Connect with us

Alezio

Il raduno degli Amici di San Rocco

L’11 maggio a Ceglie Messapica le comunità che hanno come patrono, compatrono o  protettore il santo di Montpellier. Una grande festa per i 20 anni dell’associazione Europea Amici di San Rocco

Pubblicato

il

Oltre 5000 pellegrini provenienti da tutta Italia ed altre nazioni europee saranno presenti l’11 maggio a Ceglie Messapica (Br) per onorare il campione della carità San Rocco sollecitati e stimolati dal richiamo fraterno del fondatore del grande sodalizio Fartel Constantino De Bellis che anch’egli è originario della Puglia di Stornara (Fg).

Con fascia e stendardo saranno presenti cento sindaci di paesi che hanno come partono, compatrono o  protettore il santo di Montpellier  per questa grande festa che ricorda i 20 anni di nascita dell’associazione Europea Amici di San Rocco.

Tanti pellegrini dalle province pugliesi.

Nel Salento le comunità dove è venerato San Rocco sono: Alezio, Aradeo, Castrignano de’ Greci, Cutrofiano, Gagliano Del  Capo, Galatina, Giurdignano, Leverano, Parabita, San Cassiano, San Cesario, Scorrano, Squinzano, Sternatia, Torrepaduli (Ruffano), Tricase, Vitigliano (Santa Cesarea).

Pellegrini in arrivo anche da Calabria, Campania, Abruzzo, Molise, Marche, Piemonte, Lazio, Sicilia, Toscana, Emilia Romagna, Umbria e Veneto.

Il pellegrinaggio è una pia pratica che accompagna da sempre la storia della Chiesa: è una forma  di preghiera  e di conversione personale e comunitaria”, ricordano dall’Associazione Europea Amici di San Rocco, “evoca  il nostro cammino  sulla terra verso il cielo (Homo viator). Per chi lo intraprende, il pellegrinaggio  è sicuramente un “tempo forte ” di rinnovamento, di riscoperta e di valorizzazione della fede, di stupore e di gioia di fronte alle meraviglie della Provvidenza. Il pellegrinaggio non si conclude  con il raggiungimento  della meta, ma diventa  una tappa per ricaricarsi,  per riprendere  con nuovo vigore e nuove energie spirituali  il dinamismo  della quotidianità nella famiglia, nella società, nella nostra stessa associazione e nella Chiesa. È strumento di evangelizzazione e di impegno nella carità evangelica.

C’è lo insegna in particolare San Rocco con la sua vita affascinante e straordinaria di pellegrino perfetto. San Rocco, pur collocandosi storicamente nel medioevo, è un giovane  a noi contemporaneo, con la sua  generosità  e la sua spontaneità; col desiderio di una vita autentica, colma  di ideali di libertà, di giustizia, di amicizia.

Ciò che contraddistingue il suo pellegrinare  è l’umile carità che semina  a piene mani lungo il suo passaggio in città e villaggi, lasciando dietro di se l’amore di Dio”.

Infine, ecco l’invito: “Amici carissimi, come San Rocco intraprendiamo anche noi il nostro pellegrinaggio giungendo a Ceglie Messapica, dove poter rinvigorire la nostra fede, perché il Signore ci dice che la santità è alla portata di chiunque, basta solo essere in sintonia con Dio Amore. Che San Rocco, fulgido esempio di carità dinamica e di coerente fedeltà, attraverso il mio umile servizio di apostolato e la nostra associazione che porta il suo glorioso nome, possa  incoraggiare  tanti devoti e cristiani  a intraprendere  con slancio un percorso di fede, speranza e carità. Papa Francesco ci ricorda che “Le forme proprie della religiosità popolare includono una relazione personale (…) con Dio, con Gesù Cristo, con Maria, con un santo e nel nostro specifico con San Rocco.  L’unica via consiste nell’imparare a incontrarsi con gli altri con l’atteggiamento giusto, apprezzandoli e accettandoli come compagni di strada, senza resistenze interiori. Meglio ancora, si tratta di imparare a scoprire Gesù nel volto degli altri, nella loro voce, nelle loro richieste. È anche imparare a soffrire in un abbraccio con Gesù crocifisso quando subiamo aggressioni , ingiuste o ingratitudini, senza stancarci mai di scegliere la fraternità, la misericordia e la testimonianza del Vangelo .”…ed è proprio questo che Fratel Costantino cerca di farci capire con il rinnovarsi di questi incontri: perciò non restiamo chiusi  a questa suo nuovo invito. Vi aspettiamo tutti con gioia e fraterna”, concludono gli Amici di San Rocco, “a Ceglie Messapica che sarà per un giorno la capitale europea del culto di San Rocco”.

Continua a Leggere

Alezio

Doppio colpo in in supermercati e fuga con magro bottino

Derubati due esercizi prima dell’alba, uno a Galatone, l’altro ad Alezio

Pubblicato

il

Passamontagna, due furti ad altrettanti supermarket e fuga con pochi contanti.

È andato bene ma non troppo il doppio colpo messo a segno da una banda (quasi certamente la stessa in entrambi i casi) tra Galatone e Alezio.

