Connect with us

News & Salento

Tricase Porto: c’era una volta il parco-giochi….

C’era una volta… un parco-giochi nel piazzale della Rotonda a Tricase Porto. Il consigliere d’opposizione Dell’Abate chiede al Sindaco di intervenire

Pubblicato

il

C’era una volta… un parco-giochi nel piazzale della Rotonda a Tricase Porto. Parco giochi al quale molti tricasini sono legati. Quanti sbarbatelli di oggi non ci hanno trascorso delle ore spensierate e allegre? Quanti genitori, anche d’inverno, hanno trascorso la loro domenica pomeriggio in riva al mare mentre i loro figlioli saltellavano dall’altalena agli altri giochi? Bene oggi quel che resta è davvero poco e per giunta pericoloso. Venerdì 18 gennaio il capo gruppo all’opposizione Nunzio Dell’Abate ha protocollato un’istanza con la quale richiama l’attenzione del sindaco Antonio Coppolasulle pessime e pericolose condizioni in cui versa il piccolo parco-giochi fatto installare dalla precedente Amministrazione nel piazzale della Rotonda a Tricase Porto.  Il decorso del tempo, unitamente alla salsedine marina, ed i reiterati atti vandalici hanno reso le attrezzature quasi del tutto impraticabili e fonte di pericolo per l’incolumità dei tanti bambini che comunque vi giocano. Difatti la penuria di spazi simili in paese e l’allettante posizione in cui è situato, una specie di suggestivo anfiteatro a due passi dal mare e ben circoscritto dalla sede stradale, rende il parco-giochi della Rotonda meta frequente delle tante famiglie tricasine e non solo. Le confesso”, continua Dell’Abate, “che, da genitore di un bambino di due anni, nelle pur rare passeggiate a Tricase Porto evito accuratamente di passare dalla Rotonda perché mio figlio sobbalza alla vista dei giochi e piange a dirotto se tiro dritto. Talvolta sono costretto a fermarmi, ma mi creda sono arrugginiti e mal funzionanti e prima o poi qualcuno si farà male, se non è già accaduto. Non le nascondo che ho raccolto le rimostranze di molti genitori che ho lì incontrato.   Non credo che rappresenti una grossa spesa un intervento di manutenzione e, se del caso, di sostituzione delle attrezzature. Certamente arrecherà un notevole beneficio ai bambini e a noi genitori. A tal fine”, conclude il Consigliere di opposizione, “mi permetto di suggerirle di valutare il possibile coinvolgimento delle attività commerciali della zona attraverso la sponsorizzazione dei giochi o altra agevolazione”.

News & Salento

Contrasto al disagio abitativo: stanziati fondi della Regione

Abaterusso: “In provincia di Lecce 5 progetti per 15 milioni di euro”

Pubblicato

il

Nuovi fondi stanziati dalla Regione alle 5 Arca pugliesi per interventi di riduzione del disagio abitativo e per l’efficientamento energetico.

Ernesto Abaterusso li commenta così: “È senza ombra di dubbio un risultato importantissimo, raggiunto grazie al lavoro e all’impegno di un governo che continua a confermare l’attenzione e la sensibilità per le istanze e i bisogni dei territori e per l’emergenza casa che in tutta la Puglia rappresenta un problema, soprattutto per chi si trova in una condizione di temporanea difficoltà economica.

Ben 38 sono i progetti sull’intero territorio regionale approvati e ammessi al finanziamento, cinque dei quali in provincia di Lecce. All’Arca Sud Salento saranno destinati 15 milioni di euro.

Si tratta di un aiuto concreto messo in campo dalla Regione per superare o alleviare situazioni critiche nei comuni che soffrono di una forte emergenza abitativa. Occorre dare atto al prezioso lavoro e alla determinazione dell’Assessore alle politiche abitative Alfonso Pisicchio nonché degli uffici regionali ai quali va tutto il mio ringraziamento per essersi prodigati affinché questo risultato potesse essere conseguito”.

