Doppio allarme bomba, ma era solo spazzatura

I Carabinieri di Lecce allertati da personale del consorzio A.S.I. i quali durante la pulizia stradale, nella zona industriale, in via Chiatante, all’interno di una siepe aveva notato una busta contenente un manufatto che richiamava le sembianze di un ordigno artigianale.

I militari dopo aver constatato la presenza dell’oggetto sospetto hanno attivato gli artificieri del Nucleo Investigativo del Comando Provinciale, l’area è stata isolata e l’oggetto sospetto è stato disarticolato mediante l’uso del cannoncino montato sul robottino che lo ha frantumato.

Si è così potuto appurare che era un finto ordigno costruito con una bomboletta di materiale vischioso (verosimilmente colla bicomponente) oltre a nastro isolante e dei fili elettrici collegati ad un finto interruttore elettronico, non è stata riscontrata la presenza di materiale incendiabile o esplosivo.

Minuti dopo gli stessi artificieri sono stati allertati dai colleghi della Stazione Carabinieri di Cavallino, i quali erano stati allertati da una cittadina perché in via dei Cedri, a Castromediano, era stata notata, nei pressi dell’ingresso di una abitazione, una valigetta abbandonata.

Anche in questo caso è stata fatta brillare la valigetta, una borsa porta computer,  e si è constatato che conteneva semplice spazzatura. Alla fine si sono rivelati entrambi falsi allarmi.

Tags:


Commenti

commenti