Connect with us

Attualità

Cultura va a braccetto con Salento: vince il “Palmieri”

Quando si parla di Cultura un riferimento al Salento non può proprio mancare. Lo possono gridare forte i ragazzi del Liceo Classico “Giuseppe Palmieri” di Lecce, vincitori delle Olimpiadi della Cultura e del Talento”

Pubblicato

il

Talento, coraggio e voglia di tenere alto lo stendardo della propria terra: tre elementi imprescindibili per trionfare, tre ingredienti di base per la ricetta del campione, tre assi nella manica che ogni salentino usa sempre quando “gioca fuori casa”.

liceoIl Tacco dello Stivale sforna continuamente validi talenti nei campi della musica, dell’informazione, della politica e dello sport: i vari Negramaro, Sud Sound System, Antonio Caprarica, Aldo Moro (la lista sarebbe interminabile) hanno i natali leccesi e rappresentano un motivo di orgoglio per chi difende con le unghie e con i denti il nome di questo paradiso terrestre. Quando si parla di Cultura un riferimento al Salento non può proprio mancare.

Lo possono gridare forte i ragazzi del Liceo Classico “Giuseppe Palmieri” di Lecce! È freschissimo il loro successo alle “Olimpiadi della Cultura e del Talento”, arrivato al termine di una dura battaglia. L’evento nazionale, alla quinta edizione, promosso da un gruppo di volontari di Civitavecchia con il Patrocinio di Palazzo Chigi, quest’anno verteva su un tema attualissimo e mai così scottante: “Unione Europea”. La finale di Tolfa (RM) del 13 e 14 aprile ha dato la medaglia d’oro all’istituto leccese, a cui va riconosciuto il merito di aver battuto la concorrenza di ottomila alunni provenienti da ogni angolo d’Italia, mica male! La grande gioia è arrivata solo dopo quattro prove tutt’altro che agevoli, come il commento di un’immagine a sorpresa, la breve messa in scena di una rappresentazione teatrale, il commento di un aforisma di Carlo Dante via sms in un quarto d’ora di tempo e in massimo 320 caratteri e un cortometraggio realizzato da ogni scuola partecipante sul tema della cittadinanza europea.

Giulia Aprile, Carolina De Giorgi, Antonio Epifani, Annachiara Russo, Francesca Simone ed Edoardo Trevisi: ecco i sei nomi del “Bronx”, lo squadrone della II E (quarto anno) tornato vittorioso dalla trasferta laziale. “Abbiamo compreso a fondo il valore della cooperazione di squadra, non uniformandoci l’uno con l’altro, ma facendo emergere le differenze di ciascuno e cercando di creare così un’armonia vincente. È questo il messaggio di cui ci siamo fatti portavoce: l’identità nella diversità. Un’esperienza mozzafiato!” così, all’unisono, i sei diciottenni, che si apprestano ora ad affrontare questo caldo finale di anno scolastico più carichi che mai e consapevoli di aver compiuto un piccolo capolavoro.

Il primo premio alle “Olimpiadi” ottenuto dai ragazzi del “Palmieri” è un’ulteriore ottima presentazione per il grande Salento, già meta ambita e madre di cultura, l’ennesimo bigliettino da visita che conferma il talento della nostra gente… e, senza cattiveria, un “salutone” a chi ignorantemente e superficialmente ci bolla ancora come “inferiori”!

Stefano Verri

Continua a Leggere

Attualità

Da lunedì il caldo torna bollente

Alta pressione, stabilità e temperature in aumento: picchi come a giugno

Pubblicato

il

A partire dalle prossime ore l’anticiclone africano tornerà a rimontare su Mediterraneo ed Europa occidentale, interessando anche l’Italia”. Lo conferma il meteorologo di 3bmeteo Edoardo Ferrara che spiega: “La massima espressione dell’alta pressione sarà nella nuova settimana, quando come una bolla di aria calda tenderà ad inglobare Spagna, Francia, Italia in una prima fase. In una seconda fase, dal 22-23 luglio, l’anticiclone africano si spingerà anche su Europa centrale interessando Olanda, Belgio, Germania, Danimarca, fino a poi puntare il Nord Europa, in particolare parte delle Isole Britanniche e persino la Scandinavia.”

