Connect with us

Otranto

Otranto “Anima Mundi @ Maestrale”

Pubblicato

il

Parte ad Otranto la rassega “Anima Mundi @ Maestrale”, attesa manifestazione di presentazioni ed incontri culturali, che ogni martedì, fino al 15 settembre, animerà la città. L’iniziativa nasce sulla sinergia e sulla creatività di una collaborazione interessante, che unisce una casa editrice locale, particolarmente attenta alle culture del mondo, e un locale all’aperto, nato di recente, da un’idea di Simone Fabbroni ed Umberto Lanzilotto, come autentico ritrovo di musica e socialità. Proiezioni, concerti, djset, aperitivi al tramonto, alcune delle più recenti pubblicazioni (con artisti del calibro dei Mascarimirì, Salentorkestra, Les Troublamours, Anna Cinzia Villani, Triace, Tonino Zurlo, Raffaella Aprile), saranno il ricco menù di un appuntamento che vuole facilitare l’incontro e il dialogo nelle multiformi dimensioni dell’arte.

L’idea di promuovere questi momenti ben si coniuga con lo spirito tipico di una terra che andrebbe valorizzata principalmente per la sua congenita attitudine al dialogo e alla ricerca di forme artistiche, che ad esso facciano riferimento. È un po’ quello che ha da sempre caratterizzato “Anima Mundi”, casa editrice, nonché world music store e libreria specializzata in culture e tradizioni dal mondo, collocata in Vicolo Majorano, che, fin dalla sua nascita, avvenuta nel 2002, dall’incontro tra Giuseppe Conoci ed il gruppo francese Les Troublamours, ha promosso iniziative sempre attente al territorio e alla dimensione artistica che quest’ultimo può proporre e valorizzare. Negli anni successivi, infatti, “Anima Mundi” ha pubblicato numerosi e importanti lavori discografici di alcuni tra i più autorevoli artisti salentini, che hanno contribuito a portare la tradizione musicale salentina a confronto con i linguaggi e gli stili della musica contemporanea e con altre culture e tradizioni.

Mauro Bortone

Continua a Leggere

Attualità

Punta Palascìa: il faro apre al pubblico

Pubblicato

il

Il contatto dell’uomo con la natura, la restituzione della bellezza autentica nella sua dimensione universale, un approccio immersivo nel nostro territorio: sono le finalità del progetto di attività che coinvolgono il Faro di Punta Palascìa a cura di Apulia Stories, l’associazione di promozione sociale di Cursi che ne gestirà gli spazi. Con il patrocinio e il supporto del Comune di Otranto.

Apertura ufficiale dei luoghi sabato 20 luglio alle 19 con “Silenzio, suoni e visioni” una performance tra fotografia e musica con il fotografo Mattia Morelli e il sound designer Giovanni Corvaglia, anche direttore de “Il giardino dei suoni”.

Inoltre, a chi vorrà intervenire è dedicata una speciale degustazione a cura del Mercatino del Gusto.

Apulia Stories, che fa capo a Elisa Mele e Alessandro Conoci, è impegnata sul territorio locale e nazionale nell’organizzazione di eventi e rassegne culturali, mostre e quanto concerne la valorizzazione e promozione del patrimonio naturale, architettonico e umano. Il fine è raccontare la Puglia attraverso delle esperienze emotive.

Le fotografie di Mattia Morelli riguardano due progetti ben distinti, “Landscapes” e “Places” la cui visione è abbinata ad un percorso sonoro immersivo, attraverso una sonorizzazione diffusa con atmosfere sonore a 432 hz, che porterà i presenti a vivere intense sensazioni di magia, profondità e riflessione.

Un luogo in cui si omaggia la natura di cui siamo parte, infatti il suono a 432hz è l’intonazione della natura e della natura umana stessa, la frequenza con cui vibra il suono del mare, del vento, della pioggia, che regalano un benessere naturale lontano dai frenetici rumori urbani.

Le immagini fotografiche indagano il rapporto tra uomo e paesaggio, mescolando osservazioni empiriche a capacità immaginifiche. Sebbene possano apparire come paesaggi o luoghi differenti tra loro, in realtà si tratta sempre di ossi di seppia e pale di fico d’India.

Le attività che si svilupperanno nel Faro di Punta Palascìa e attorno ad esso sono molteplici: intanto Apulia Stories si occuperà di tenere aperti gli spazi per lasciar godere dell’alba, della meditazione, di osservazione delle stelle con astronomi, ci saranno numerose attività, tra cui riconoscimento delle erbe spontanee, workshop fotografici in notturna per immortalare la via lattea, esperienze legate al silenzio e alla natura, percorsi a piedi dal Faro alla Torre del Serpe e a Torre Sant’Emiliano, ma anche presentazioni di libri, momenti di musica, di poesia, laboratori cuciti sulle stagioni, iniziative che ospiteranno realtà gastronomiche regionali e nazionali.

Il luogo diventerà uno spazio multiforme, in cui prenderà vita un bookshop con una selezione attentissima di libri e volumi pubblicati dalle case editrici locali con particolare attenzione alla storia del territorio dal punto di vista architettonico, naturalistico e artistico. Ci sarà anche un punto ristoro con snack e bevande.

