Connect with us

Lecce

Confindustria Lecce incontra i cinesi

La delegazione orientale sarà guidata da Zhang Wang, responsabile per l’Italia del China Council For Promotion Of International Trade (Ccpit) e della China Chamber Of International Commerce (Ccoic)

Pubblicato

il

Confindustria Lecce organizza per giovedì 17 novembre alle ore 18,30, presso la sede sociale, un incontro tra i presidenti delle Sezioni merceologiche e la delegazione cinese, in visita in Puglia in questi giorni, guidata da Zhang Wang, responsabile per l’Italia del China Council for Promotion of International Trade (CCPIT) e della China Chamber of International Commerce (CCOIC), due delle più grandi realtà del dragone, che hanno l’obiettivo di favorire gli investimenti, gli scambi commerciali e opportunità di business con nuovi territori.

Il presidente Giancarlo Negro

Il presidente Giancarlo Negro

È un’occasione importante per le nostre imprese che”, afferma il presidente di Confindustria Lecce Giancarlo Negro, “grazie al ruolo attivo del presidente della Sezione Sanità Filippo Surace, che ha accumulato notevole esperienza in Cina, operando direttamente anche in quel mercato da alcuni anni, avranno l’opportunità di presentare l’offerta di prodotti e servizi salentini a due strutture governative cinesi, di fondamentale importanza per favorire l’attrazione di investimenti pubblici e privati provenienti dalla Cina e per sviluppare opportunità di business reciproche. Le imprese associate di tutti i settori produttivi possono cogliere questa opportunità per provare a indagare un mercato in assoluta espansione e che necessità della qualità e delle peculiarità dei prodotti made in Italy”.

La Cina è un Paese che sta progredendo a ritmi incredibili”, ha detto il presidente della Sezione Sanità Farmaceutica, Surace, che svolge attività sul territorio cinese nell’ambito dello sviluppo e del trasferimento tecnologico sul tema del life-sciences, “e necessità di acquisire nuove competenze, tecnologie e strumentazioni utili a supporto dei propri processi di crescita che sempre più sono orientate verso un’economia del sapere. Allo stesso tempo, la Cina ha una forte spinta all’apertura verso nuovi investimenti, che possono risultare utili alle nostre imprese”.

Filippo Surace

Filippo Surace

Zhang Wang sarà accompagnato negli incontri, da Maria Moreni, presidente dell’Associazione Physeon, (che da anni rappresenta un punto di riferimento per la promozione delle attività del CCPIT/CCOIC presso Organismi pubblici e privati italiani) e dal delegato Physeon per la Puglia Cosimo Del Vecchio, insieme a Piero Larovere e Giuliana Longo.

Il China Council for Promotion Of International Trade-CCPIT, istituito nel 1952, è la più grande e importante istituzione cinese per la promozione del commercio estero.

Esso ha l’obiettivo di promuovere il commercio tra la Cina e i Paesi esteri; attrarre degli investimenti esteri; sviluppare cooperazioni economiche e tecnologiche tra imprese cinesi e imprese estere; promuovere la conoscenza reciproca e l’amicizia tra la Cina e i popoli del mondo. Nel 1988 il Governo Cinese ha attribuito al CCPIT anche la funzione di Camera di Commercio Internazionale (CCOIC-China Chamber of International Commerce).

Attualità

L’Uni Salento vicina alle popolazioni dell’Albania

Numerosi sono stati gli studenti albanesi che si sono formati nel nostro Ateneo: alcuni si sono fermati e integrati

Pubblicato

il

TERREMOTO IN ALBANIA, IL RETTORE FABIO POLLICE: «VICINI ALLA POPOLAZIONE»

Il Rettore dell’Università del Salento Fabio Pollice esprime la vicinanza della comunità accademica alla popolazione albanese, in questi giorni duramente colpita da una grave catastrofe naturale:

«Desidero che quelle popolazioni colpite dal sisma ci sentano vicini, sentano il nostro affetto. Un rapporto profondo ci lega e, guardando dalle nostre coste verso le vostre montagne, sappiamo che quel rapporto si rafforzerà negli anni a venire a beneficio delle nostre rispettive popolazioni” esordisce il Rettore Fabio Pollice, “nel segno di una comunione d’intenti che è già evidente nei progetti di cooperazione in corso. Con diversi Atenei albanesi abbiamo infatti stretto collaborazioni scientifiche e realizzato scambi accademici, insieme abbiamo contribuito a portare avanti significativi progetti tanto in ambito scientifico-tecnologico, quanto in ambito umanistico.

Numerosi sono stati gli studenti albanesi che si sono formati nel nostro Ateneo: alcuni si sono fermati e integrati, divenendo parte della nostra comunità, altri sono tornati in Albania portando con loro il calore della nostra terra. Confidiamo che altri studenti vengano in futuro a studiare da noi, come i nostri da voi e che si creino progetti formativi congiunti, progetti che rafforzino la coesione tra i nostri due popoli. Come comunità accademica ribadiamo”, chiude il Rettore, “la nostra vicinanza alla popolazione colpita dal sisma e siamo pronti a porre in essere qualsiasi iniziativa di collaborazione ci venga richiesta per aiutarla a rimettersi in piedi e tornare a guardare con fiducia al futuro».

