Assistenza Domiciliare Premium per il Capo di Leuca

Finanziato dall’INPS – Gestione Dipendenti Pubblici ex INPDAP e mirato ad assistere a domicilio, presso strutture residenziali e/o scuole, dipendenti e pensionati pubblici e/o loro familiari di primo grado, è stato istituito il progetto Home Care Premium 2014 (dal primo marzo al 30 novembre 2015).

asistenza domiciliareIl progetto è rivolto sia ad adulti che a minori che vivono una condizione di non autosufficienza (soggetti non autonomi nello svolgere una o più attività quotidiane di natura personale o sociale all’interno o all’esterno del proprio domicilio e che necessitano dell’aiuto regolare di una persona) residenti in uno dei Comuni dell’Ambito Territoriale Sociale.
Beneficeranno del progetto: il dipendente iscritto alla gestione dipendenti unitaria delle prestazioni creditizie e sociali o alla sezione magistrale; il pensionato utente della gestione dipendenti pubblici o il suo coniuge o familiare di primo grado; il giovane minorenne/orfano di dipendenti/pensionati delle gestioni di sopra. L’ammontare dei contributi economici erogati dall’INPS e la definizione delle prestazioni sono definiti dall’ISEE socio-sanitario del nucleo familiare in cui è presente il beneficiario e dal punteggio conseguito da quest’ultimo, in esito alla valutazione dell’Assistente Sociale. Le prestazioni si dividono in: Prestazione Assistenziale Prevalente (contributi economici finalizzati all’assunzione di un Assistente familiare); Prestazione Assistenziale Integrativa, in base alla quale, ad integrazione della prestazione prevalente, potranno essere assegnati uno o più dei seguenti servizi: Servizi professionali domiciliari: interventi integrativi e complementari svolti esclusivamente da operatori socio-sanitari ed Educatori professionali; Servizi e strutture a carattere extra-domiciliare – interventi integrativi e complementari di natura non sanitaria: per il potenziamento delle abilità e di prevenzione e rallentamento alla degenerazione del livello di non autosufficienza da svolgersi presso centri socio-educativi riabilitativi, centri diurni per anziani, centri di aggregazione giovanile; Sollievo: interventi di sollievo domiciliare, diurno extra domiciliare e residenziale; Trasferimento Assistito: servizio di accompagnamento, trasporto o trasferimento assistito per specifici e particolari eventi; Pasto: eventuale consegna (non la fornitura) di pasti a domicilio; Supporti: eventuale fornitura ed istallazione a domicilio di dotazioni e attrezzature o strutture tecnologiche di domotica, non finanziate da altre leggi nazionali o regionali vigenti, per la mobilità e l’autonomia, per la gestione dell’ambiente domestico e delle comunicazioni; Percorsi di integrazione scolastica: servizi di assistenza specialistica ad personam in favore di studenti con disabilità volti a favorire l’autonomia e la comunicazione (ex art.13, comma 3 legge 104 1992).
Chi volesse usufruire del servizio, prima di presentare la domanda, deve far richiesta di inserimento nell’apposita banca dati, tramite il modulo “Iscrizione in banca dati” (scaricabile dal sito Sezione Gestione Dipendenti Pubblici, Sezione modulistica) da presentare alla Direzione provinciale integrata INPS o alla Sede provinciale o Territoriale INPS – Gestione Dipendenti Pubblici. Lo si può fare: recandosi direttamente alla sede provinciale INPS; a mezzo posta elettronica certificata, allegando copia digitalizzata del modulo opportunamente compilato; a mezzo posta elettronica non certificata allegando anche copia del documento di identità; trasmettendo il modulo di iscrizione in banca dati in via cartacea tramite Raccomandata con ricevuta di ritorno, allegando una copia del documenti d’identità; recandosi allo Sportello Sociale di Informazione di Gagliano del Capo, Tricase ed Ugento, muniti del documento d’identità e del codice fiscale del beneficiario.
Si può inoltrare domanda di ammissione anche recandosi direttamente allo Sportello Sociale di Informazione. La procedura per la presentazione della domanda sarà attiva fino alle ore 12 di venerdì 27 febbraio 2015.
L’Istituto effettuerà verifiche di carattere amministrativo sulle domande pervenute e lo staff progettuale procederà con la valutazione del grado di non autosufficienza di ogni soggetto e redigerà un programma socio-assistenziale condiviso con l’interessato e la sua famiglia.
Per info: www.inps.it – Gestione Dipendenti Pubblici – Home Care Premium 2014;mail hcp.ambitogagliano@pec.it; rivolgersi agli Sportelli Sociali di Informazione.

Paola Tarantino

Tags:


Commenti

commenti