Connect with us

Attualità

Tricase e Torre Vado possono dragare i porti

Il presidente della Commissione regionale Bilancio e programmazione, Fabiano Amati: «Finanziati un milione e 46mila euro a Morciano e di un milione e 223mila euro a Tricase». Il sindaco di Tricase De Donno: «L’impegno a chiudere positivamente procedimenti complessi che erano fermi o incagliati continua incessantemente»,

Pubblicato

il

«Saranno dragati i porti di Fasano-Savelletri, Morciano-Torre Vado e Tricase. Un procedimento complesso, con numerosi aspetti da valutare e combinare, che alla fine consentirà di ampliare il potenziale della rete portuale pugliese. È servito un impegno lungo di anni, che però si è opportunamente incrociato con il senso del dovere dell’assessore Anita Maurodinoia e del dirigente Enrico Campanile».


Lo ha annunciato il presidente della Commissione regionale Bilancio e programmazione, Fabiano Amati.


«I tre progetti», ha spiegato Amati, «riguardano il dragaggio dei fondali marini e la gestione degli esimenti estratti, per gli importi di 3 milioni e 659mila euro a Fasano, di un milione e 46mila euro a Morciano e di un milione e 223mila euro a Tricase».

Resta da attendere la conclusione del procedimento di valutazione di altri progetti, per i quali è comunque a disposizione una dotazione finanziaria di 3 milioni e 148mila euro.

«La materia portuale», ha aggiunto il presidente della Commissione regionale Bilancio e programmazione, «ha un rilievo economico posto spesso in secondo piano, a causa della complessità delle questioni che investe. Arrivano i momenti, però, in cui iniziative di infrastrutturazione avviate anni prima e con tanta fatica portate avanti, si conciliano con la storia di progresso e ti parano innanzi la concretezza di un mucchio di carte trasformate in realtà».


La parola come ha concluso Fabiano Amati passa «ai Comuni, affinché sia tolta al più presto la prima e l’ultima pietra, rendendo più profondi fondali che serviranno per accogliere l’economia nuova di più imbarcazioni e con maggiori stazze».

Il sindaco di Tricase: «Chiuso processo lungo e tortuoso»


Il sindaco di Tricase Antonio De Donno


Ovviamente felice il sindaco di Tricase Antonio De Donno: «Finalmente si chiude un processo lungo e tortuoso che permetterà al nostro porto di essere più performante in piena sicurezza».


«L’impegno a chiudere positivamente procedimenti complessi che erano fermi o incagliati continua incessantemente», ha aggiunto De Donno, che ha voluto ringraziare «tutti coloro i quali ci stanno credendo con determinazione e dedizione, amministratori locali, regionali e funzionari, tutti impegnati verso il miglioramento delle nostre infrastrutture ed il progresso delle nostre comunità!».


Attualità

Helen Mirren “Eccellenza Cinematografica”

Riconoscimento all’attrice inglese ma salentina di adozione al Bif&st, Bari international film festival

Pubblicato

il

Il Bif&st, Bari international film festival, premierà la “Eccellenza Cinematografica” dell’attrice Helen Mirren.

L’attrice inglese Premio Oscar con “The Queen”, ormai essere considerata salentina di adozione (vive in una masseria a Tiggiano) sarà premiata insieme al regista Roberto Faenza, mentre per l’ItaliaFilmFest sarà “Qui rido io” di Mario Martone il film più premiato.

Sono le novità svelate dall’Ansa alla vigilia del festival, in programma dal 24 settembre al 2 ottobre in quello che è stato ribattezzato “il miglio dei teatri baresi”, Petruzzelli, Margherita, Piccinni e Kursaal Santalucia.

Qui, in occasione della riapertura dopo un lungo restauro, si terrà l’inaugurazione del Bif&st con il film “Ennio” di Giuseppe Tornatore dedicato al maestro Morricone.

Il regista Roberto Faenza (il 27 settembre) e poi l’attrice Helen Mirren con il regista Paolo Virzì (il 29 settembre) terranno due delle masterclass in programma nel teatro Petruzzelli.

