Connect with us

Alessano

Giudice di Pace: sede di Alessano a rischio

Assenti due addetti: necessaria unione tra i Comuni del comprensorio del Giudice di Pace di Tricase con quello di Alessano

Pubblicato

il

Si è tenuta stamattina, nei locali del Giudice di Pace di Tricase,  l’assemblea degli avvocati finalizzata all’urgenza di riunire i Comuni del comprensorio del Giudice di Pace di Tricase con quello di Alessano, che attualmente non sta funzionando a causa dell’assenza dei due addetti di cancelleria per problemi di salute. L’amministrazione comunale di Alessano, infatti, nei giorni scorsi, ha comunicato a chi di competenza il blocco dell’ufficio, che non consente di svolgere le normali funzioni giudiziarie.

Presenti avvocati di ambedue i comprensori e solo alcuni sindaci, tra cui il sindaco Coppola di Tricase. L’avv. Rossana Guida, che ha presieduto l’assemblea, ha sottolineato i soddisfacenti risultati raggiunti dal sindaco Coppola, che ha inviato nell’ufficio del GDP di Tricase ben due unità di cancelleria che, unitamente al cancelliere già addetto  (inviato dal comune di Tiggiano) stanno assicurando egregiamente il servizio giustizia nella predetta sede, una delle pochissime, forse l’unica della provincia, che non sta avendo alcun problema per lo svolgimento delle funzioni. Ha auspicato poi la possibilità di riunire le due sedi dell’Ufficio, in quanto quello di Alessano, a pochissima distanza, rischia di essere trasferito a Lecce e Tricase rischierebbe, in futuro, di  perdere il territorio dell’ex Sezione Distaccata di Tribunale, oggi soppressa. In ogni caso, l’urgenza più impellente è quella di non allontanare il servizio giustizia dal territorio, il chè significherebbe, specialmente dopo la gravissima perdita della Sezione Distaccata del Tribunale di Tricase, avvenuta circa due anni fa,  negarla per la seconda volta ai cittadini, gravandoli di costi maggiori che non tutti possono permettersi, oltre ai tempi per arrivare ad una pronuncia giudiziale, che si allungherebbero non poco.

L’assemblea, all’unanimità, ha ritenuto fondamentale l’impegno dei sindaci del territorio a scongiurare la chiusura dell’ufficio di Alessano. In particolare, il sindaco Coppola si è impegnato a formulare immediatamente un’istanza di deroga della normativa vigente finalizzata all’accorpamento dei due uffici giudiziari, da sottoporre al vaglio ed alla sottoscrizione di tutti i sindaci di ambedue i comprensori e da inoltrare al ministro di Grazia e Giustizia ed ai  Presidenti della Corte d’Appello e del Tribunale di  Lecce.

Non ci resta che augurarci che tutti i sindaci oggi assenti percepiscano l’estrema emergenza del territorio sul punto giustizia e si attivino nei prossimi giorni per raggiungere efficacemente l’obiettivo sperato.

Davide Zocco

Alessano

Kate Moss a Novaglie!

Pubblicato

il

Salento sempre più Vip: la modella britannica Kate Moss è volata nel Tacco d’Italia per godersi colori, odori e sapori del nostro mare.

L’icona della moda, al secolo nota col nome di Katherine Ann Moss, è spuntata oggi, a sorpresa, tra i turisti di Novaglie, marina di Alessano.

Ospite del ristorante Lo Scalo, in compagnia di altri clienti di caratura internazionale già noti al luogo, ha goduto dello spettacolo della bellissima insenatura su cui lo stesso ristorante si affaccia.

Pranzo a base di pesce nostrano e tuffo, obbligato, nel mare blu tra le tante richieste di selfie dei presenti.

Kate Moss, biondissima 45enne con una carriera anche da stilista e una vita tra flash e paparazzi, è ad oggi uno dei nomi più noti tra quelli giunti in Salento in questa estate. Chissà se altri le faranno presto seguito…

Continua a Leggere

Alessano

SS275: “Km di parole diventino km di strada”

Atto d’intenti tra Regione Puglia e Associazioni del territorio: “Basta tergiversare, in assenza di un progetto esecutivo  c’è il rischio di perdere il finanziamento di  288 milioni”.

