».


Infine Andrea Ciardo ha evidenziato, «come ribadito più volte dal sindaco De Donno», che Tricase deve «cogliere le opportunità che si presentano e far si che Tricase possa avviare un percorso».


Continua a Leggere

Attualità

Altri 163 positivi in provincia di Lecce

Scende però il tasso di positività della Puglia: 8,43% (995 tamponi positivi su 11.790 test registrati). Altri 30 decessi, due dei quali nella nostra provincia

Pubblicato

il

Sono 995 i tamponi risultati positivi su 11.790 test per l’infezione da Covid-19 coronavirus registrati in Puglia.


Decisamente più basso del trend dell’ultimo periodo il tasso di positività quest’oggi attestatosi all’8,43%.


Nella sola provincia di Lecce sono però 163 i nuovi positivi.


Purtroppo sono da evidenziare altri 30 decessi n Puglia, due di questi nella nostra provincia


Il riepilogo


Dall’inizio dell’emergenza sanitaria in Puglia sono stati effettuati 1.264.811 test .


60.729 sono i pazienti guariti.


53.715 sono i casi attualmente positivi.

Il totale dei casi positivi Covid in Puglia è di 117.506, dei quali 9.707 nella sola provincia di Lecce.


IL BOLLETTINO EPIDEMIOLOGICO DEL 26 GENNAIO 2021






Continua a Leggere
Pubblicità

Più Letti

Copyright © 2019 Gieffeplus