Continua a Leggere

Cronaca

Ruba in casa di un’anziana, scoperto e denunciato

Gagliano del Capo: anziana su sedia a rotelle vittima di furto in casa. I carabinieri individuano il ladro e ritrovano parte del bottino, restituito insieme a “speciale” dono di Natale

Pubblicato

il

I militari della Stazione Carabinieri di Gagliano del Capo hanno restituito all’anziana vittima di un furto in abitazione parte del bottino accompagnato da uno speciale dono per Natale.

Denunciato in stato liberta per il reato di furto aggravato un giovane, anche lui di Gagliano del Capo.

I militari, a seguito di segnalazione pervenuta al 112, sono intervenuti presso l’abitazione di una signora, 76 anni, costretta in carrozzella, in quel momento sola in casa, dove poco prima il giovane, indisturbato, aveva avuto accesso ed a volto scoperto perpetrato il furto del borsello dell’anziana contenente una banconota da 50 euro oltre alla chiave di accesso all’abitazione.

L’immediata attività info-investigativa ha consentito ai militari di identificare formalmente l’autore del furto. Inoltre i carabinieri, dopo attente ricerche nei pressi dell’abitazione, hanno rinvenuto all’interno di un cestino dei rifiuti, il borsello asportato che conteneva tuttavia la sola chiave. Il giovane è stato dopo poco tempo individuato mentre passeggiava per le vie del paese.

Il Comandante di Stazione e i suoi militari, successivamente, hanno fatto quindi nuovamente visita all’anziana signora, ma non per ulteriori sopralluoghi: questa volta le hanno restituito il borsello e la chiave dell’abitazione, facendole anche dono di un calendario dell’Arma e un panettone personalizzato: un piccolo pensiero natalizio per porgere all’anziana signora e ai suoi familiari i migliori auguri di buon Natale e mitigare, almeno un po’, l’amarezza della recente disavventura.

Continua a Leggere

Attualità

L’Uni Salento vicina alle popolazioni dell’Albania

Numerosi sono stati gli studenti albanesi che si sono formati nel nostro Ateneo: alcuni si sono fermati e integrati

Pubblicato

il

TERREMOTO IN ALBANIA, IL RETTORE FABIO POLLICE: «VICINI ALLA POPOLAZIONE»

Il Rettore dell’Università del Salento Fabio Pollice esprime la vicinanza della comunità accademica alla popolazione albanese, in questi giorni duramente colpita da una grave catastrofe naturale:

«Desidero che quelle popolazioni colpite dal sisma ci sentano vicini, sentano il nostro affetto. Un rapporto profondo ci lega e, guardando dalle nostre coste verso le vostre montagne, sappiamo che quel rapporto si rafforzerà negli anni a venire a beneficio delle nostre rispettive popolazioni” esordisce il Rettore Fabio Pollice, “nel segno di una comunione d’intenti che è già evidente nei progetti di cooperazione in corso. Con diversi Atenei albanesi abbiamo infatti stretto collaborazioni scientifiche e realizzato scambi accademici, insieme abbiamo contribuito a portare avanti significativi progetti tanto in ambito scientifico-tecnologico, quanto in ambito umanistico.

Numerosi sono stati gli studenti albanesi che si sono formati nel nostro Ateneo: alcuni si sono fermati e integrati, divenendo parte della nostra comunità, altri sono tornati in Albania portando con loro il calore della nostra terra. Confidiamo che altri studenti vengano in futuro a studiare da noi, come i nostri da voi e che si creino progetti formativi congiunti, progetti che rafforzino la coesione tra i nostri due popoli. Come comunità accademica ribadiamo”, chiude il Rettore, “la nostra vicinanza alla popolazione colpita dal sisma e siamo pronti a porre in essere qualsiasi iniziativa di collaborazione ci venga richiesta per aiutarla a rimettersi in piedi e tornare a guardare con fiducia al futuro».

Continua a Leggere
Pubblicità

Più Letti

Copyright © 2019 Gieffeplus