NUOVA ONDATA DI CALORE – In tale circostanza sarà inevitabile per l’Europa centro-occidentale sperimentare una nuova ondata di caldo africano. La parte più intensa della fiammata africana avrà picchi termici vicini ai 38-40°C da martedì e nei giorni successivi” – avverte Ferrara di 3bmeteo.com – “Punte di oltre 35-36°C saranno possibili anche sull’Europa centrale, oltre 32-33°C pure su parte dell’Inghilterra ed occasionalmente sulla Scandinavia meridionale nella seconda parte della nuova settimana.”

CONSEGUENZE SULL’ITALIA – “Come detto l’anticiclone africano interesserà anche l’Italia portando assoluta stabilità e tanto caldo almeno sino a giovedì 25 (salvo qualche temporale su Alpi e Prealpi nel weekend)” – prosegue poi Ferrara – “Le temperature saranno in netto aumento, con caldo significativo.

QUANTO DURERA’? Da giovedì 25 luglio e nei giorni successivi l’anticiclone potrebbe iniziare a perdere gradualmente il proprio smalto quantomeno sull’Italia, proprio a causa di un suo sbilanciamento verso il Nord Europa. Nonostante il tempo comunque in prevalenza soleggiato e caldo, si potrebbe dover mettere in conto qualche nuovo temporale dapprima su adriatiche e Sud, successivamente anche al Nord. Ad ogni modo data la distanza temporale si tratta di una linea di tendenza generale (non di una previsione certa), che necessiterà di conferme e molti aggiornamenti” – concludono da 3bmeteo.com

Continua a Leggere

Attualità

BMW richiama 1,3 mln di vetture

Rischio incendio dovuto a problema all’impianto elettrico: la casa madre ripara gratuitamente

Pubblicato

il

Non finiscono per Bmw i grattacapi iniziati alla fine del 2018.

Infatti altri 1,3 milioni di vetture della casa tedesca sono state richiamate dalla stessa per risolvere un problema al cablaggio della batteria. Il richiamo, che riguarda vetture vendute in tutto il mondo, è relativo ai modelli prodotti dal 2003 al 2011, Serie 5 e 6 Serie E60, E61, E63 ed E64. Il problema che ha interessato queste vetture è stato circoscritto al montaggio difettoso sul coperchio del cavo della batteria. Questa irregolarità riscontrata, potrebbe causare un guasto dell’impianto elettrico e portare quindi ad un corto circuito che potrebbe portare le vetture ad incendiarsi o non permettere di avviare il motore. Nonostante la vetustà dei veicoli interessati (le auto interessate hanno un’età compresa tra i 7,5 e i 16 anni), non ci sono costi per i clienti nel corso del richiamo. La segnalazione è diffusa grazie anche all’attività a tutela dei consumatori e dei proprietari o possessori di veicoli a motore dello “Sportello dei Diritti”, che svolge servizio di monitoraggio su tutti i richiami tecnici per l’eliminazione di difetti di produzione o di progettazione riguardanti la sicurezza che interessano i veicoli circolanti, anticipando in Italia l’avvio di procedure di tal tipo da parte delle multinazionali automobilistiche anche a scopo preventivo, poiché non sempre tutti coloro che possiedono una vettura tra quelle indicate vengono tempestivamente informati.

Continua a Leggere

Attualità

Entro il 31 dicembre il concorso per gli inferieri pugliesi

Lo ha annunciato il governatore di Puglia Michele Emiliano: «Concorso unico, con una sola graduatoria regionale, triennale»

Pubblicato

il

Si terrà in Puglia entro il 31 dicembre di quest’anno il concorso unico per infermieri, con una sola graduatoria regionale, triennale.

Lo ha riportato l’Ansa che si rifà ad una dichiarazione del  presidente della Regione Puglia, Michele Emiliano, in una nota in cui appare il numero di “mille infermieri” nel titolo, ma il governatore precisa: «Stiamo parlando di numeri importanti che attualmente sono in fase di definizione, anche alla luce della recente approvazione da parte della Giunta Regionale dei piani dei fabbisogni per ciascuna azienda. Una bella notizia per migliaia di infermieri».

«Arriviamo a questo risultato», spiega, «grazie al piano di riordino ospedaliero e alla riduzione della spesa farmaceutica, che hanno consentito di trovare il denaro per le assunzioni. Nessun taglio nella spesa sanitaria, dunque, ma solo eliminazione degli sprechi».

Il concorso sarà affidato all’Asl Bari che ha già una piattaforma, preceduto da una mobilità infraregionale (quando arriverà l’infermiere assunto, il collega potrà andare via). Presto il confronto sindacale.

Continua a Leggere
Pubblicità

Più Letti

Copyright © 2019 Gieffeplus