Un posto in cui la magia ancestrale della nostra terra si mescolerà alle declinazioni creative più coinvolgenti, per esperienze semplici e indimenticabili. (Info e contatti: apuliastories@gmail.com – 3288310000).

Continua a Leggere

Appuntamenti

Giornalisti del Mediterraneo: i premi Caravella

Luigi Pelazza (Le Iene), Manuela Moreno (Rai Tg2), Francesco Piccinini (Fanpage), Domenico Iannacone (Rai Tre), Sandro Ruotolo (giornalista d’inchiesta), Miquel Serra (Ultima Hora)

Pubblicato

il

Il comitato scientifico del Festival Giornalisti del Mediterraneo ha attribuito i premi Caravella del Mediterraneo che saranno assegnati la sera del 7 settembre 2019, ad Otranto, nella  suggestività scenografia medioevale di Largo Porta Alfonsina.

Oltre 70 i reporter, sia italiani che stranieri, presenti all’evento internazionale.

Sarà l’occasione per valorizzare i talenti del giornalismo, ma anche la Puglia e la Città di Otranto.

Dunque, dal 2 al 7 settembre, dibattiti e workshop, animeranno il confronto sul Mediterraneo con giornalisti, diplomatici, accademici e magistrati.

Tre le location: il Castello Aragonese, Largo Porta Alfonsina e Piazza del Popolo.

«L’evento di Otranto è un appuntamento straordinario», spiega Tommaso Forte, autore del Festival Giornalisti del Mediterraneo, «e valorizza una professione in forte difficoltà. Il 2020 si appresta ad  essere difficile per l’editoria italiana. Oltre 3.200 posti di lavoro sono andati persi. Un dato triste e preoccupante. Nell’ambito degli eventi del Festival si discuterà, appunto, anche del futuro della professione giornalistica».

«Un premio importante», aggiunge Pierpaolo Cariddi, sindaco di Otranto, «a chi garantisce corretta e a volte anche coraggiosa informazione,  garanzia di libertà e democrazia. Il tutto in un luogo come la città di Otranto che ha sempre considerato questi principi indispensabili, ponendosi come “terra degli incontri” tra tutti i popoli del Mediterraneo. Abbiamo valorizzato negli anni il Festival che porta nella nostra città le migliori firme del giornalismo italiano».

«Ad Otranto si potrà parlare di comunicazione», conclude Lino Patruno, presidente del Festival, «e dei suoi aspetti più attuali in una città che è già di per se stessa una forma di comunicazione, sia turistica che culturale che storica. Sarà un dibattito con protagonisti prestigiosi che investe tutti i problemi della politica attuale e i pericoli per la democrazia stessa. Coinvolgere anche i non addetti ai lavori sarà l’apporto del Festival alla comprensione di questi problemi e alla crescita di una coscienza collettiva. Il premio “Caravella del Mediterraneo” sarà così non solo un riconoscimento a personalità che in questo ambito si sono distinte, ma anche un
incentivo alla qualità dell’informazione al servizio di un futuro meno incerto per tutti
».

Il Premio “Caravella del Mediterraneo” rappresenta l’incrocio dei mari e delle culture del Mediterraneo, protagonista millenario di scambi commerciali, linguistici e sociali tra Oriente ed Occidente.

Quest’anno i premi sono stati assegnati a: Luigi Pelazza (Le Iene), Manuela Moreno (Rai Tg2), Francesco Piccinini (Fanpage), Domenico Iannacone (Rai Tre), Sandro Ruotolo (giornalista d’inchiesta), Miquel Serra (Ultima Hora).

Continua a Leggere

Appuntamenti

Otranto in festa con le Frecce Tricolori

Quattro giorni di festa: enogastronomia, artigianato e mercatini, e l’Air Show con le Frecce Tricolori

Pubblicato

il

Dal 4 al 7 luglio Otranto farà da cornice alla manifestazione a cura della Pro Loco Otranto in festa, in collaborazione e con il patrocinio del Comune di Otranto, che prevede quattro giorni di festa: enogastronomia, artigianato e mercatini, e l’Air Show con le Frecce Tricolori l’ultimo giorno.

PROGRAMMA

4 luglio
Ore 21 – concerto lirico-sinfonico Grande orchestra del Salento Città di Lecce
5 luglio
Ore 21 – concerto di Iskra Menarini in memoria di Lucio Dalla

Apres la classe

6 luglio
Nel pomeriggio – prove tecniche delle Frecce Tricolori
Ore 21 – concerto Apres La Classe

7 luglio
Ore 15 – Air Show con le Frecce Tricolori
– Sorvoli velivoli storici P149, Stearman,T6 Texan;
– esibizione formazione Fly Team;
– passaggio velivolo ProMecc Aerospace;
– esibizione CAP 10;
– esibizione formazione Blu Circe;
– esibizione elicottero ULM;
– esibizione YAK Italia;
– sorvolo velivoli T346 Master 61° Stormo;
– esibizione motoalianti Blue Voltige;
– evento Elisar Aeronautica Militare;
– sorvolo velivoli MB339 61° Stormo;
– esibizione RV8;
– elicottero e mezzi di altura della GdF;
Ore 18 – esibizione PAN Frecce Tricolori.
Ore 21 – concerto Le Ninfe della Tamorra e Tamburellisti di Otranto

Continua a Leggere
Pubblicità

Più Letti

Copyright © 2019 Gieffeplus