San Cassiano: il sindaco non risponde, l’opposizione lo diffida

È stata presentata in mattinata la diffida al sindaco di San Cassiano Gabriele Petracca da parte dei consiglieri di minoranza del gruppo “Progetto Per San Cassiano”, con l’obiettivo di ottenere risposta ad alcune richieste inevase da parte dell’Amministrazione Comunale.

Alcune richieste aspettano risposta da più di un anno, a fronte del termine di trenta giorni previsto dalla legge e dal regolamento comunale. Chiediamo semplicemente un dialogo trasparente e collaborativo, anche per poter svolgere con pienezza il mandato affidatoci dai cittadini”, afferma Gianluigi Schito, presidente del Movimento Civico Progetto Per San Cassiano.

I consiglieri di minoranza sottolineano come più volte sia stata richiesta collaborazione all’amministrazione, visitando gli uffici ma anche attraverso un’ironica classifica delle richieste rimaste senza risposta.

Sin dall’inizio del proprio mandato nel giugno 2017 l’amministrazione ha dimostrato insofferenza nei confronti dell’attività di sindacato ispettivo svolta dall’opposizione. Chiediamo semplicemente delle risposte, anche per favorire la partecipazione attiva dei cittadini ed una corretta informazione con riguardo all’azione amministrativa”, conclude il consigliere di minoranza.

La diffida è stata pubblicata sulla pagina Facebook del Movimento Civico Progetto Per San Cassiano dove si chiede una risposta al sindaco entro 15 giorni, a richieste che vanno dalla proposta di streaming del consiglio comunale ad interpellanze sulla scarsa manutenzione di alcune aree del paese.

Tags:


Commenti

commenti