Connect with us

Cronaca

Furto alla Forestale: sospettato nasconde fiamma ossidrica

E’ di Leverano il primo indiziato nell’indagine per furto d’armi ai danni del Corpo Forestale dello Stato di San Cataldo. Il 34enne nascondeva attrezzature da scasso, cartucce per pistola e anche una Vespa rubata

Pubblicato

il

I Carabinieri del Nucleo Investigativo di Lecce hanno eseguito, stamani, un decreto di perquisizione emesso dal Pubblico Ministero della Procura della Repubblica di Lecce, Massimiliano Carducci, nei confronti di un 34enne di Leverano. L’uomo era indagato in un procedimento penale instaurato in seguito ad furto d’armi avvenuto il mese scorso ai danni del Corpo Forestale dello Stato di San Cataldo.

L’attrezzatura rinvenuta

Nel corso dell’attività, con la collaborazione dei Carabinieri delle Stazioni di Leverano e Porto Cesareo, i militari hanno rinvenuto, nella disponibilità dell’indagato, attrezzature idonee allo scasso e compatibili con le modalità esecutive del reato. Nel dettaglio si tratta di quell’attrezzatura comunemente denominata fiamma ossidrica, consistente in cannello erogatore,  tubi di collegamento, manometri bombola da quattordici litri, oltre a due grosse tronchesi, un palanchino di ferro e due spadini, idonei a forzare le serrature.

La Vespa rubata

Le cartucce in possesso al sospettato

Le cartucce in possesso al sospettato

Nel contesto della medesima attività i carabinieri, che hanno perquisito l’abitazione di Leverano ed una masseria, in uso sempre all’indagato, hanno trovato anche, in agro di Porto Cesareo, dieci cartucce per pistola calibro nove per ventuno ed una Vespa Piaggio, rubata nel mese di aprile scorso, proprio a Porto Cesareo ad un quarantenne del luogo, al quale sarà restituita. Per questi fatti l’indagato risponderà anche di detenzione illegale di munizioni e ricettazione.

Il furto a San Cataldo, invece, è avvenuto la notte tra il 13 ed il 14 luglio scorsi. Nella circostanza erano state asportate, tra le altre cose, due pistole mitragliatrici M/12. Pochi giorni fa vi è stato il ritrovamento, sulla via Vecchia Leverano di Copertino, della cassetta sottratta dall’armadio metallico, aperto con una fiamma ossidrica, dove erano custodite anche le armi.

Cronaca

Autore di due furti a Ruffano: arrestato 25enne taurisanese

Il 19 gennaio ed il 23 marzo scorsi aveva rubato presso uno studio radiologico e diagnostico e presso un bar

Pubblicato

il

A Taurisano i carabinieri della Stazione Ruffano, coadiuvati da quelli della locale Stazione, hanno arrestato in esecuzione ad ordinanza di custodia cautelare in carcere emessa da tribunale lecce – ufficio gip, Isacco Manco, 25 anni.

Le indagini dei carabinieri lo hanno inchiodato come responsabile di due furti avvenuti a Ruffano il 19 gennaio ed il 23 marzo scorsi, rispettivamente presso uno studio radiologico e diagnostico e presso un bar.

L’arrestato, espletate le formalità di rito è stato accompagnato presso la casa circondariale “Borgo San Nicola” di Lecce.

Continua a Leggere

Cronaca

Abusivismo edilizio: 5 denunciati a Montesano Salentino

Committente, direttore ed esecutore dei lavori di un muro di cinta e due comproprietari dell’immobile per la realizzazione opere edilizie abusive

Pubblicato

il

I carabinieri della Forestale di Tricase hanno denunciato a piede libero tre persone: rispettivamente il committente, il direttore e l’esecutore dei lavori, per aver realizzato un muro di recinzione in violazione al regolamento edilizio comunale.

Sempre a Montesano i carabinieri della Forestale hanno denunciato in stato di libertà altre 2 persone in qualità di comproprietari dell’immobile, per opere edilizie abusive consistenti nella realizzazione di due vani, un porticato e altre opere minori in assenza e difformità di permesso di costruire.

Continua a Leggere

Cronaca

Auto ribaltata, spavento per la conducente

Pubblicato

il

Grande spavento in città nel pomeriggio a causa di un incidente stradale.

Una donna si è ribaltata con la sua auto in via Gentile per cause da accertare.

L’incidente si è verificato poco dopo il tramonto, attorno alle 19. La conducente potrebbe aver accusato un malore ed esser finita con tutte e 4 le ruote della sua vettura per aria.

Sul luogo del sinistro sono accorsi il 118 assieme a polizia locale e vigili del fuoco.

Foto dalla pagina Facebook Salentolive24

Continua a Leggere
Pubblicità

Più Letti

Copyright © 2019 Gieffeplus