ATTIVAmente: scuola-lavoro e realtà virtuale

Continua il progetto portato avanti congiuntamente dal Gruppo Giovani Imprenditori di Confindustria Lecce e Attiva Energia denominato “ATTIVAmente” che porta gli studenti degli Istituti secondari di primo e secondo grado della provincia di Lecce a “scuola d’impresa”: economia, imprenditorialità, etica d’impresa e del lavoro, innovazione sono solo alcune delle tematiche sulle quali si è cercato di dare informazioni e suscitare curiosità e interesse. Il progetto, realizzato nell’ambito delle iniziative del Novantennale, ha dato notevoli risultati e portato gli allievi ad acquisire maggiore consapevolezza sulla realtà delle imprese e sulle proprie possibilità, oltre a fornire un primo orientamento sul proprio futuro professionale.

Protagonisti dei momenti formativi di fine anno gli alunni della Scuola media Polo I di Casarano e i ragazzi dell’ITC Bachet di Copertino e dell’ITC Ezio Vanoni di Nardó, impegnati nel percorso di alternanza scuola/lavoro. Serrato il calendario che ha preso il via lunedì 18 dicembre con un tour presso Fablab Lecce, dove gli studenti hanno cominciato ad approcciare le nuove tecnologie produttive con stampa 3D e la realtà virtuale; hanno poi assistito alla presentazione della start-up Boboto, vincitrice di numerosi premi di eccellenza a livello nazionale. Martedì 19 è stato il momento della visita presso il Calzaturificio Elata, caso aziendale di assoluto successo, giunto ormai alla terza generazione. Il 20 dicembre Alessio Nisi, già vice presidente del Gruppo Giovani di Lecce, è stato il testimonial d’eccezione per la presentazione dell’azienda di famiglia ITO srl. Gli studenti, giovedì 21 dicembre, andranno a lezione di educazione finanziaria, grazie alle indicazioni di Claudio Cacciapaglia di Banca Generali. Il ciclo di eventi si chiude per il 2017 venerdì 22 con una lezione su etica e responsabilità sociale d’impresa a cura di Attiva Energia, un’azienda del territorio che si occupa da 20 anni della vendita di gas metano in Puglia e con la quale il Gruppo Giovani ha condiviso il percorso formativo.

“L’impegno profuso nel progetto è notevoleha detto il presidente del Gruppo Giovani di Confindustria Lecce Alessio Tundoperché insieme ad Attiva Energia volevamo lasciare una traccia, un seme di ciò che è la vera realtà imprenditoriale agli studenti, che rappresentano il futuro. Con orgoglio e grande responsabilità abbiamo portato le imprese dentro le scuole, fornendo esempi positivi per le nuove generazioni che non devono perdere la speranza e la fiducia nel domani e in un lavoro possibile. Sono certo che questa fortunata collaborazione continuerà anche per il prossimo anno a sicuro vantaggio degli allievi delle scuole della provincia”.

Tags:


Commenti

commenti