Connect with us

Cronaca

Rifiuti ammassati e dati alle fiamme

Deferiti un 64enne ed un 45enne, con quest’ultimo che accidentalmente ha provocato il propagarsi di un incendio pericoloso

Pubblicato

il

Tiene banco ancora la scarsa cultura ambientale e lo smaltimento illecito di rifiuti in Salento. Due situazioni particolari sono state, nelle scorse ore, individuate dai carabinieri tra Melendugno e Gallipoli.

A Melendugno un uomo di 64 anni aveva realizzato una sorta di mini discarica privata dove aveva ammassato, in un terreno di sua proprietà, scarti di vario tipo, dai più ai meno pericolosi e dannosi per l’ambiente.

I militari hanno rinvenuto prevalentemente materiale plastico, rottami ferrosi, pneumatici fuori uso e delle lastre ondulate di eternit, accatastate.

Per l’uomo è scattato il deferimento, stesso provvedimento che ha colpito un 45enne tavianese per simile condotta, se non più grave.

L’uomo infatti aveva messo assieme un mucchio di rifiuti, perlopiù pedane in legno e cartoni, per poi bruciarli in un terreno di cui risulta conduttore. Il tentativo di smaltire illecitamente i rifiuti si è però scontrato con le goffe modalità: ignorando il vento di queste ore e la sua pericolosità, infatti, l’uomo ha dato alle fiamme il mucchio di legname e carta provocando in pochi attimi un incendio divampato sulla vegetazione circostante.

Non bastasse, le fiamme hanno rapidamente avvolto anche un altro mucchio di rifiuti stipati nel terreno: cassette in plastica, pedane e cassette in legno, contenitori in polistirolo, tubazioni in plastica ed altro materiale plastico di vario genere utilizzato in agricoltura. L’incendio ha in breve fatto scattare l’allarme, richiedendo l’intervento del 115 per scongiurare pericoli ulteriori.

Cronaca

Terremoto in Albania, la terra trema anche in Salento

Alle 16,04, la scossa con epicentro sulla costa settentrionale albanese a 6 km da Durazzo e chiaramente avvertita anche nella nostra provincia

Pubblicato

il

L’onda unga di un terremoto con epicentro a 6 km da Durazzo (20 km di profondità) in Albania ha fatto tremare anche il Salento.

Tanta la paura avvertita da milioni di persone nell’area, anche nella vicina capitale Tirana:

La scossa, registrata alle 16,04, è stata chiaramente avvertita in molte zone del Sud Italia soprattutto del Salento e del Capo di Leuca e in modo particolare da chi abita su piani rialzati.

Il sisma che ha avuto origine sulla costa settentrionale albanese ha interessato diversi Paesi: Bulgaria, Bosnia ed Erzegovina, Croazia, Grecia, Italia, Kosovo, Montenegro, Serbia, Macedonia del Nord e Albania.

Il terremoto è stato localizzato dalla Sala Sismica INGV-Roma.

Continua a Leggere

Cronaca

Scontro all’alba sulla Montesano-Lucugnano

Vigilantes perde il controllo della sua Panda sbatte su un palo e sul muretto, va in testacoda e si scontra con auto che sopraggiungeva…

Pubblicato

il

Incidente stradale alle 6,30 di questa mattina sulla Montesano – Lucugnano, all’uscita di Montesano.

Un vigilantes della BCS ha perso il controllo della sua vettura di servizio, una Fiat Panda, ed è andato a sbattere su un palo e su un muretto.

Dopo che la sua auto è andata in testacoda si è scontrato con una Renault Kadjar che sopraggiungeva.

Il vigilantes è stato sbalzato fuori ed è finito in un canale di raccolta dell’acqua piovana.

Necessario l’intervento dei vigili del fuoco del distaccamento di Tricase per tirarlo fuori.

Trasportato in codice rosso presso l’ospedale di Lecce è comunque fuori pericolo.

Continua a Leggere

Attualità

La “guerra” agli zozzoni continua

Si stimano altre 350 tonnellate da rimuovere da qui a gennaio…

Pubblicato

il

RIMOSSE 100 TONNELLATE DI RIFIUTI DALLE STRADE PROVINCIALI

Il primo step dell’operazione “Zero rifiuti sulle strade” conta 100 tonnellate di immondizia raccolta e smaltita in circa due mesi.

Ad essere ripulite lo scorrimento veloce Lecce-Maglie, la Maglie-Parabita, Maglie-Scorrano, S.P. 114 Lecce-San Pietro in Lama, S.P. 20 Copertino-Lecce, circonvallazione Leverano e Corsano-Alessano stazione.

Si stimano altre 350 tonnellate da rimuovere da qui a gennaio. Impressionante constatare che in molti punti l’ammasso di rifiuti di ogni genere aveva intaccato l’asfalto, a causa della pressione esercitata nel tempo!

Nel frattempo, continua sia la prevenzione che la repressione.

Previsto nel bilancio della Provincia, l’acquisto di una dozzina di sistemi di videosorveglianza ed incentivato il servizio mirato di monitoraggio da parte della Polizia Provinciale sulle strade più a rischio per sradicare del tutto la cultura della bruttezza che tanto male fa al nostro Salento.

 

Continua a Leggere
Pubblicità

Più Letti

Copyright © 2019 Gieffeplus