Connect with us

Cronaca

Si getta in mare: salvata dai Carabinieri

Una donna di 30 anni aveva provato a suicidarsi buttandosi nelle acque del mare di Porto Cesareo

Pubblicato

il

Nella giornata di sabato, alle ore 13 circa, i Carabinieri hanno salvato una donna di 30 anni che aveva provato a suicidarsi buttandosi nelle acque del mare di Porto Cesareo. Alla base del gesto, la rottura della relazione d’amore con un coetaneo. Alle ore 12 circa, mentre la pattuglia era impegnata in un servizio nel centro cittadino di Veglie, il fratello della ragazza ha fermato, sbracciando, i militari per strada. Aveva appena ricevuto un sms della sorella che annunciava il suicidio. Subito dopo la comunicazione il telefono della ragazza era stato spento. I militari si sono subito attivati per scoprire la cella che il cellulare aveva agganciato prima che venisse spento: risultava Porto Cesareo. Il fratello ha riferito che in quella marina la sua famiglia ha una casetta dove trascorrono l’estate. Immediatamente i militari si sono portati sul litorale nei pressi dell’abitazione, vedendo la ragazza sporgersi, di spalle, da un pontile. Alla vista dei militari la ragazza si è tuffata. Il capopattuglia, quindi, si è subito sporto da codesto pontile e, mettendo i piedi in acqua (su taluni scogli), ha preso per un braccio la ragazza, tirandola fuori. La donna asciugata e coperta è stata portata in caserma a Veglie dove sono stati convocati i genitori e il fratello, felicissimi di poter riabbracciare la ragazza e, come si può immaginare, molto riconoscenti nei confronti dell’Arma.

Cronaca

Ambulante entra con una pietra in un ristorante e minaccia di scagliarla

I tanti avventori del locale, allibiti e preoccupati del gesto insano, si sono difesi

Pubblicato

il

Attimi di paura in un ristorante di Santa Maria al Bagno. Un giovane migrante, dopo essere entrato  in un ristorante con l’intento di vendere la sua merce è stato allontanato dai clienti dei tavoli.

Poco dopo, si è ripresentato nel locale con in mano una pietra ed ha minacciato di scagliarla contro qualcuno se non gli avessero acquistato qualcosa.

I tanti avventori del locale, allibiti e preoccupati del gesto insano, si sono difesi minacciando il ragazzo, che ha pensato bene di darsela a gambe.

Allertati i carabinieri di Nardò sono intervenuti poco dopo, ma del ragazzo non c’era  più traccia.

Continua a Leggere

Cronaca

Terremoto in Albania, la terra trema anche in Salento

Alle 16,04, la scossa con epicentro sulla costa settentrionale albanese a 6 km da Durazzo e chiaramente avvertita anche nella nostra provincia

Pubblicato

il

L’onda unga di un terremoto con epicentro a 6 km da Durazzo (20 km di profondità) in Albania ha fatto tremare anche il Salento.

Tanta la paura avvertita da milioni di persone nell’area, anche nella vicina capitale Tirana:

La scossa, registrata alle 16,04, è stata chiaramente avvertita in molte zone del Sud Italia soprattutto del Salento e del Capo di Leuca e in modo particolare da chi abita su piani rialzati.

Il sisma che ha avuto origine sulla costa settentrionale albanese ha interessato diversi Paesi: Bulgaria, Bosnia ed Erzegovina, Croazia, Grecia, Italia, Kosovo, Montenegro, Serbia, Macedonia del Nord e Albania.

Il terremoto è stato localizzato dalla Sala Sismica INGV-Roma.

Continua a Leggere

Cronaca

Scontro all’alba sulla Montesano-Lucugnano

Vigilantes perde il controllo della sua Panda sbatte su un palo e sul muretto, va in testacoda e si scontra con auto che sopraggiungeva…

Pubblicato

il

Incidente stradale alle 6,30 di questa mattina sulla Montesano – Lucugnano, all’uscita di Montesano.

Un vigilantes della BCS ha perso il controllo della sua vettura di servizio, una Fiat Panda, ed è andato a sbattere su un palo e su un muretto.

Dopo che la sua auto è andata in testacoda si è scontrato con una Renault Kadjar che sopraggiungeva.

Il vigilantes è stato sbalzato fuori ed è finito in un canale di raccolta dell’acqua piovana.

Necessario l’intervento dei vigili del fuoco del distaccamento di Tricase per tirarlo fuori.

Trasportato in codice rosso presso l’ospedale di Lecce è comunque fuori pericolo.

Continua a Leggere
Pubblicità

Più Letti

Copyright © 2019 Gieffeplus