Sono stati anche rivelati gli artisti che riceveranno i premi dell’ItaliaFilmFest. Per “Qui rido io” premio Mario Monicelli per il miglior regista a Mario Martone; premio Franco Cristaldi per il miglior produttore e Indigo Film, Rai Cinema, Tornasol; premio Vittorio Gassman per il miglior attore protagonista a Toni Servillo (premiato anche per “È stata la mano di Dio” di Paolo Sorrentino e “Ariaferma” di Leonardo Di Costanzo); premio Alberto Sordi per il miglior attore non protagonista a Gianfelice Imparato (premiato anche per “Il bambino nascosto” di Roberto Andò).

Il premio Anna Magnani per la migliore attrice protagonista andrà a Teresa Saponangelo per “È stata la mano di Dio”; il premio Alida Valli per la migliore attrice non protagonista a Margherita Buy per “Tre piani” di Nanni Moretti; il premio Ennio Morricone per il miglior compositore a Pasquale Scialò per le musiche di “Ariaferma”. Un premio speciale della giuria dei critici “per l’eccezionalità dell’impresa cinematografica” sarà conferito a Marco Bellocchio per “Marx può aspettare”.

Continua a Leggere

Andrano

Andrano, Diso e Spongano: 270 mila euro per rafforzare i servizi

Avanzo di gestione: L’Unione dei Comuni punta a rafforzare i servizi erogati

Pubblicato

il

Maggiori investimenti su ordine pubblico, pulizia ambientale e cultura. L’Unione dei Comuni Andrano Spongano Diso riparte da un avanzo relativo all’esercizio 2020 pari a 274mila euro, di cui circa 13mila già vincolati e 261mila completamente da reinvestire in nuove attività dell’ente.

L’ammontare è il risultato di due fattori. Il primo riguarda le minori spese sostenute a causa dell’impossibilità di svolgere alcuni servizi nel periodo pandemico, attinenti in particolare al trasporto locale e ai soggiorni termali per gli anziani. Il secondo, invece, come riportato nella Relazione dell’organo di revisione, riguarda i maggiori trasferimenti da parte della Regione a fine esercizio: ciò ha portato a un saldo di 127mila euro con un miglioramento dell’equilibrio di 52.869 euro rispetto al  precedente esercizio.

È quanto emerge dal rendiconto di gestione 2020, che è stato approvato con 8 voti a favore e un astenuto durante la seduta del Consiglio dell’Unione dei Comuni, convocata presso la sala consiliare del Comune di Diso lo scorso 7 settembre.

È su queste basi che poggia il Bilancio di previsione finanziario 2021-2023 approvato nella stessa sede assieme alla convenzione tra l’Unione dei Comuni e il Comune di Castro per la gestione associata dei servizi della Commissione locale del paesaggio.

«Come tutti», ha commentato il presidente dell’Unione, Luigi Rizzello, «anche noi ci muoviamo in un contesto difficile e da quasi due anni le nostre scelte devono fare i conti con il perdurare di una crisi pandemica che ha duramente colpito anche il nostro territorio. Per fortuna, la stagione estiva e le presenze turistiche hanno in parte risollevato l’economia locale. Alla luce di tutto questo, anche attraverso il bilancio abbiamo cercato di operare di conseguenza, dando particolare considerazione a bambini, ragazzi e anziani».

In primis, i servizi scolastici, come mensa e trasporto, sono stati adeguati alle normative Covid ed è stato previsto anche per quest’anno, da parte del governo, lo stanziamento di un fondo apposito, che per l’Unione ammonta a 12mila euro circa. Lo scorso anno, quelle somme sono state quasi interamente impiegate per coprire il maggior costo della mensa rispetto a quello iniziale.

Sempre sul fronte scolastico, è proseguito l’impegno dell’ente nel supportare le famiglie nell’acquisto dei libri per le scuole primarie e secondarie di primo grado.

Nell’ambito del rafforzamento dei servizi di ordine pubblico, poi, in estate è stato aumentato da sei a nove il numero dei vigili impiegati a tempo determinato, tre per ogni Comune, per poter coprire adeguatamente anche il territorio delle due marine di Andrano e Acquaviva di Marittima e per far fronte al maggiore traffico dovuto alla presenza dell’hub vaccinale a Spongano.

Il documento unico di programmazione 2021-2023 delinea la traiettoria lungo la quale ci si muoverà nei prossimi anni, per fronteggiare bisogni emergenti e per cogliere nuove opportunità.

