Rubarono anzichè vigilare: condannati

Powered by WP Bannerize

Erano stati fermati lo scorso dicembre, a Santa Cesarea Terme, dai carabinieri della stazione di Poggiardo che, incrociandoli, si erano intrattenuti per un consueto saluto ed uno scambio di novità.

Parliamo della vicenda delle guardie giurate sorprese con della refurtiva in auto: sette tv color lcd di varie marche, cavi di connessione ed una cassaforte digitale da camera. Tutto materiale asportato dal resort “Le Capase” di Santa Cesarea Terme. All’epoca dei fatti ad insospettire i militari, oltre all’atteggiamento evasivo del conducente, fu la presenza di un secondo operatore in abiti civili a bordo dell’autovettura con i colori dell’istituto di vigilanza de “La Folgore”.

Accusati di furto aggravato, oggi Cosimo Greco, 49enne di Corsano, e Giovanni Rizzo, 38enne di Galatina, hanno patteggiato rispettivamente le seguenti condanne: un anno e sei mesi, con 200 euro di multa, il primo ed un anno e otto mesi, più una multa di 500 euro, il secondo. Condanna più dura quella nei confronti del 38enne accusato anche di ricettazione dopo che in casa sua fu rinvenuta attrezzatura da pesca rubata.

L’istituto di vigilanza “La Folgore” di Tricase, dopo essersi dichiarato estraneo ai fatti ed aver risarcito il resort, suo cliente, si è rivalso nei confronti delle due ex guardie.

Lorenzo Zito

Tags:

Powered by WP Bannerize


Commenti

commenti