Continua a Leggere

Attualità

Taglio del nastro per il Festival del Volontariato del CSVS

Il CSV Salento dedicherà il lavoro di tutti i cittadini attivi e i volontari, a Luigi Russo già Presidente del CSVS

Pubblicato

il

Lecce: Taglio del nastro per Il Festival del Volontariato del CSVS , ricordando Luigi Russo

Si inizia martedì 3 dicembre, nell’ ex- Convitto Palmieri, con una collettiva nazionale fotografica ‘Tanti per Tutti’ della FIAP e la rappresentazione teatrale L’URLO declamata da Gustavo d’Aversa.

Si alza il sipario su Strade Volontarie-Festival del Volontariato il 3 dicembre alle 17:30 presso l’ex-Convitto Palmieri in P.tta Carducci, suggestiva location leccese, che per l’occasione diventerà luogo d’arte, teatro e ricordo.

Dopo i saluti istituzionali, il CSV Salento dedicherà il lavoro di tutti i cittadini attivi e i volontari, a Luigi Russo già Presidente del CSVS, recentemente scomparso; e lo fa con un video che ripercorre l’impegno civile e sociale che ha segnato la sua vita.

Un ricordo, quello tributato a Luigi Russo, ricco di significato- spiega Luigi Conte , Presidente CSv Salentoche cade non casualmente nella settimana che il nostro Ente  ha costruito a Lecce e Provincia, attorno ad una data impostante a livello mondiale: le celebrazioni per il 5 dicembre: Giornata Internazionale del Volontariato”.

Un sottile filo rosso condurrà, coloro che prenderanno parte all’avvio dell’edizione del Festival, ai volti del volontariato, ritratti in magistrali scatti fotografici: quelli della mostra nazionale “Tanti per tutti” della FIAP-Federazione Italiana delle Associazioni Fotografiche e del CIFA-Centro Italiano della Fotografia d’Autore; un progetto itinerante per l’Italia che ha visto in campo 700 fotografi, professionisti e non. Un lavoro corale che ha prodotto oltre 10.000 scatti. La selezione delle immagini più evocative sarà visionabile a partire dal 3 dicembre nella collettiva a Convitto Palmieri, nell’ambito del Festival del Volontariato-Strade Volontarie del CSVS.

Ma Strade Volontarie è anche Teatro, e dà appuntamento a tutti gli estimatori del genere a un monologo mozzafiato “L’urlo”, declamato dall’attore Gustavo d’Aversa di Alibi Teatro. Sempre all’interno di Convitto Palmieri, a partire dalle 17:30 “L’urlo” è una cantata di getto, in un periodo in cui la vita umana sembra smarrire centralità rispetto alla provenienza geografica e sociale, ai percorsi che compie, ai pericoli che comporterebbe l’incontro con l’altro.

A sostenere l’evento un folta platea di associazioni ed Enti. Si ringraziano i tanti volontari che hanno fattivamente contribuito alla programmazione del festival del CSV Salento  oltre a: Regione Puglia, Provincia di Lecce, U.S. Lecce, Città di Lecce, Città di Corsano, CSV Net, Arcidiocesi di Lecce, Coop Alleanza 3.0, U.S. Lecce, Polo biblio-museale di Lecce, Tanti per Tutti

Continua a Leggere

Cronaca

Terremoto: l’Albania ringrazia i nostri vigili del fuoco

“Grazie a nome di tutta l’Albania”. Lo stato Maggiore del PAese delle Aquile ringrazia i soccorritori italiani. Tra loro anche gli uomini dei distaccamenti di Tricase, Maglie e Lecce che si sono imbracati per far ritorno a casa

Pubblicato

il

Ufficialmente chiusa la prima fase dell’emergenza in Albania i nostri Vigli del fuoco dopo una cinque giorni (e notti) di duro lavoro passata a scavare tra le macerie e ad aiutare dove possibile si apprestano a tornare a casa.

Un funzionario dello Stato Maggiore albanese (Ministero della Difesa) si è intanto recato sul posto per ringraziare personalmente a nome di tutto il Paese delle Aquile i soccorritori italiani sottolineando come i “nel momento del bisogno si vedono i Paesi amici“.

Questa sera anche gli uomini dei distaccamenti di Tricase, Maglie e Lecce (foto in alto) con i loro mezzi si sono imbarcati per fare ritorno in Italia. Sbarcheranno a Bari da dfaranno ritorno ognuno nella sua sede di appartenenza.

Nel frattempo dal Belpaese è arrivato il cambio: forze fresche che parteciperanno alle operazioni di sopralluogo e verifica statica degli edifici danneggiati ma rimasti in piedi.

Confermato che sono terminate le ricerche di eventuali superstiti o corpi senza vita tra le macerie, il bilancio al momento è di 50 morti, circa 2mila feriti e, secondo i dati preliminari, circa 900 edifici a Durazzo e oltre 1.465 nella capitale Tirana con gravi danni strutturali.

 

Continua a Leggere
Pubblicità

Più Letti

Copyright © 2019 Gieffeplus