Si è deciso di confermare i servizi già erogati negli anni precedenti, compreso quello di Polizia locale con il relativo rafforzamento della dotazione organica, e di  implementare l’attrattività turistica con lo stanziamento di 15mila euro destinati a iniziative culturali finalizzate a far conoscere il territorio, integrando le attività dei singoli Comuni.

Con uno stanziamento di 21mila euro, sono confermate, inoltre, la pulizia e la manutenzione delle strade vicinali di campagna che collegano i cinque paesi dell’Unione e di quelle più battute da ciclisti e turisti.

Infine, la mancata adesione degli anziani ai soggiorni climatici fuori regione ha convinto gli amministratori dell’Unione a puntare sul sostegno alle cure termali in loco, organizzando il servizio di trasporto gratuito presso lo stabilimento di Santa Cesarea  Terme dal 18 al 30 ottobre prossimi. Gli interessati potranno presentare domanda di partecipazione presso il proprio Comune entro il 2 ottobre.

 

Continua a Leggere

Alessano

Artigianato tipico e imprese turistiche: contributi a fondo perduto

Pubblicato

il

Artigianato tipico e imprese turistiche: contributi a fondo perduto

 

Gal Capo di Leuca: ripubblicati i bandi a sostegno degli investimenti per la valorizzazione delle produzioni dell’artigianato e della gastronomia locali. Domande da inviare entro il 15 novembre 2021

 

Il Gruppo d’Azione Locale “Capo di Leuca” informa che, nell’ambito del PSR PUGLIA 2014 – 2020 Piano di Azione Locale “il Capo di Leuca e le Serre Salentine” – Misura 19 “Sostegno allo Sviluppo Locale Strategia di Tipo Partecipativo” – Sottomisura 19.2 ” Sostegno all’esecuzione nell’ambito degli interventi della strategia“, che sul BURP n. 119 del 16 Settembre 2021 sono stati pubblicati i bandi: Intervento 4.1 “Valorizzazioni delle produzioni tipiche locali” e Intervento 4.2 “Servizi al turismo rurale”.

L’intervento 4.1 “Valorizzazioni delle produzioni tipiche locali” sostiene gli investimenti per la valorizzazione delle produzioni dell’artigianato e della gastronomia locali. La finalità è di favorire la creazione di nuove attività e servizi nei centri urbani e nelle campagne, contrastando l’abbandono del territorio.

L’intervento 4.2 “Servizi al turismo rurale” sostiene gli investimenti per migliorare la qualità della ricettività in un contesto di paesaggio urbano e rurale riqualificato, con attività e servizi di carattere innovativo.

Possono essere beneficiari dei contributi le microimprese ai sensi della Raccomandazione della Commissione n. 2003/361/Ce del 6.5.2003, iscritte alla Camera di Commercio, Industria ed Artigianato ed Agricoltura con sede legale ed operativa nel territorio del GAL, e che svolgano la loro attività nei settori oggetto di sostegno con i codici ATECO indicati nell’Allegato A, parte integrante di ciascuno dei due bandi pubblici, e con esclusione delle aziende agricole solo per l’Intervento 4.1.

La microimpresa dovrà avere sede legale ed operativa nel territorio del GAL “Capo di Leuca”: Alessano, Alliste, Casarano, Castrignano del Capo, Corsano, Gagliano del Capo, Matino, Melissano, Miggiano, Montesano Salentino, Morciano di Leuca, Patù, Presicce-Acquarica, Racale, Ruffano, Salve, Specchia, Taurisano, Taviano, Tiggiano, Tricase e Ugento.

Per l’intervento 4.1“Valorizzazioni delle produzioni tipiche locali” saranno ritenuti ammissibili investimenti per le tipologie di attività: artigianato tradizionale legato alle tipicità locali, per esempio: ceramica, ferro battuto, legno d’ulivo, giunco, pietra leccese, cartapesta, oggettistica, tessitura, ecc..; attività artigianali nei settori della trasformazione alimentare, liquoreria, pasticceria, prodotti da forno, pasta fresca, ecc.., con particolare riguardo ai prodotti compresi nella XVIII revisione dell’Elenco delle produzioni tipiche locali pubblicato dal MIPAAFT e con esclusione dei prodotti compresi nell’Allegato I del T.F.U.E.; ristorazione tipica e da asporto, friggitorie, utilizzando prodotti agricoli e agroalimentari tipici del territorio; commercio, riguardante le produzioni tradizionali e tipiche del territorio di riferimento, compreso anche il commercio “elettronico”.