Tra le 5 e le 6 del mattino i malviventi si sono introdotti nei due esercizi portando via un totale di poco inferiore a 500 euro.

La tecnica la stessa: forzata una porta di ingresso, dritti alle casse col volto coperto e poi la fuga senza esitazioni.

Guardie giurate e carabinieri sono giunti sul posto pochi attimi dopo i furti. A Galatone, una delle guardie giurate è arrivata in tempo per sorprendere i ladri e li ha messi in fuga esplodendo un colpo di pistola in aria.

Al vaglio, in queste ore, le immagini delle videocamere di sorveglianza.

Continua a Leggere

Alezio

Pittule&Champagne

A Leuca il 3 agosto e ad Alezio il 13 per sperimentare, scoprire e far gustare al palato questa, quanto meno, originale e intrigante combinata gastronomica

Pubblicato

il

Pittule&Champagne è l’originale e innovativo ossimoro gastronomico che fa incontrare la tradizione popolare salentina delle pittule e l’eleganza delle bollicine d’oltralpe della maison francese Esterlin sotto il tetto di Salento Street Food.

A tutti gli effetti Pittule & Champagne è un nuovo format d’evento concepito per far sperimentare, scoprire e far gustare al palato questa, quanto meno, originale e intrigante combinata gastronomica.

Le prime due date dell’evento dal respiro internazionale sono fissate per il sabato 3 agosto a Santa Maria di Leuca presso Villa La Meridiana del gruppo Caroli Hotels e martedì 13 ad Alezio in occasione di Alytia – Messapia Vista Mare.

A completare il binomio italo-francese gli intriganti abbinamenti pensati da Salento Street Food con prodotti d’eccellenza come la crema di pecorino DOP, il Capocollo di Martina Franca e il sale di Trapani Presidio Slow Food.

In ottemperanza alle vigenti normative sulla sicurezza che impediscono la somministrazione di bevande in vetro durante pubbliche manifestazioni e nel rispetto dell’ambiente, lo champagne verrà servito in bicchieri in materiale 100% compostabile.

Per chi volesse invitare l’originale format Pittule & Champagne presso la propria location o nell’ambito del proprio evento può scrivere a info@salentostreetfood.it

Continua a Leggere

Alezio

Alezio scende negli inferi

Viaggio nell’oltretomba dantesco: la Necropoli Messapica palcoscenico dello spettacolo ispirato alla Divina Commedia

Pubblicato

il

Nell’importante e suggestivo sito archeologico Necropoli Messapica di Alezio, sarà realizzato lo spettacolo teatrale itinerante “La discesa negli inferi”, per la regia e adattamento di Agostino De Angelis.

Appuntamento sabato 27 luglio alle ore 20,30 e domenica 28, alle 20,30 con replica alle 22,30.

Lo spettacolo, promosso dal Comune di Alezio, Assessorato alla Cultura, d’intesa con la Soprintendenza Archeologia Belle Arti e Paesaggio per le Province di Brindisi, Lecce e Taranto e in collaborazione con l’Associazione Culturale ArchèoTheatron della salentina Desirée Arlotta, è inserito nel Progetto Nazionale di Promozione e Valorizzazione 2019; progetto nato all’interno di un percorso di teatro itinerante ideato dallo stesso De Angelis, che da anni lavora alla messa in scena di percorsi storici e letterari a tema dantesco in alcune selezionate e suggestive location italiane. Per ogni location De Angelis costruisce uno spettacolo su misura, utilizzando il luogo come contenitore artistico e culturale nel quale sono coinvolte realtà del territorio. Altre tappe del Progetto saranno il Museo Nazionale Etrusco di Villa Giulia a Roma e il Castello di Santa Severa nel Comune di Santa Marinella, solo per citarne alcune.

Lo spettacolo ritrae un viaggio nell’oltretomba dantesco, che con la metafora del viaggio, vuole rappresentare il percorso che l’uomo deve seguire per liberarsi delle passioni terrene e arrivare alle libertà morali e alla fede. Con l’arte e la creatività del teatro, si porrà una congiunzione logica con la scelta di rappresentare l’oltretomba dantesco nella Necropoli Messapica, location cardine del mondo antico del territorio salentino, in cui sono evidenti le caratteristiche tombe monolitiche. In scena con lo stesso regista, attori e musicisti del territorio con le coreografie della Victory Dance di Parabita, fotografo di scena Valerio Faccini.

Tra gli ospiti della serata il direttore del Museo Archeologico “I. Falchi” di Vetulonia, Simona Rafanelli e Renato Scatà critico cinematografico di Film Studio Roma.

Lo spettacolo voluto fortemente dal sindaco di Alezio, Andrea Barone e dall’assessore alla Cultura Fabiola Margari, dal Soprintendente Maria Piccarreta e la responsabile dell’area archeologica Serena Strafella,  è patrocinato da: Provincia di Lecce, rivista Archeologia Viva, Firenze ArcheoFilm, Istituto Nazionale del Dramma Antico, Istituto Cine-Tv “R. Rossellini”, Associazione Santa Marinella Viva.

Continua a Leggere
Pubblicità

Più Letti

Copyright © 2019 Gieffeplus