Pubblicato

il

Tra Regione Puglia, rappresentata dall’assessore Infrastrutture e Mobilità, Lavori Pubblici, Difesa del Suolo, Risorse Idriche e Tutela delle acque, Giovanni Giannini  e le associazioni che operano sul territorio:Ance Lecce (rappresentata dal presidente Giampiero Rizzo); Confindustria Lecce (presidente Giancarlo Negro); CLAAI Puglia (presidente Luigi Quaranta); CNA Costruzioni Lecce (presidente Fernando De Carlo); Confapi Lecce (presidente Anna Maria Altomare); Confartigianato Lecce (presidente Luigi Derniolo); Confcommercio Lecce (presidente Maurizio Maglio); Confesercenti Lecce (presidente Luigi Muci); FAI (presidente Carlo Taurino); Ordine dei Geologi di Puglia (presidente Salvatore Valletta); Ordine degli Architetti di Lecce (presidente Rocco De Matteis); Collegio dei Geometri di Lecce (presidente Luigi Ratano); Ordine degli Ingegneri di Lecce (presidente Raffaele Dell’Anna); Ordine dei Periti Industriali di Lecce (presidente Daniele Monteduro); CGIL Lecce (segretario Valentina Fragassi); FILLEA-CGIL (segretario Simona Cancelli); CISL Lecce (segretario provinciale Antonio Nicolì); FILCA-CISL (segretario Donato Congedo); UIL Lecce (segretario Salvatore Giannetto); FENEAL-UIL (segretario Paola Esposito).

Alla presenza degli assessori regionali Giovanni Giannini e  Loredana Capone, del presidente della Provincia di Lecce Stefano Minerva, del Sen. Dario Stefàno, dell’On. Veronica Giannone, degli Eurodeputati Raffaele Fitto e Andrea Caroppo, dei consiglieri regionali Ernesto Abaterusso, Cristian Casili e Saverio Congedo, del sindaco di Gagliano del Capo Carlo Nesca e del sindaco di Maglie Ernesto Toma, le parti rappresentate hanno convenuto di siglare un documento indirizzato al Governo contenente la richiesta unanime d’intervento per la realizzazione della SS 275 Maglie-Leuca.

I firmatari hanno “richiamato l’attenzione di tutte le istituzioni interessate per attivarsi affinché l’ammodernamento della SS 275 possa diventare in brevissimo tempo opera cantierabile”.

Hanno inoltre, evidenziato come, ai sensi e per gli effetti dell’art. 44 del Decreto Crescita, ci sia “in assenza di un progetto esecutivo (“ipotesi oggi reale”), il rischio di perdere, il finanziamento di  288 milioni di euro per la realizzazione della SS 275”.

Per questo motivo hanno sottoscritto un documento con tre richieste chiare e concrete.

Al Governo è stato chiesto l’impegno “a sottoporre, nel minor tempo possibile, al CIPE la documentazione necessaria per la conseguente approvazione del progetto esecutivo del primo lotto”.

Agli Enti interessati alla realizzazione del secondo lotto della SS 275, è stato invece richiesto l’impegno “entro due mesi, a decorrere dal 17 giugno 2019, a raggiungere una decisione definitiva, da non porre più in discussione, al fine di consentire al soggetto attuatore, ANAS, di avviare la procedura di progettazione”;

E, qualora gli Enti interessati non dovessero rispettare i termini indicati, i soggetti sottoscriventi il documento hanno chiesto “alla deputazione salentina di attivarsi per un immediato avvio delle procedure per il commissariamento dell’opera”.

Concludendo,  “è emersa la necessità di dialogare con le istituzioni competenti circa la realizzazione dell’opera”, e per questo le parti coinvolte hanno chiesto “un incontro urgente con i rappresentanti del Governo competenti in materia” ed auspicano che detto incontro possa avvenire “nel minor tempo possibile”.

Continua a Leggere

Alessano

Corsano: furto e sparatoria

Ladri alla DiMeglio. Sul posto i vigilantes de La Folgore. Colpi di pistola durante l’inseguimento. I carabinieri hanno già rintracciato l’auto utilizzata per la fuga, i banditi le avevano dato fuoco in una campagna di Alessano

Pubblicato

il

Un furto al supermercato DiMeglio di Corsano ha rischiato di finire nel sangue.

I fatti intorno alle 3,30 della notte quando ignoti si sono introdotti nel supermercato ed arraffato poche centinaia di euro.

Nel frattempo però è scattato l’allarme collegato con “La Folgore” ed una pattuglia di vigilantes è giunta sul posto.

Vistisi scoperti i ladri hanno tentato la fuga a bordo di una Fiat Punto grigia e nel tentativo di svincolarsi dall’auto de La Folgore l’hanno speronata.

È stato a quel punto che uno dei vigilanti forse temendo per la propria incolumità ha esploso alcuni colpi dalla sua pistola infrangendo il parabrezza dell’auto in fuga.

Nessuno dei proiettili avrebbe raggiunto i fuggitivi.

Nel frattempo i carabinieri di Corsano e i loro colleghi della Compagnia di Tricase hanno pattugliato tutta la zona e avviato le indagini.

Già rintracciata la Fiat Punto grigia utilizzata per la fuga. Era in una campagna di Alessano dove i malviventi le avevano dato fuoco.

Continua a Leggere
Pubblicità

Più Letti

Copyright © 2019 Gieffeplus