Per l’intervento 4.2 “Servizi al turismo rurale” sono ritenuti ammissibili investimenti le seguenti attività: agenzia di servizi al turismo/punti di accoglienza turistica; potenziamento del comparto outdoor, esempio: cicloturismo, turismo equestre, trekking, aree giochi, spazi per il tiro con l’arco, punti di rifornimento e di assistenza; realizzazione di servizi direttamente connessi al turismo per famiglie, scuole e gruppi organizzati; realizzazione e potenziamento dei servizi che favoriscano l’avvicinamento del turista ai prodotti tipici del territorio (laboratori di degustazione legati all’utilizzo dei prodotti tipici locali, circuiti enogastronomici, ecc.); servizi turistico-culturali e servizi connessi al turismo rurale relativi alla realizzazione di esperienze legate alle pratiche agricole tradizionali; servizi per il benessere, fitness, percorsi vita, percorsi sensoriali; punti di osservazione del paesaggio e della fauna; servizi per il benessere degli animali.

Per entrambi i bandi saranno ammissibili le seguenti spese: ammodernamento ed adeguamento funzionale di immobili/locali preesistenti destinati allo svolgimento delle attività di impresa, ivi compresi modesti ampliamenti limitati a vani tecnici e servizi nel rispetto degli strumenti urbanistici vigenti; sistemazione di spazi esterni di pertinenza degli edifici se direttamente collegati e funzionali alle attività; acquisto attrezzature, strumenti, arredi ed impianti, funzionali all’intervento; l’acquisto di hardware, software e sviluppo di programmi informatici e costi per la realizzazione e l’aggiornamento di siti internet, con l’esclusione dei costi di gestione; le spese generali, compresi onorari di consulenti e professionisti, nel limite massimo del 12% degli investimenti previsti dal bando, ad esclusione degli “investimenti immateriali”. Solo per l’intervento 4.1, saranno ammissibili le spese: acquisto di vetrine mobili, rimorchi o carrelli autonegozio trainabili, carretti a pedali o elettrici e piccoli mezzi di locomozione motorizzati, esclusivamente utilizzati per la promozione e commercializzazione dei prodotti artigianali e per la degustazione delle produzioni agroalimentari. Solo per l’intervento 4.2 saranno ammissibili le spese per l’acquisto di piccoli mezzi di locomozione ecosostenibili, per favorire la fruibilità del territorio via terra e via mare, con le caratteristiche indicate nell’apposito Bando.

Per tutti gli investimenti ammissibili al sostegno previsti nei due interventi, l’aiuto sarà concesso nella forma di contributo a fondo perduto pari al 50% della spesa ammessa ai benefici. Il limite massimo ammissibile agli aiuti (contributo pubblico insieme a cofinanziamento privato) per intervento, non potrà essere superiore a 70mila euro.

Per ogni altra informazione farà fede il testo dei due bandi. Le domande di sostegno, con procedura dematerializzata utilizzando l’apposito portale SIAN – Sistema Informativo Agricolo Nazionale, dovranno essere inviate esclusivamente entro e non oltre il 15 novembre 2021.

La versione integrale del bando è disponibile sul sito internet del Gal Capo di Leuca.

Lo staff del GAL “Capo di Leuca” è a disposizione per maggiori e dettagliate informazioni sui due bandi, tutti i giorni dal lunedì al venerdì dalle ore 9,30 alle ore 13.

A fini precauzionali e per di evitare assembramenti, coerentemente con le disposizioni emanate con i vari DPCM adottati per il contenimento dell’emergenza sanitaria dovuta alla diffusione del Coronavirus, l’accesso agli uffici sarà possibile solo previo appuntamento concordato anticipatamente.

E-mail: gal@galcapodileuca.it

Tel. 0833/542342.

Continua a Leggere
Pubblicità

Più Letti

Copyright © 2019 Gieffeplus