Connect with us

Melendugno

Grotta della Poesia: tuffo…sugli scogli

Bagnante ferito in mattinata, trasportato d’urgenza al “Vito Fazzi”, rifiuta ricovero

Pubblicato

il

Un tuffo nel blu della splendida acqua della Grotta della Poesia a Melendugno, per poi riemergere col volto rigato rosso sangue.

Ennesimo improvvido gesto quello di stamattina nella splendida località di Roca Vecchia che, per quanto sia quotidianamente presa d’assalto da bagnanti, è soggetta a divieto di balneazione, imposto sia a tutela del patrimonio naturale che a tutela dei cittadini stessi dal rischio crollo che la interessa.

Ancora una volta, come ormai innumerevoli in passato, un uomo, un 45enne del posto, stamattina ha urtato la testa alle rocce nel tuffarsi. Prontamente soccorso dai presenti, è stato poi accompagnato in ospedale, al “Vito Fazzi” di Lecce. Qui, dopo le medicazioni e la prognosi di 10 giorni, l’uomo avrebbe rifiutato il ricovero che i medici avrebbero consigliato per monitorare il decorso post impatto. Scongiurate conseguenze ben più gravi che, in un

L’episodio di stamattina arriva proprio a poche ore dall’avvio dei lavori di recinzione che partiranno domani attorno alla Grotta della Poesia. Non essendosi dimostrato infatti sufficiente ad arginare l’avvento di bagnati e turisti, il divieto di balneazione sarà accompagnato da una recinzione. Muretti a secco e ringhiere cingeranno l’area grazie ad un progetto dal costo di 190mila euro.

Cronaca

Schianto in moto, in due oltre il guardrail

Impatto contro auto per coppia su 2 ruote: entrambi trasportati in ospedale

Pubblicato

il

Incidente in moto per una coppia attorno all’ora di pranzo nell’area marina di Melendugno.

L’episodio si è verificato sulla litoranea di Roca, all’incrocio con la complanare “Mancarella”.

La moto è andata a sbattere contro una Mercedes Classe A e i 2 a bordo sono precipitati al suolo, finendo fuori dalla carreggiata, oltre il guardrail. La ragazza, 19 anni, avrebbe addirittura urtato un pedone nel volo giù dal motociclo.

Nell’attesa del 118, i presenti hanno soccorso i malcapitati. Poi la coppia è stata trasportata da due ambulanze. Si tratta di due ragazzi di Lecce, divisi tra gli ospedali “Vito Fazzi” e quello di Scorrano.

Continua a Leggere

Cronaca

Due bagnanti in difficoltà salvati da poliziotto in vacanza

Storia a lieto fine nel mare di Melendugno: turisti francesi salvati da 37enne cuneese

Pubblicato

il

Tra le storie tragiche dello scorso weekend, causate dal mare agitato su entrambe le sponde salentine, ne spunta anche una a lieto fine.

È quella riportata da “Cuneo24.it” che racconta di Marco Pilati, 37 anni, cuneese agente delle Uopi, Unità operative di pronto intervento, che mentre era in vacanza in Salento si è reso protagonista di un gesto eroico.

Nella giornata di domenica 28 luglio è intervenuto per salvare due francesi, un papà e la sua figlia, dalle onde.

La tragedia è stata sfiorata nel mare di Melendugno dove il forte vento aveva spinto la bimba al largo con il suo salvagente. Precipitatosi per soccorrerla, anche il padre era finito preda della corrente.

Richiamato dalle urla dei due malcapitati, il poliziotto cuneese, ex nuotatore anche a livello nazionale, si è istintivamente lanciato in acqua, li ha raggiunti ed è riuscito a tranquillizzarli aiutandoli a rientrare mentre due volontari del soccorso, con una idromoto, sono intervenuti ed hanno riportato a riva la bimba.

In spiaggia, un lungo applauso liberatorio ha rotto la tensione ed ha accolto il rientro del 37enne e dei 2 francesi.

Continua a Leggere

Alliste

Tre milioni per la videosorveglianza

Assegnati dal Ministero dell’Interno. Ne beneficiano Alliste, Melendugno, Melpignano , Ortelle, Porto Cesareo, San Pietro in Lama, Sannicola, Santa Cesarea Terme, Surano e Taurisano 

Pubblicato

il

Assegnati dal Ministero dell’Interno 3 milioni di euro per la videosorveglianza nei Comuni: a beneficiarne ci sono 10 Comuni della provincia di Lecce.

Le telecamere di ultima generazione, collegate in rete tramite wi-fi, verranno posizionate in punti strategici sul territorio al fine di prevenire e contrastare fenomeni di criminalità, vandalismo e degrado (dagli incendi di auto e aziende al danneggiamento di edifici pubblici, da furti e rapine all’abbandono di rifiuti), serviranno, si spera, ad avere città più sicure e vivibili.

I Comuni ammessi a finanziamento sono: Alliste (con circa 71mila euro), Melpignano (circa 231mila euro), Ortelle (circa 69mila euro), Santa Cesarea Terme (circa 241mila euro), Melendugno (circa 147mila euro), Porto Cesareo (circa 159mila euro), Surano (circa 82mila euro), Sannicola (circa 162mila euro), San Pietro in Lama (circa 169mila euro) e Taurisano (120mila euro). Ciascun progetto prevede, oltre alle somme sopra indicate ed erogate dal Ministero, una quota di cofinanziamento da parte dei Comuni.

Continua a Leggere
Pubblicità

Più Letti

Copyright © 2019 Gieffeplus