Connect with us

Cronaca

Noemi, Camera Civile Salentina: “No ai forcaioli, solidarietà ai colleghi”

Dopo gli indulti ai legali difensori del reo confesso: “L’avvocato rappresenta sempre presidio di legalità e di giustizia; la sua funzione di mediazione tra il singolo cittadino e l’apparato giudiziario costituisce elemento essenziale di una società democratica”

Pubblicato

il

Con riferimento ai gravissimi fatti successivi all’assassinio della giovanissima Noemi, in particolare alle minacce e agli insulti ( soprattutto sui social) di cui, “a opera del “partito dei forcaioli”, sono stati fatti segno i Colleghi che hanno, peraltro doverosamente, assunto la difesa del minore-reo confesso indagato”, la Camera Civile di Lecce, attraverso una nota del suo presidente Salvatore Donadei, esprime a tali professionisti “la stima e la più sincera solidarietà“.


L’avv. Salvatore Donadei, presidente della Camera Civile Salentina


E coglie l’occasione per dare il suo contributo per una auspicabile crescita morale e civile della società, evidenziando a coloro che, forse, non sanno, o fingono di dimenticare, come la figura dell’avvocato rappresenti sempre presidio di legalità e di giustizia, mentre la sua funzione di mediazione tra il singolo cittadino e l’apparato giudiziario costituisca elemento essenziale di una società democratica”.

Come è stato acutamente osservato”, conclude Donadei, “proprio la massima estensione possibile dei diritti di difesa del privato cittadino di fronte alla comunità dei consociati, che lo accusa per bocca del pubblico ministero, è il nerbo dell’autorevolezza della sentenza che verrà pronunciata: è la Difesa che con il suo efficace contraddittorio, conferisce legittimazione ai pronunciamenti dei Giudici, mentre con la sua presenza l’avvocato assicura il controllo sociale dei cittadini sulla giustizia, in modo che l’accertamento della verità storica avvenga secondo le procedure e le regole predefinite dalla Legge”.


Cronaca

Infermieri e pazienti positivi: 17 contagi in ospedale

Pubblicato

il


Un giro di tamponi ha scoperchiato quasi 20 positività al Covid nell’ospedale di Gallipoli.





È partito tutto da 2 test positivi, qualche sera fa, a due infermieri. Poi a ruota isolamenti, sanificazioni e controlli sui contatti.





Il risultato: 17 contagi, di cui 7 infermieri e 10 pazienti. Il numero potrebbe essere destinato a crescere. Il reparto colpito è quello di Medicina.




Il vaccino, somministrato a tutto il personale, è evidentemente ancora una barriera insufficiente prima dell’appuntamento col richiamo.





Si attende con ansia l’esito dei tamponi ancora da processare, per frenare al più presto il focolaio.


Continua a Leggere

Cronaca

Con la moto contro il muro: muore 35enne a Taurisano

Schianto in serata a pochi metri da casa: nulla da fare per giovane del posto

Pubblicato

il


Con la moto contro un muro alla periferia di Taurisano.





Ha perso così la vita questa sera, a bordo di una Honda Hornet, Marco Preite, un 35enne del posto.





Lo schianto è avvenuto nel pomeriggio, dopo il tramonto, in località “Culummeddhi”.




Non sembra, da una prima ricostruzione, vi fossero altri mezzi coinvolti nella dinamica del sinistro. Il giovane avrebbe perso il controllo della moto in autonomia, andando a finire contro il muro di cinta di una proprietà appartenente ad un’azienda locale.





Sul posto la polizia di stato, la polizia locale ed il 118. I sanitari non hanno potuto che constatare il decesso: fatale l’impatto per il 35enne, a pochi passi dalla sua dimora.





Lascia due figli, di 2 e 4 anni, e la moglie che, dopo aver appreso dell’accaduto, ha accusato un malore ed è stata soccorsa.


Continua a Leggere

Cronaca

Blitz a Soleto: arrestato 49enne in possesso marijuana e 600 grammi di eroina

Pubblicato

il


Blitz a colpo sicuro nella serata di sabato ad opera dei carabinieri della Compagnia di Maglie.





I militari han sorpreso L. M., un 49enne di Soleto, in possesso di un ingente quantitativo di stupefacente.





Ne riporta i dettagli LeccePrima, quantoficando la droga trovata in casa dell’uomo.




Ben 601 grammi di eroina in un unico blocco ed anche della marijuana: una dose da 2 grammi, più altri 66 grammi avvolti nel cellophane.





Irrimediabile l’arresto per il 49enne.


Continua a Leggere
Pubblicità

Più Letti

Copyright © 2019 Gieffeplus